terrorismo saudita

Benjamin Netanyahu -- COME, TI SPIEGHI TU, IL FATTO CHE, SIRIA E IRAN,  sono molto riottose, a riconoscere il terrorismo saudita? TE LO DICO IO, loro SONO UN SOLO COMPLOTTO, PER L TUO ANNIENTAMENTO, E SE, tu GRAFFI bene, LA COPERTINA agenda Talmud? TU VEDRAI LA FACCIA DI: BUSH 322 E ROTHSCHILD 666 gufo Baal, dietro tutto questo complotto, che: proprio loro, cercano la tua vita! Certo, in Siria, oggi, loro accusano, la ARABIA SAUDITA, e il suo terrorismo jihadista, ma, questo è stato possibile, soltanto perché, io ho costretto loro a farlo! Si sono impegnati bene gli americani in qusti 66 anni con Israele, per preparare un buon inferno bollente tutt'intorno!


non è intorpidendo le acque, che, si può offendere la lucidità di un mio ragionamento! ] in teoria, questo potrebbe essere stato, anche, un auto attacco! e, comunque, mai nessun crimine, può coprire crimini precedenti! la Sharia rimane, il vero problema, IL FATTORE SCATENANTE! impedimento ad una situazione soluzione strutturale! poi, le conseguenze dell'odio, sono di chi ha detto, "voi siete dhimmi" "voi dovete andare all'inferno, come apostati e idolatri!" e questo i salafiti lo hanno fatto!, a voi non è permesso avere una libertà di coscienza, ed uno status di cittadini normali! e questo la LEGA ARABA LO HA FATTO! ] Senior Official: Arab Teen's Murder Criminal, not Nationalistic. Ex-police official says teen's murder likely inside job, condemns 'irresponsible' reaction of officials blaming Jews. By Arutz Sheva Staff. First Publish: 7/2/2014, Arab riot in response to murder. A senior former police official argues that the abduction and murder of the Arab youth who was found dead Wednesday morning was most likely a criminal act, rejecting the claim that Jewish "revenge" for the murdered Israeli teens lay behind it. The official noted that the family of the murdered 16-year-old was well known to police sources in Jerusalem, adding "it's a problematic family with internal clashes that have been ongoing for many years." "I have no doubt that as time passes it will be clarified that the murder was criminal and nothing more," declared the official, who spoke to Arutz Sheva on condition of anonymity. Several Israeli officials jumped to condemn the murder, including Jerusalem Mayor Nir Barkat, who called it "a grave and barbaric act," adding "this is not our way of doing things." The senior official criticized Barkat sharply for jumping to conclusions and condemning the murder "as if the youth was killed by a Jew in response to the murder of the three Jews in Gush Etzion." When Knesset ministers ascribe the murder as being a "price tag" act, there is serious damage to the image of Israel in the eyes of the world, argued the official. "As a veteran resident of Jerusalem, I'm surprised that the mayor rushed to put out condemnations without clarifying all of the facts. I know the internal conflicts in that family, and we need to wait and not rush to connect the murder of the Arab youth with the abduction in Gush Etzion," added the official. During the ensuing riots in Beit Hanina and Shuafat since the announcement of the murder, several Arab residents reportedly attacked a young local Arab, possibly indicating the internal clashes the source spoke of. Police forces rescued the youth, who did not require medical treatment. The rioters were dispersed by the police force and the assaulted youth left the area. Jumping to conclusions. Nevertheless, Palestinian Authority (PA) Chairman Mahmoud Abbas's spokesperson Nabil Abu Rudeineh lost no time pointing the finger at Israel as being behind the murder, blaming the state for it and demanding that Israel "expose the criminals and bring them to justice." Abbas demanded that Prime Minister Binyamin Netanyahu "condemn the abduction of the Arab youth and his murder, like we condemned the abduction and murder of the three settlers." Abbas's Fatah movement likewise on Wednesday blamed Israel for "the cold blooded abduction and murder of the Arab youth by settlers." Fatah went on to condemn the murder as a "war crime and organized crime," adding it was "a direct result of the continued incitement by the right-wing occupation (Israeli) government and its complete support for settler terror." For his part, Prime Minister Binyamin Netanyahu spoke with Public Security Minister Yitzhak Aharonovich on Wednesday, urging the that the investigation be advanced speedily. Netanyahu called on all sides "not to take the law into their own hands." Riotous reaction to the murder. Quoting eye witnesses, IDF Radio said a black car had stopped by an Arab youth in Jerusalem's Beit Hanina who was hitchhiking and he was forced inside. The car then took off. Some time later, the family of the youth reported him missing, it said. The burnt body of an Arab youth was later found in the Jerusalem Forest area. Police have not formally confirmed the body is that of 16-year-old Mohammed Abu Khder who was kidnapped, reports AFP. Wild rumors and speculation have abounded that the youth was possibly was murdered by Jews as a possible act of revenge after the kidnapping murder of three Jewish teens. However, as the official revealed, reports indicate that the abduction likely was carried out by Arabs and that the murder was an "honor killing" or another kind of criminal murder. Large police forces are combing the area where the body was discovered and hundreds of Arabs from Shuafat are currently rioting. The road between Beit Hanina and Pisgat Ze'ev has been blocked to traffic. In addition, operation of the Light Rail to Beit Hanina and Shuafat has been suspended, due to concern that rioting Arabs may attack the railway and its passengers. The Arab rioting in Shuafat spread to the Temple Mount on Wednesday, where masked Arab rioters threw rocks at police. This led to the decision to close the Mount to visitors. The entrance into Jerusalem from Highway 443 at the Ben Tzion Interchange was also closed off. Three Light Rail stations were destroyed by rioters. Arab pogromists were also reportedly targeting Jewish homes and cars in Pisgat Ze'ev. Later, it was reported that Arab rioters hurled three pipe bombs at police forces. Only one of these appears to have exploded, and police sappers are neutralizing those that did not. No police were reported hurt by the bombs, although a man was hospitalized from the blast. The rioting was reported as continuing strong into the afternoon, with rioters throwing stones, molotov cocktails and another pipe bomb, as police blocked entry to Beit Hanina.
    DELLA TRAGEDIA UMANITARIA, ALLA TROIKA MERKEL NON IMPORTA NIENTE, I SATANISTI CANNIBALI SONO ABITUATI AL SANGUE UMANO SULL'ALTARE DEI SATANA 322 KERRY! Oltre 2mila profughi ucraini giunti in Russia negli ultimi giorni. Più di 2.300 rifugiati provenienti dall'Ucraina sono arrivati nella regione di Rostov negli ultimi giorni. Lo hanno riferito all'amministrazione della regione russa. L'afflusso di profughi dal sud-est dell'Ucraina è aumentato drammaticamente a partire da giugno a seguito dell'inasprimento degli scontri armati tra le forze di sicurezza di Kiev e i separatisti.
Secondo l'attivista a difesa dei diritti dell'infanzia Pavel Astakhov, dall'Ucraina sono arrivati in Russia più di 55mila persone, 15mila dei quali bambini. Tuttavia queste cifre riguardano solamente quelle persone che hanno ricevuto ufficialmente lo status di rifugiato.
Rispondi
 ·
ordine esecutivo 11110 Unius REI
3 minuti fa

L'oligarca ucraino Kolomoisky dietro la morte del cameraman russo. L'oligarca ucraino Igor Kolomoisky è dietro la morte del cameraman della tv pubblica russa Anatoly Klyan. Questo punto di vista è stato espresso dal rappresentante ufficiale del Comitato Investigativo della Russia Vladimir Markin.
Oggi il tribunale di Mosca ha emesso un mandato d'arrestato in contumacia al governatore della regione ucraina di Dnepropetrovsk Ucraina, l'oligarca Igor Kolomoisky. In Russia il magnate ucraino è accusato di essere il mandante di omicidi e di usare metodi terroristici e paramilitari. Proprio Kolomoisky è il principale oppositore ad ogni tipo di tregua e contatto con i ribelli separatisti.
Klyan è deceduto nella notte di lunedì all'età di 68, dopo essere rimasto ferito mortalmente nei pressi di Donetsk mentre si trovava insieme ai suoi colleghi giornalisti.
Kiev disposta ad incontrarsi con i leader delle forze separatiste del Donbass. Kiev è pronta a consultazioni con le forze separatiste per trovare una soluzione pacifica nel Donbass in qualsiasi luogo. Lo ha comunicato il vice capo dell'amministrazione presidenziale ucraina Valery Chaly. In precedenza si erano svolti 2 cicli di consultazioni tra i rappresentanti delle Repubbliche separatiste di Donetsk e Lugansk e di Kiev nel cosiddetto formato a tre del gruppo di contatto per la risoluzione della situazione nel Donbass. Entrambi gli incontri si erano svolti a Donetsk alla fine di giugno.
Nella giornata di ieri le autorità bielorusse avevano dichiarato di essere pronte ad ospitare il terzo round di negoziati.
Rispondi
 ·
ordine esecutivo 11110 Unius REI
7 minuti fa

http://cdn.ruvr.ru/2014/07/02/1505871010/9RIAN_02432406.HR.ru.jpg
Le autorità separatiste di Lugansk segnalano vittime, tra i civili [ TUTTA LA CIVILTà DEMOCRATICA, CHE, LA MERKEL HITLER TROIKA RICORDA DI CONOSCERE! ] A seguito dei raid aerei delle forze di sicurezza ucraine nei pressi di Lugansk è stato registrato un gran numero di vittime civili. Lo hanno comunicato all'ufficio stampa della Repubblica Popolare di Lugansk. Secondo i dati dei separatisti, solo in una delle vie del paese Luganskaya sono morte 10 persone, tra cui una bambina di 5-7 anni.
In precedenza il ministero degli Esteri russo aveva invitato le autorità ucraine a rinunciare ad azioni che causano vittime tra la popolazione civile dell'Ucraina.
Rispondi
 ·
ordine esecutivo 11110 Unius REI
9 minuti fa

LA LEGA ARABA, CON LA SUA MEDIOEVALE CRUDELTà SHARIA, STA DESTABILIZZANDO IL MONDO! ] La polizia francese sgombera un campo di migranti a Calais. La polizia della città francese di Calais ha sgomberato il più grande campo di immigrati clandestini, riporta il giornale Point. La scorsa settimana la magistratura francese aveva permesso di eliminare il centro di accoglienza per clandestini, in funzione dalla fine di maggio per fornire cibo e generi di prima necessità. I giudici hanno motivato la loro disposizione per la lunga permanenza dei migranti e le scarse condizioni di igiene del centro, così come per i rischi alla sicurezza dei residenti locali.
Recentemente nel nord della Francia si è registrato un aumento del numero di immigrati clandestini, per lo più provenienti da Siria, Afghanistan e Paesi africani, che cercano di trasferirsi nel Regno Unito.
Rispondi
 ·
ordine esecutivo 11110 Unius REI
12 minuti fa

INTENZIONALE DISINFORMAZIONE! INTENZIONALMENTE: QUESTA EUROPA DI CRIMINALI FARISEI ROTHSCHILD BILDENBERG, MERKEL TROIKA, INVOCA SU DI SE, LA DISTRUZIONE TOTALE! ] Mosca accusa la NATO di voler giustificare Kiev per la rottura della tregua. Il comando della NATO sta cercando di giustificare la rottura della tregua da parte di Kiev. Secondo il portavoce del ministero degli Esteri della Russia Alexander Lukashevich, la prova di questa affermazione è nelle dichiarazioni del comandante della NATO in Europa Philip Breedlove. Ha parlato in particolare della necessità della NATO di rafforzare i "confini orientali" per la destabilizzazione della situazione in Ucraina a causa della Russia.
Tali dichiarazioni del militare di alto rango, secondo Lukashevich, mirano a fomentare le tensioni in Ucraina. Il portavoce della diplomazia russa ritiene inoltre inaccettabile la diffusione di false informazioni sulla situazione nel confine russo-ucraino.
"Fuoco premeditato contro i giornalisti del canale russo REN TV in Ucraina". Il fuoco contro i giornalisti del canale televisivo russo REN TV, rimasti feriti in Ucraina, è stato aperto intenzionalmente. Lo ha dichiarato il leader della Repubblica Popolare di Lugansk Valery Bolotov. Il giornalista televisivo Denis Kulaga e il cameraman Vadim Yudin erano rimasti feriti martedì nella regione di Lugansk. Vicino il giornalista era esploso un razzo, che gli ha provocato una commozione cerebrale così come al suo operatore.

Rispondi
 ·
ordine esecutivo 11110 Unius REI
15 minuti fa

Yandex è UN NUOVO MOTORE DI RICERCA ] [Russia, la Procura Generale scagiona "Yandex" La Procura Generale ha confermato di non aver trovato violazioni nelle attività di Yandex, il più grande motore di ricerca russo, il quale non ha bisogno di registrarsi come media. Le pretese contro Yandex erano relative alla legge "Sui Mass Media". Il promotore della verifica è stato il deputato della Duma (camera bassa del Parlamento) Andrej Lugovoi. Secondo il parlamentare, il motore di ricerca diffonde notizie, pertanto le sue attività dovevano essere conformi alla legge sui mass media.

Rispondi
 ·
ordine esecutivo 11110 Unius REI
21 minuti fa

[ QUESTA EUROPA DI CRIMINALI FARISEI ROTHSCHILD BILDENBERG, INVOCA SU DI SE, LA DISTRUZIONE TOTALE! ] http://cdn.ruvr.ru/2014/07/02/1505853401/9o_974965.jpg. Putin premia alla memoria il cameraman ucciso in Ucraina. Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato il decreto per assegnare al cameraman del canale della tv pubblica russa Anatoly Klyan l'Ordine del Coraggio alla memoria. Lo hanno riferito al Cremlino. Il 68enne Anatoly Klyan è rimasto ucciso la notte del 30 giugno nell'attacco contro un pullman di giornalisti nella regione di Donetsk. Da 40 anni lavorava per la televisione, era stato sia in Jugoslavia che in Iraq ed Afghanistan. Era partito in quella che è stata la sua ultima trasferta a Donetsk il 28 maggio scorso. In precedenza Vladimir Putin aveva firmato il decreto che rilascia l'Ordine del Coraggio postumo ai giornalisti russi rimasti uccisi in Ucraina Igor Kornelyuk ed Anton Voloshin. Entrambi erano rimasti uccisi durante un bombardamento lo scorso 17 giugno nei pressi di Lugansk.
La Merkel minaccia la Russia di sanzioni più severe. Il cancelliere tedesco Angela Merkel non ha di nuovo escluso che nei confronti della Russia potrebbero essere introdotte nuove sanzioni. Lo ha dichiarato dopo i colloqui con il segretario generale della NATO Anders Fogh Rasmussen. La Merkel ha sottolineato che, la corrispondente decisione non è stata ancora presa. In precedenza un influente associazione economica della Germania, la Commissione orientale dell'Economia tedesca, aveva condotto un sondaggio in base al quale la maggior parte degli imprenditori che fanno affari con la Russia non appoggia l'introduzione del terzo livello di sanzioni economiche.
Washington si sforza affinchè, l'Unione Europea adotti il successivo pacchetto di sanzioni contro la Russia. Tuttavia tra i partner europei degli Stati Uniti non c'è unità su questo tema.
Rispondi
 ·
ordine esecutivo 11110 Unius REI
29 minuti fa

QUESTA è LA DIMOSTRAZIONE, DI COME ESISTE UN SOLO COMPLOTTO DI TUTTA LA LEGA ARABA, CONTRO ISRAELE! Iranian General: U.S. Heads Terrorism in the Region. Iran’s Deputy Chief of Staff says that the United States, [ è vero, che, la sharia è il fondamento, di ogni nazismo, e che, i satanisti USA, giocano dentro tutto questo, per fare scivolare tutto all'inferno! Questo è il tipico caso, di chi vede, la pagliuzza nell'occhio del fratello, e poi, lui non vede la trave, che, è nel suo occhio: UMMAH SHARIA NAZI ONU! e poi, per lui, dove sono tutte le responsabilità di tutti i Paesi del Golfo, nel sostegno del terrorismo islamico in Siria? QUESTA è LA DIMOSTRAZIONE DI COME ESISTE UN SOLO COMPLOTTO DI TUTTA LA LEGA ARABA CONTRO ISRAELE! ] which complies with the "Zionists", is responsible for terrorism. By Elad Benari. First Publish: 7/2/2014, Iran’s Deputy Chief of Staff Masoud Jazayeri recently claimed that the United States, encouraged by Israel, is responsible for the terrorism in the Middle East. Jazayeri’s comments were made in a televised interview which aired on Al-Alam TV on June 29. The interview was translated by the Middle East Media Research Institute (MEMRI). “Personally, I believe that terrorism is strongly connect to the U.S. administration, as part of its compliance with the demands by the Zionist Entity, in the short, medium, and long terms. Unfortunately, some European countries, and some of America's lackeys in the region, play a role in this,” claimed Jazayeri. “All the evidence shows that the U.S. heads terrorism in the region,” he continued. “We witnessed this in Lebanon, it was very clear with regard to the Gaza Strip, as well as in Afghanistan, and now it can undoubtedly, be seen in Syria. As you know, the war of terrorism here is a proxy war waged by the U.S., and the same holds true for Iraq.” Referring to the situation in Iraq, where jihadists from the Islamic State of Iraq and the Levant (ISIS) have taken over several cities and are advancing on Baghdad, Jazayeri declared that Tehran was willing to assist Iraq “should the Iraqi government, or the Iraqi people, feel that the current conditions necessitate it.” “With regard to Syria, we have already declared that we would not allow foreign intervention, and would not allow terrorists connected with foreign intelligence agencies to rule Syria or control it. We will not allow such a thing, which is contrary to the Syrian people's will, which was revealed in the elections held a few weeks ago,” he said. “We will apply the same principle to Iraq. Countries and individuals with unbridled ambitions cannot simply show up and draw a map for the region,” stated Jazayeri. Recent reports indicated that Iran had deployed Revolutionary Guards units to Iraq in order to fight Islamists from the ISIS. The Pentagon subsequently said that Iran has sent "small numbers" of operatives into Iraq, but there is no sign of a large deployment of army units. Generale iraniano: US Heads terrorismo nella regione. Iran Vice Capo di Stato Maggiore afferma che gli Stati Uniti, che soddisfa i "sionisti", è responsabile per il terrorismo. Con Elad Benari. Prima di pubblicazione: 2014/07/02, dell'Iran Vice Capo di Stato Maggiore Masoud Jazayeri ha recentemente affermato, che, gli Stati Uniti, incoraggiato da Israele - è responsabile per il terrorismo in Medio Oriente. I commenti di Jazayeri sono state effettuate, in un'intervista televisiva in onda su Al-Alam TV il 29 giugno. L'intervista è stata tradotta dal Middle East Media Research Institute (MEMRI). "Personalmente, credo che, il terrorismo, è fortemente connettersi al governo degli Stati Uniti, come parte della sua conformità, con le richieste da parte sionista Entità, nel breve, medio e lungo termine. Purtroppo, alcuni paesi europei, e alcuni dei lacchè dell'America nella regione, giocano un ruolo in questo ", ha affermato Jazayeri. "Tutte le prove dimostrano che, gli Stati Uniti dirige il terrorismo nella regione", ha continuato. "Abbiamo assistito a questa in Libano, è stato molto chiaro per quanto riguarda, la Striscia di Gaza, così come in Afghanistan, e ora può senza dubbio essere visto in Siria. Come sapete, la guerra del terrorismo, ecco una guerra per procura condotta dagli Stati Uniti, e lo stesso vale per l'Iraq. "Riferendosi alla situazione in Iraq, dove hanno preso jihadisti dello Stato Islamico dell'Iraq e del Levante (ISIS) su diverse città e stanno avanzando su Baghdad, Jazayeri ha dichiarato che Teheran era disposto ad aiutare l'Iraq "qualora il governo iracheno, o il popolo iracheno, la sensazione che le attuali condizioni richiedono essa." "Per quanto riguarda la Siria, abbiamo già dichiarato che non consentirebbe l'intervento straniero, e non permetterebbe terroristi legati con le agenzie di intelligence straniere per governare la Siria, o controllarlo. Noi non permettiamo una cosa del genere, che, è contraria alla volontà del popolo siriano, che è stato rivelato nelle elezioni tenute qualche settimana fa, "ha detto. "Noi applicare lo stesso principio in Iraq. Paesi e individui con ambizioni sfrenate non possono semplicemente presentarsi e disegnare una mappa per la regione ", ha dichiarato Jazayeri. Recenti rapporti indicano che l'Iran aveva schierato unità di Guardie Rivoluzionarie in Iraq per combattere gli islamisti dal ISIS. Il Pentagono ha poi detto che l'Iran ha inviato "piccole quantità" di operatori in Iraq, ma non vi è alcun segno di un grande spiegamento di unità dell'esercito.
Rispondi
 ·
ordine esecutivo 11110 Unius REI
50 minuti fa

QUESTO Mahmoud Abbas, è UN IRRESPONSABILE! A PRESCINDERE DALLA REALTà DEL FATTO, è NEL METODO: la sua criminale responsabilità, CHE, Mahmoud Abbas, lui SI DOVREBBE DIMETTERE ,IMMEDIATAMENTE! IN QUESTO MODO, LUI BUTTA BENZINA SUL FUOCO, SENZA CHE, è PER NIENTE CHIARA, LA DINAMICA CRIMINALE DEL FATTO! ] proprio lui: Mahmoud Abbas, per mettersi a fare il presidente di Hamas [ Rockets Rain on Israel as Hamas Vows Revenge.[[ Palestinian Authority (PA) Chairman Mahmoud Abbas accused Israelis of taking "revenge" on a Palestinian Arab teen following the horrific murders of teenagers Naftali Frenkel, Gilad Sha'ar, and Eyal Yifrah.]] Barrage hits Israel hours after Hamas threatens action over murder of Arab teen. Reports emerge that IAF may be retaliating. By Arutz Sheva Staff  7/2/2014, A total of eleven rockets have fallen on Israeli soil from Gaza since early Wednesday, with six fired in the past two hours. Hamas terrorists have fired 9 mortar shells and one Kassam rocket into the Eshkol and Sha'ar HaNegev regions Wednesday. No damage and no injuries have been reported. Additional explosions have been heard throughout the day. It is possible that additional rockets have been fired, but fell short of Israeli soil. A continuous rain of rockets have been fired on Israel this week. Fifteen rockets were fired over Sunday night and Monday morning from Gaza, prompting Israeli security forces to announce that Hamas was directly behind the rocket fire - the first official announcement since the end of the counter-terror Operation Pillar of Defense in November 2012. Last week, several rockets caused a massive fire at a plastics factory in Sderot. Four workers managed to escape the factories before they were set ablaze. Hamas has not taken responsibility for the rocket fire. Wednesday's rocket fire increased just hours after Hamas vowed revenge on Israel, after international media and Palestinian Authority (PA) Chairman Mahmoud Abbas accused Israelis of taking "revenge" on a Palestinian Arab teen following the horrific murders of teenagers Naftali Frenkel, Gilad Sha'ar, and Eyal Yifrah. According to Walla! News, the IAF has begun responding to the rocket fire, and have eliminated one terror target. The IDF has not confirmed this retaliatory strike yet. Tensions escalate. 16-year-old Mohammed Abu Khder was found in the Jerusalem Forest earlier Wednesday after allegedly being forced into a black car outside Beit Hanina. Israeli leaders - including the mayor of Jerusalem and Prime Minister Netanyahu - rushed to condemn the murder, after rumor circulated that it was the work of Jewish extremists looking for "revenge" over the abduction and murder of three Israeli teens Naftali Frenkel, Gilad Sha'ar and Eyal Yifrah. Palestinian Authority (PA) Chairman Mahmoud Abbas, as well as some in the international media, have since repeated those claims as fact. But Israeli police have said it is far from clear at this point whether the attack was "nationalistic" or "criminal" in nature, and urged "responsibility" over reporting on it. without specifying further. One retired police officer familiar with the family involved and the Beit Hanina area who spoke to Arutz Sheva on condition of anonymity Wednesday afternoon stated that in his opinion the murder is most likely the work of internal clashes within the boy's family. But those claims remain unconfirmed as well, and the police investigation into the killing is still ongoing. Meanwhile, the news has led to an immense show of violence, with Israeli Arabs rioting throughout Jerusalem and lobbing bombs and projectiles at police officers.
 ·
Rispondi
 ·
ordine esecutivo 11110 Unius REI
1 ora fa

non è intorpidendo le acque, che, si può offendere la lucidità di un mio ragionamento! ] in teoria, questo potrebbe essere stato, anche, un auto attacco! e, comunque, mai nessun crimine, può coprire crimini precedenti! la Sharia rimane, il vero problema, IL FATTORE SCATENANTE! impedimento ad una situazione soluzione strutturale! poi, le conseguenze dell'odio, sono di chi ha detto, "voi siete dhimmi" "voi dovete andare all'inferno, come apostati e idolatri!" e questo i salafiti lo hanno fatto!, a voi non è permesso avere una libertà di coscienza, ed uno status di cittadini normali! e questo la LEGA ARABA LO HA FATTO! ] Senior Official: Arab Teen's Murder Criminal, not Nationalistic. Ex-police official says teen's murder likely inside job, condemns 'irresponsible' reaction of officials blaming Jews. By Arutz Sheva Staff. First Publish: 7/2/2014, Arab riot in response to murder. A senior former police official argues that the abduction and murder of the Arab youth who was found dead Wednesday morning was most likely a criminal act, rejecting the claim that Jewish "revenge" for the murdered Israeli teens lay behind it. The official noted that the family of the murdered 16-year-old was well known to police sources in Jerusalem, adding "it's a problematic family with internal clashes that have been ongoing for many years." "I have no doubt that as time passes it will be clarified that the murder was criminal and nothing more," declared the official, who spoke to Arutz Sheva on condition of anonymity. Several Israeli officials jumped to condemn the murder, including Jerusalem Mayor Nir Barkat, who called it "a grave and barbaric act," adding "this is not our way of doing things." The senior official criticized Barkat sharply for jumping to conclusions and condemning the murder "as if the youth was killed by a Jew in response to the murder of the three Jews in Gush Etzion." When Knesset ministers ascribe the murder as being a "price tag" act, there is serious damage to the image of Israel in the eyes of the world, argued the official. "As a veteran resident of Jerusalem, I'm surprised that the mayor rushed to put out condemnations without clarifying all of the facts. I know the internal conflicts in that family, and we need to wait and not rush to connect the murder of the Arab youth with the abduction in Gush Etzion," added the official. During the ensuing riots in Beit Hanina and Shuafat since the announcement of the murder, several Arab residents reportedly attacked a young local Arab, possibly indicating the internal clashes the source spoke of. Police forces rescued the youth, who did not require medical treatment. The rioters were dispersed by the police force and the assaulted youth left the area. Jumping to conclusions. Nevertheless, Palestinian Authority (PA) Chairman Mahmoud Abbas's spokesperson Nabil Abu Rudeineh lost no time pointing the finger at Israel as being behind the murder, blaming the state for it and demanding that Israel "expose the criminals and bring them to justice." Abbas demanded that Prime Minister Binyamin Netanyahu "condemn the abduction of the Arab youth and his murder, like we condemned the abduction and murder of the three settlers." Abbas's Fatah movement likewise on Wednesday blamed Israel for "the cold blooded abduction and murder of the Arab youth by settlers." Fatah went on to condemn the murder as a "war crime and organized crime," adding it was "a direct result of the continued incitement by the right-wing occupation (Israeli) government and its complete support for settler terror." For his part, Prime Minister Binyamin Netanyahu spoke with Public Security Minister Yitzhak Aharonovich on Wednesday, urging the that the investigation be advanced speedily. Netanyahu called on all sides "not to take the law into their own hands." Riotous reaction to the murder. Quoting eye witnesses, IDF Radio said a black car had stopped by an Arab youth in Jerusalem's Beit Hanina who was hitchhiking and he was forced inside. The car then took off. Some time later, the family of the youth reported him missing, it said. The burnt body of an Arab youth was later found in the Jerusalem Forest area. Police have not formally confirmed the body is that of 16-year-old Mohammed Abu Khder who was kidnapped, reports AFP. Wild rumors and speculation have abounded that the youth was possibly was murdered by Jews as a possible act of revenge after the kidnapping murder of three Jewish teens. However, as the official revealed, reports indicate that the abduction likely was carried out by Arabs and that the murder was an "honor killing" or another kind of criminal murder. Large police forces are combing the area where the body was discovered and hundreds of Arabs from Shuafat are currently rioting. The road between Beit Hanina and Pisgat Ze'ev has been blocked to traffic. In addition, operation of the Light Rail to Beit Hanina and Shuafat has been suspended, due to concern that rioting Arabs may attack the railway and its passengers. The Arab rioting in Shuafat spread to the Temple Mount on Wednesday, where masked Arab rioters threw rocks at police. This led to the decision to close the Mount to visitors. The entrance into Jerusalem from Highway 443 at the Ben Tzion Interchange was also closed off. Three Light Rail stations were destroyed by rioters. Arab pogromists were also reportedly targeting Jewish homes and cars in Pisgat Ze'ev. Later, it was reported that Arab rioters hurled three pipe bombs at police forces. Only one of these appears to have exploded, and police sappers are neutralizing those that did not. No police were reported hurt by the bombs, although a man was hospitalized from the blast. The rioting was reported as continuing strong into the afternoon, with rioters throwing stones, molotov cocktails and another pipe bomb, as police blocked entry to Beit Hanina.
 ·
Rispondi
 ·
ordine esecutivo 11110 Unius REI
4 ore fa

1 luglio 2014, Iraq: dalla dittatura alla Califfato DEI SATANISTI AMERICANI! ] Inseguendo il fantasma delle armi chimiche di Saddam Hussein l’esercito americano ha distrutto l'Iraq in quanto Stato e lo ha trasformato in un altro nido di terrorismo islamico. A chi e perché serviva il crollo del regime di Saddam? Nei primi anni 2000, l'amministrazione neo-conservatrice degli Stati Uniti è stata affascinata da una nuova idea per cui gli americani decisero di riformare il Medio Oriente. Questo piano prevedeva il ridisegno della struttura degli Stati mediorientali che doveva avvenire in due modi: il convinto supporto per i regimi disposti a essere inclusi nell'orbita di influenza americana e la soppressione del potere dei governanti ostinati che per la maggior parte erano dittatori del petrolio. Uno di questi era il ribelle leader iracheno Saddam Hussein, il cui Paese, secondo gli americani, aveva un disperato bisogno di "democratizzazione", dice l'esperto dell’Istituto Orientale di Valutazione e Analisi Strategiche Sergej Demidenko:
Questa strategia ha comportato benefici economici come l'accesso al petrolio iracheno, controllare e dettare i prezzi nel mercato globale dell'energia. Il controllo dell’Iraq avrebbe comportato il controllo dell'OPEC perché l'Iraq possedeva, a quel tempo, la seconda più grande riserva dopo l'Arabia Saudita. In secondo luogo, questa strategia implica la necessità di rendere la regione più fedele non solo agli Stati Uniti, ma anche al "miliardo d'oro" in generale. In terzo luogo, la necessità di limitare varie implicite minacce e sfide che provengono da questa regione. Vale a dire la diffusione del terrorismo, armi di distruzione di massa, le malattie e la migrazione illegale. Tuttavia gli americani non si aspettavano che alla fine tutto ciò li avrebbe condotti ad una "crociata" contro Hussein. Sconfiggendo l'esercito iracheno, tra l’altro non il più debole nella regione, gli Stati Uniti sono diventati impotenti a contenere il collasso dello Stato iracheno. Del resto Washington non ha specificamente impedito la distruzione del Paese e il suo scivolare verso una guerra intestina. Tuttavia, secondo Sergej Demidenko, gli americani non pensavano alle conseguenze: Quando invasero nel 2003, essi non avevano minimamente previsto ciò che si sarebbe potuto verificare. Il fenomeno dell'operazione irachena è spiegato nel fatto che progettarono bene la parte militare e non pensarono a ciò che sarebbe potuto succedere dopo. In quel momento, l'amministrazione americana era profondamente permeata dalla convinzione comune che la democrazia in quanto tale avrebbe raddrizzato tutto. Azzerare Hussein, istituire un Parlamento e tutto si risolve. Ma ciò che è buono per gli Stati Uniti, è un male per le comunità arcaiche. Ma il problema è che non erano pronti. Lo Stato ha cominciato a frantumarsi da solo.
Abitudine generale degli americani è prima agire e poi pensare e questo recentemente è diventato il segno distintivo della politica estera di Washington. E senza questa immediatezza dell’azione americana, la situazione in Iraq avrebbe potuto essere molto diversa, dice il direttore della sezione dell'Asia Centrale e del Medio Oriente dell'Istituto russo degli studi strategici Elena Suponina: Gli americani sono molto convinti delle nozioni teoriche circa la possibilità di esportare la democrazia, di insegnare a qualcuno a vivere diversamente. Sì, l'Iraq era una dittatura. Ma non era così necessario insegnare agli iracheni di vivere in libertà. Non era proprio necessario insegnare loro come vivere. Si sarebbe arrivati ​​a cambiare il Paese, prima o poi sarebbe arrivata la necessità di una riforma. Gli iracheni sarebbe addivenuti a questo. Ma questo non doveva avvenire. I massivi attacchi aerei, i bombardamenti a tappeto di città e villaggi da parte della US Army ha condotto il ricco Paese mediorientale dell'Iraq in un buco nero, dove solo pochi anni dopo ha cominciato ad attrarre i terroristi di ogni colore. E il risultato finale non è così piacevole per l'America: si è rafforzato uno dei gruppi terroristici più militanti: "Lo Stato islamico dell'Iraq e del Levante", che ha annunciato la creazione di un califfato jihadista sul suolo iracheno. http://italian.ruvr.ru/2014_07_01/Iraq-dalla-dittatura-alla-Califfato-0058/
 
ordine esecutivo 11110 Unius REI
4 ore fa

Benjamin Netanyahu -- [ trova e punisci in modo esemplare i responsabili! MA, IO RIBADISCO, CHE, BISOGNA TROVARE UNA SOLUZIONE STRUTTURALE, DEFINITIVA! ] In Israele ignoti hanno rapito e ucciso un adolescente palestinese. Lo riporta l'agenzia RIA Novosti. Il ragazzo palestinese è stato rapito nella notte di mercoledì nella parte orientale di Gerusalemme. Diverse ore dopo il corpo del teenager è stato ritrovato in un'altra zona della città.

ordine esecutivo 11110 Unius REI
4 ore fa

Un convoglio di profughi provenienti da Kramatorsk, che, cercava di raggiungere l'Oblast' di Vladimir, è stato attaccato a 20 chilometri dal confine russo. Lo ha riferito il commissario per i diritti dell'infanzia dell'Oblast' di Vladimir Gennady Prokhorychev.
Secondo lui, il fatto è avvenuto questa notte. Hanno aperto il fuoco contro un auto delle forze separatiste, in testa al convoglio. "Quindi hanno deciso di non far correre rischi a donne e bambini, pertanto, sono stati costretti a ritornare a Krasnodon" - ha detto Prokhorychev. http://cdn.ruvr.ru/2014/07/02/1505852371/2023-06-25T194854Z_1284731287_GM1EA6Q09CX01_RTRMADP_3_UKRAINE-CRISIS.JPG
Nell'attacco nessuno è rimasto ferito. I pullman diretti nella regione di Vladimir trasportavano 84 profughi di Kramatorsk, tra cui 46 bambini.

ordine esecutivo 11110 Unius REI
4 ore fa

http://cdn.ruvr.ru/2014/07/02/1505866696/9RIAN_02456196.HR.jpg
La Russia invita l'Ucraina a non bombardare le città pacifiche. Mosca esorta Kiev ad abbandonare le azioni che provocano vittime, tra la popolazione civile dell'Ucraina. Lo hanno dichiarato al ministro degli Esteri russo. "Ancora una volta chiediamo con insistenza alle autorità ucraine, se sono in grado di valutare le conseguenze della loro politica criminale, di rinunciare al bombardamento delle città e dei villaggi pacifici e di ripristinare una vera tregua per salvaguardare la vita della popolazione", si afferma nel comunicato della diplomazia russa. "Risolvere i problemi politici dell'Ucraina attraverso l'eliminazione fisica dei suoi cittadini non soddisfa le norme della società civile europea, su cui punta Kiev", ritengono al ministero.

ordine esecutivo 11110 Unius REI
4 ore fa

GIUSTAMENTE Russia, accusa, la Casa Bianca di interferire nella situazione in Ucraina. giustamente! e la Europa ne pagherà tutte le conseguenze di questa politica scellerata! Crisi ucraina, “fallimentare la politica di sanzioni contro la Russia”

ordine esecutivo 11110 Unius REI
4 ore fa

Kerry to Iran: Deal Possible, but Time is Running Out.[[ Re Abd Allah Arabia Saudita, Benjamin Netanyahu, [ SE, VOI PENSATE DI SALVARE IL GENERE UMANO, ACCORDATEVI SUBITO! IO HO GIà SALVATO L'IRAN, UNA VOLTA, ORA, NON LO FARò PIù! ]] U.S. Secretary of State warns Iran that a nuclear deal is still possible, but time is running out. By Elad Benari. First Publish: 7/2/2014, U.S. Secretary of State John Kerry is warning Iran that a nuclear deal is still possible, but time is running out. In an editorial piece which appeared in The Washington Post on Monday, Kerry wrote, “All along, these negotiations have been about a choice for Iran’s leaders. They can agree to the steps necessary to assure the world that their country’s nuclear program will be exclusively peaceful and not be used to build a weapon, or they can squander a historic opportunity to end Iran’s economic and diplomatic isolation and improve the lives of their people.” “Diplomacy and leadership are marked by tough calls. This shouldn’t be one of them,” wrote Kerry.
“Iranian officials have stated repeatedly and unambiguously that they have no intention of building a nuclear weapon and that their nuclear activities are designed solely to fulfill civilian needs. Assuming that’s true, it’s not a hard proposition to prove.” “Throughout these talks, Iran’s negotiators have been serious. Iran has also defied the expectations of some by meeting its obligations under the Joint Plan of Action, which has allowed time and space for the comprehensive negotiations to proceed. Specifically, Iran has been eliminating its stockpile of higher levels of enriched uranium, limited its enrichment capability by not installing or starting up additional centrifuges, refrained from making further advances at its enrichment facilities and heavy-water reactor, and allowed new and more frequent inspections.”
“In exchange, the European Union and the P5+1 have provided limited financial relief to Iran, even as the architecture of international sanctions and the vast majority of sanctions themselves remained firmly in place,” Kerry added.
“Now Iran must choose,” he declared. “During the comprehensive negotiations, the world has sought nothing more than for Iran to back up its words with concrete and verifiable actions. We have, over the past several months, proposed a series of reasonable, verifiable and easily achievable measures that would ensure Iran cannot obtain a nuclear weapon and that its program is limited to peaceful purposes. In return, Iran would be granted phased relief from nuclear-related sanctions.”
“What will Iran choose? Despite many months of discussion, we don’t know yet. We do know that substantial gaps still exist between what Iran’s negotiators say they are willing to do and what they must do to achieve a comprehensive agreement. We also know that their public optimism about the potential outcome of these negotiations has not been matched, to date, by the positions they have articulated behind closed doors,” said Kerry. He revealed that there is a “discrepancy between Iran’s professed intent with respect to its nuclear program and the actual content of that program to date. The divide between what Iran says and what it has done underscores why these negotiations are necessary and why the international community united to impose sanctions in the first place.”
“Iran’s claim that the world should simply trust its words ignores the fact that the International Atomic Energy Agency has reported since 2002 on dozens of violations by Iran of its international nonproliferation obligations, starting in the early 1980s,” noted Kerry. “The UN Security Council responded by adopting four resolutions under Chapter VII, requiring Iran to take steps to address these violations. These issues cannot be dismissed; they must be addressed by the Iranians if a comprehensive solution is to be reached. These are not just the expectations of any one country, but of the community of nations.” “To gain relief from sanctions, the world is simply asking Iran to demonstrate that its nuclear activities are what it claims them to be,” he wrote, adding that the negotiations with Iran have a chance to succeed “but time is running short.”
Iran and the six powers, also known as the P5+1, have been striving to turn an interim deal signed in November into a comprehensive settlement by July 20.
So far there has been little progress and Iran’s foreign minister, Mohammad Javad Zarif, said following the last round that Iran rejected the West’s "excessive demands". At the same time, Zarif previously indicated that the sides have started drafting a comprehensive agreement, though “there are still many differences” over the text. Under Secretary of State for Political Affairs Wendy Sherman, who has been leading the U.S. team in the negotiations with Iran, recently indicated that it is unclear whether Iran is ready to take the steps necessary to assure the world its nuclear ambitions are entirely peaceful.
Sherman said the fifth round of Vienna talks produced a "working document" that is "heavily bracketed" due to remaining disagreements, making clear much work remains to reach a deal.
Israel, meanwhile, has repeatedly warned against the impending nuclear deal between Iran and the West. Prime Minister Binyamin Netanyahu reiterated his warnings this week.

ordine esecutivo 11110 Unius REI
5 ore fa

Bat-Galim Sha'ar: Failures Go Right to the Top. The mother of murdered teen Gilad Sha'ar confronted top security officials, pleading for answers about how the system failed her son. By Yaakov Levi. First Publish: 7/2/2014, Re Abd Allah Arabia Saudita, Benjamin Netanyahu, [ NOI sappiamo tutti che il Regno di Dio, è impostato in maniera gerarchica, infatti è un REGNO! anche, la democrazia, se, non viene trasformata in anarchia, dai bildenberg farisei demoni Illuminati, potrebbe avere un concetto gerarchico efficace di autorità!

ordine esecutivo 11110 Unius REI

Re Abd Allah Arabia Saudita, Benjamin Netanyahu, [ in realtà, il destino del mondo dipende dalle vostre scelte politiche, ma, è Israele, che, ha nelle sue mani l'ago della bilancia! SE, GLI ATTUALI ASSETTI DEL MONDO, NON VERRANNO CAMBIATI, MORIREMO TUTTI!

ordine esecutivo 11110 Unius REI

Re Abd Allah Arabia Saudita, Benjamin Netanyahu, [ perché, voi scendete dalle nuvole, come, se, voi sentite da me, per la prima volta, questo insegnamento? ] io ho sempre detto ed espresso questo concetto, sono anni che, io dico questo!

califfato jihadista

Bat-Galim Sha'ar: Failures Go Right to the Top. The mother of murdered teen Gilad Sha'ar confronted top security officials, pleading for answers about how the system failed her son. By Yaakov Levi. First Publish: 7/2/2014, Re Abd Allah Arabia Saudita, Benjamin Netanyahu, [ NOI sappiamo tutti che il Regno di Dio, è impostato in maniera gerarchica, infatti è un REGNO! anche, la democrazia, se, non viene trasformata in anarchia, dai bildenberg farisei demoni Illuminati, potrebbe avere un concetto gerarchico efficace di autorità! Un arrabbiato Bat-Galim Sha'ar, madre di Gilad (16), che insieme a Eyal Yifrah (19) e Naftali Frenkel (16) sono stati rapiti e uccisi dai terroristi di Hamas, il Mercoledì livellato dure critiche a funzionari della sicurezza migliori. Bat-Galim Sha'ar: Failures Go Right to the Top The mother of murdered teen Gilad Sha'ar confronted top security officials, pleading for answers about how the system failed her son. By Yaakov Levi. First Publish: 7/2/2014, An angry Bat-Galim Sha'ar, mother of Gilad (16), who along with Eyal Yifrah (19) and Naftali Frenkel (16) were kidnapped and murdered by Hamas terrorists, on Wednesday leveled harsh criticism at top security officials. Sha'ar said she had condemned Defense Minister Moshe Yaalon and Israel Security Agency (ISA or Shin Bet) head Yoram Cohen over the “terrible failure of the system the night the teens were killed.” Speaking to Arutz Sheva, Sha'ar promised the two officials that after her son came home, she would “go after them” and the security apparatus in general for waiting for over eight hours before opening an investigation into the teens' disappearance. Sha'ar made the comments after the recording was released of the chilling call Gilad made as he was being abducted to the police emergency call center tape. The call, which took place at 10:25 p.m. on June 12, lasted in total for 2:09 minutes - most of which was comprised of the police trying to resume contact after the caller was abruptly cut off. Some of the tape consists of garbled pleas by Gilad for help, with the police respondent saying “hello?” in response, apparently not understanding what is being said to him. Eventually he does get the message and asks the youth where he is, but at that point, Gilad is cut off. In the background, various noises are heard including shouts by the kidnappers at the youths to “keep their heads down,” an Israel Radio program, and several gunshots – and, it was revealed Wednesday afternoon, singing by the terrorists. Police apparently thought that the call was a hoax,, and ignored it until the parents of one of the youths filed a missing person's report at 3:00 a.m. It was still several hours before police connected the frantic call with the report. Bat-Galim Sha'ar heard the tape the day after the call was made, and noticed the gunshots too – and was told by police, she said, that they were “blanks,” and that her son was probably still alive. "We all were hopeful, we heard Gilad's voice on the tape and it did not sound like he was about to be murdered," she said. Police say that it is possible that the youths were killed just minutes after they were abducted, after the terrorists discovered that the phone call had been made. Gilad's father, Ofir, who called dozens of security organizations and emergency hotlines during the fateful night his son went missing, is very frustrated. “Only a little has been published about what we were doing to find the boys,” said Ofir. “The whole thing is shocking and upsetting. I hope they learn some lessons from this.” Police announced Sunday that the Judea and Samaria District Operations Department Commander is to be dismissed as a result of the police mishandling of the call, as will the Commander of the District's Control Outpost (Mashlat) and Operations Branch Commander, IDF Radio reported Monday. Also to be dismissed are the policeman who was in charge of the shift at the police's '100' hotline and the senior policewoman who received the information about the call and classified it as a prank. Speaking to Channel 10 Tuesday night, Bat-Galim Sha'ar said that “because there were many departments and offices involved in dealing with the initial reports and the phone call, no one is willing to take responsibility." "At some point that night we realized that it was no longer a police matter, but an issue for the army, which took some time to figure out what was going on – and there first move was to set up roadblocks in the Beit Shemesh area, wasting valuable time. Finally we decided we needed someone with 'connections' to get the search started," said Sha'ar. “When they told me finally at 6:00 a.m. Friday that the army was on the job, I felt better – as if we were in good hands,” she added. “I was naïve, I told everyone Gilad would be home before Shabbat.” Sha'ar ha detto che aveva condannato il ministro della Difesa Moshe Yaalon e Israele Security Agency (ISA o Shin Bet), Yoram Cohen testa sopra la "terribile fallimento del sistema della notte i ragazzi sono stati uccisi." Parlando di Arutz Sheva, Sha'ar ha promesso i due funzionari che, dopo il figlio tornò a casa, lei avrebbe "andare dietro a loro" e l'apparato di sicurezza in generale per l'attesa per oltre otto ore prima di aprire un'inchiesta sulla scomparsa dei ragazzi '. Sha'ar ha formulato le osservazioni dopo che la registrazione è stata rilasciata della telefonata agghiacciante Gilad fatto mentre veniva rapito il nastro della polizia centrale di emergenza. L'invito, che ha avuto luogo presso 10:25 il 12 giugno, è durato in totale per 2:09 minuti - la maggior parte delle quali era composta della polizia cercando di riprendere i contatti dopo che il chiamante è stata bruscamente interrotta. Alcuni del nastro è costituito da motivi incomprensibili di Gilad di aiuto, con l'intervistato polizia dicendo "ciao?", In risposta, a quanto pare non capire quello che viene detto a lui. Alla fine si fa arrivare il messaggio e chiede ai giovani dove si trova, ma a quel punto, Gilad è tagliato fuori. Sullo sfondo, vari rumori si sentono compresi grida da parte dei rapitori ai giovani a "tenere la testa in giù", un programma di Radio Israele, e diversi da arma da fuoco - e, è stato rivelato Mercoledì pomeriggio, cantando dai terroristi. La polizia apparentemente pensavano che la chiamata era una bufala, e ignorato fino a quando i genitori di uno dei giovani ha presentato la relazione di una persona scomparsa a 03:00 Era ancora diverse ore prima che la polizia connessi alla chiamata frenetica con la relazione. Bat-Galim Sha'ar sentito il nastro il giorno dopo la chiamata è stata fatta, e notò le spari troppo - ed è stato detto dalla polizia, ha detto, che erano "spazi vuoti", e che suo figlio era probabilmente ancora vivo. "Siamo rimasti tutti speranzosi, abbiamo sentito la voce di Gilad sul nastro e non sembrava che stava per essere ucciso", ha detto. La polizia dice che è possibile che i giovani sono stati uccisi pochi minuti dopo che sono stati rapiti, dopo che i terroristi hanno scoperto che la telefonata era stata fatta. Il padre di Gilad, Ofir, che ha chiamato decine di organizzazioni di sicurezza e di numeri di emergenza durante la notte fatidica suo figlio scomparso, è molto frustrato. «Solo un po 'è stato pubblicato su quello che stavamo facendo per trovare i ragazzi", ha detto Ofir. "L'intera cosa è scioccante e sconvolgente. Spero che imparano alcune lezioni di questa. " La polizia ha annunciato Domenica che la Giudea e la Samaria District Operations Department Commander deve essere respinto in quanto a seguito della cattiva gestione della polizia della chiamata, come sarà il comandante del controllo Outpost del Distretto (Mashlat) e Operations Branch Commander, IDF Radio riferito Lunedi. Inoltre, essere respinto è il poliziotto che era responsabile del turno a '100 'hotline della polizia e la poliziotta anziano che ha ricevuto le informazioni sulla chiamata e classificata come uno scherzo. Parlando a Channel 10 Martedì sera, Bat-Galim Sha'ar ha detto che "perché c'erano molti dipartimenti e degli uffici coinvolti nel trattare con le relazioni iniziali e la telefonata, nessuno è disposto ad assumersi la responsabilità." "A un certo punto quella sera ci siamo resi conto che non era più una questione di polizia, ma un problema per l'esercito, che ha preso un po 'di tempo per capire cosa stava succedendo - e non prima mossa fu di istituire posti di blocco nella zona di Beit Shemesh , sprecando tempo prezioso. Finalmente abbiamo deciso che ci serviva qualcuno con 'collegamenti' per ottenere la ricerca iniziata ", ha detto Sha'ar. "Quando mi hanno detto finalmente alle 06:00 Venerdì che l'esercito era sul posto di lavoro, mi sentivo meglio - come se fossimo in buone mani", ha aggiunto. "Sono stato ingenuo, ho detto a tutti Gilad sarebbe a casa prima di Shabbat." Kerry a Iran: accordo possibile, ma il tempo sta scadendo [[Re Abd Allah Arabia Saudita, Benjamin Netanyahu, [SE, VOI compensare DI SALVARE IL GENERE UMANO, ACCORDATEVI SUBITO.! IO HO GIA SALVATO L'IRAN, UNA VOLTA, ORA, NON LO FARO PIù! ]] Segretario di Stato degli Stati Uniti mette in guardia l'Iran che un accordo nucleare è ancora possibile, ma il tempo sta per scadere. Con Elad Benari. Prima di pubblicazione: 2014/07/02, segretario di Stato Usa John Kerry sta avvertendo l'Iran che un accordo nucleare è ancora possibile, ma il tempo sta per scadere. In un pezzo editoriale apparso sul Washington Post il Lunedi, Kerry ha scritto: "Tutti insieme, questi negoziati sono stati circa una scelta per i leader iraniani. Essi possono accettare le misure necessarie per assicurare al mondo che il programma nucleare del loro paese sarà esclusivamente pacifico e non può essere utilizzato per costruire un'arma, oppure possono sprecare un'occasione storica per porre fine all'isolamento economico e diplomatico iraniano e migliorare la vita del loro popolo . "" La diplomazia e la leadership sono contrassegnati da chiamate difficili. Questo non dovrebbe essere uno di loro ", ha scritto Kerry. "I funzionari iraniani hanno dichiarato ripetutamente e senza ambiguità che non hanno alcuna intenzione di costruire un'arma nucleare e che le loro attività nucleari sono progettate esclusivamente per soddisfare le esigenze civili. Supponendo che sia vero, non è una proposta difficile da dimostrare. "" Durante questi colloqui, i negoziatori iraniani sono stati gravi. L'Iran ha anche sfidato le aspettative di alcuni per soddisfare i suoi obblighi nel quadro del piano d'azione comune, che ha permesso il tempo e lo spazio per i negoziati globali per procedere. In particolare, l'Iran è stato eliminando la sua riserva di livelli più elevati di uranio arricchito, ha limitato la sua capacità di arricchimento da non installare o avviare centrifughe supplementari, astenuti dal fare ulteriori progressi nei suoi impianti di arricchimento e di reattore ad acqua pesante, e ha permesso nuove e più frequenti ispezioni . " "In cambio, l'Unione europea e il P5 +1 hanno fornito sollievo finanziario limitato in Iran, anche se l'architettura di sanzioni internazionali e la stragrande maggioranza delle sanzioni stesse è rimasta saldamente al suo posto", ha aggiunto Kerry. "Ora l'Iran deve scegliere", ha dichiarato. "Nel corso dei negoziati globali, il mondo ha cercato niente di più che per l'Iran per eseguire le proprie parole con azioni concrete e verificabili. Abbiamo, nel corso degli ultimi mesi, ha proposto una serie di misure ragionevoli, verificabili e facilmente realizzabili che garantirebbero l'Iran non può ottenere un'arma nucleare e che il suo programma è limitato a scopi pacifici. In cambio, l'Iran avrebbe concesso sollievo gradualmente da sanzioni legate al nucleare. " "Quale sarà l'Iran scegliere? Nonostante i molti mesi di discussione, noi non lo sappiamo ancora. Sappiamo che esistono ancora lacune sostanziali tra ciò che i negoziatori iraniani dicono che sono disposti a fare e ciò che devono fare per raggiungere un accordo globale. Sappiamo anche che il loro ottimismo pubblico l'esito potenziale di questi negoziati non è stato abbinato, ad oggi, dalle posizioni sono articolate a porte chiuse ", ha detto Kerry. Egli ha rivelato che c'è una "discrepanza tra intenzioni professato dell'Iran rispetto al suo programma nucleare e il contenuto effettivo di tale programma fino ad oggi. Il divario tra ciò che l'Iran dice e quello che ha fatto sottolinea il motivo per cui sono necessari questi negoziati e perché la comunità internazionale unita di imporre sanzioni in primo luogo. " "Pretesa dell'Iran che il mondo dovrebbe semplicemente fidarsi sue parole ignora il fatto che l'Agenzia internazionale per l'energia atomica ha riportato dal 2002 su decine di violazioni da parte dell'Iran dei suoi obblighi di non proliferazione internazionale, a partire dai primi anni 1980", ha osservato Kerry. "Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha risposto con l'adozione di quattro risoluzioni in base al capitolo VII, che richiede l'Iran ad adottare misure per affrontare tali violazioni. Questi problemi non possono essere licenziati; esse devono essere affrontate dagli iraniani, se una soluzione completa deve essere raggiunta. Queste non sono solo le aspettative di un solo paese, ma della comunità delle nazioni. "" Per ottenere sollievo dalle sanzioni, il mondo sta semplicemente chiedendo all'Iran di dimostrare che le sue attività nucleari sono ciò che dice loro di essere ", ha scritto, aggiungendo che i negoziati con l'Iran hanno la possibilità di avere successo ", ma il tempo stringe." Iran e le sei potenze, noto anche come P5 +1, sono stati impegnati a trasformare un accordo provvisorio firmato a novembre in una soluzione globale entro il 20 luglio. Finora ci sono stati pochi progressi e il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, ha detto dopo l'ultimo turno che l'Iran ha respinto "richieste eccessive" dell'Occidente. Allo stesso tempo, Zarif in precedenza indicato che le parti hanno iniziato la stesura di un accordo globale, anche se "ci sono ancora molte differenze" sul testo. Sottosegretario di Stato per gli affari politici Wendy Sherman, che ha guidato la squadra degli Stati Uniti nei negoziati con l'Iran, ha recentemente dichiarato che non è chiaro se l'Iran è pronto a prendere le misure necessarie per assicurare al mondo le sue ambizioni nucleari sono del tutto pacifica. Sherman ha detto che il quinto round dei colloqui di Vienna ha prodotto un "documento di lavoro" che è "fortemente tra parentesi" a causa di disaccordi rimanenti, rendendo chiaro ancora molto lavoro per raggiungere un accordo. Israele, nel frattempo, ha ripetutamente messo in guardia contro l'accordo nucleare imminente tra l'Iran e l'Occidente. Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha ribadito i suoi avvertimenti questa settimana. Kerry to Iran: Deal Possible, but Time is Running Out.[[ Re Abd Allah Arabia Saudita, Benjamin Netanyahu, [ SE, VOI PENSATE DI SALVARE IL GENERE UMANO, ACCORDATEVI SUBITO! IO HO GIà SALVATO L'IRAN, UNA VOLTA, ORA, NON LO FARò PIù! ]] U.S. Secretary of State warns Iran that a nuclear deal is still possible, but time is running out. By Elad Benari. First Publish: 7/2/2014, U.S. Secretary of State John Kerry is warning Iran that a nuclear deal is still possible, but time is running out. In an editorial piece which appeared in The Washington Post on Monday, Kerry wrote, “All along, these negotiations have been about a choice for Iran’s leaders. They can agree to the steps necessary to assure the world that their country’s nuclear program will be exclusively peaceful and not be used to build a weapon, or they can squander a historic opportunity to end Iran’s economic and diplomatic isolation and improve the lives of their people.” “Diplomacy and leadership are marked by tough calls. This shouldn’t be one of them,” wrote Kerry. “Iranian officials have stated repeatedly and unambiguously that they have no intention of building a nuclear weapon and that their nuclear activities are designed solely to fulfill civilian needs. Assuming that’s true, it’s not a hard proposition to prove.” “Throughout these talks, Iran’s negotiators have been serious. Iran has also defied the expectations of some by meeting its obligations under the Joint Plan of Action, which has allowed time and space for the comprehensive negotiations to proceed. Specifically, Iran has been eliminating its stockpile of higher levels of enriched uranium, limited its enrichment capability by not installing or starting up additional centrifuges, refrained from making further advances at its enrichment facilities and heavy-water reactor, and allowed new and more frequent inspections.” “In exchange, the European Union and the P5+1 have provided limited financial relief to Iran, even as the architecture of international sanctions and the vast majority of sanctions themselves remained firmly in place,” Kerry added. “Now Iran must choose,” he declared. “During the comprehensive negotiations, the world has sought nothing more than for Iran to back up its words with concrete and verifiable actions. We have, over the past several months, proposed a series of reasonable, verifiable and easily achievable measures that would ensure Iran cannot obtain a nuclear weapon and that its program is limited to peaceful purposes. In return, Iran would be granted phased relief from nuclear-related sanctions.” “What will Iran choose? Despite many months of discussion, we don’t know yet. We do know that substantial gaps still exist between what Iran’s negotiators say they are willing to do and what they must do to achieve a comprehensive agreement. We also know that their public optimism about the potential outcome of these negotiations has not been matched, to date, by the positions they have articulated behind closed doors,” said Kerry. He revealed that there is a “discrepancy between Iran’s professed intent with respect to its nuclear program and the actual content of that program to date. The divide between what Iran says and what it has done underscores why these negotiations are necessary and why the international community united to impose sanctions in the first place.” “Iran’s claim that the world should simply trust its words ignores the fact that the International Atomic Energy Agency has reported since 2002 on dozens of violations by Iran of its international nonproliferation obligations, starting in the early 1980s,” noted Kerry. “The UN Security Council responded by adopting four resolutions under Chapter VII, requiring Iran to take steps to address these violations. These issues cannot be dismissed; they must be addressed by the Iranians if a comprehensive solution is to be reached. These are not just the expectations of any one country, but of the community of nations.” “To gain relief from sanctions, the world is simply asking Iran to demonstrate that its nuclear activities are what it claims them to be,” he wrote, adding that the negotiations with Iran have a chance to succeed “but time is running short.” Iran and the six powers, also known as the P5+1, have been striving to turn an interim deal signed in November into a comprehensive settlement by July 20. So far there has been little progress and Iran’s foreign minister, Mohammad Javad Zarif, said following the last round that Iran rejected the West’s "excessive demands". At the same time, Zarif previously indicated that the sides have started drafting a comprehensive agreement, though “there are still many differences” over the text. Under Secretary of State for Political Affairs Wendy Sherman, who has been leading the U.S. team in the negotiations with Iran, recently indicated that it is unclear whether Iran is ready to take the steps necessary to assure the world its nuclear ambitions are entirely peaceful. Sherman said the fifth round of Vienna talks produced a "working document" that is "heavily bracketed" due to remaining disagreements, making clear much work remains to reach a deal. Israel, meanwhile, has repeatedly warned against the impending nuclear deal between Iran and the West. Prime Minister Binyamin Netanyahu reiterated his warnings this week. GIUSTAMENTE Russia, accusa, la Casa Bianca di interferire nella situazione in Ucraina. giustamente! e la Europa ne pagherà tutte le conseguenze di questa politica scellerata! Crisi ucraina, “fallimentare la politica di sanzioni contro la Russia” http://cdn.ruvr.ru/2014/07/02/1505866696/9RIAN_02456196.HR.jpg La Russia invita l'Ucraina a non bombardare le città pacifiche. Mosca esorta Kiev ad abbandonare le azioni che provocano vittime, tra la popolazione civile dell'Ucraina. Lo hanno dichiarato al ministro degli Esteri russo. "Ancora una volta chiediamo con insistenza alle autorità ucraine, se sono in grado di valutare le conseguenze della loro politica criminale, di rinunciare al bombardamento delle città e dei villaggi pacifici e di ripristinare una vera tregua per salvaguardare la vita della popolazione", si afferma nel comunicato della diplomazia russa. "Risolvere i problemi politici dell'Ucraina attraverso l'eliminazione fisica dei suoi cittadini non soddisfa le norme della società civile europea, su cui punta Kiev", ritengono al ministero. Un convoglio di profughi provenienti da Kramatorsk, che, cercava di raggiungere l'Oblast' di Vladimir, è stato attaccato a 20 chilometri dal confine russo. Lo ha riferito il commissario per i diritti dell'infanzia dell'Oblast' di Vladimir Gennady Prokhorychev. Secondo lui, il fatto è avvenuto questa notte. Hanno aperto il fuoco contro un auto delle forze separatiste, in testa al convoglio. "Quindi hanno deciso di non far correre rischi a donne e bambini, pertanto, sono stati costretti a ritornare a Krasnodon" - ha detto Prokhorychev. http://cdn.ruvr.ru/2014/07/02/1505852371/2023-06-25T194854Z_1284731287_GM1EA6Q09CX01_RTRMADP_3_UKRAINE-CRISIS.JPG Nell'attacco nessuno è rimasto ferito. I pullman diretti nella regione di Vladimir trasportavano 84 profughi di Kramatorsk, tra cui 46 bambini. Benjamin Netanyahu -- [ trova e punisci in modo esemplare i responsabili! MA, IO RIBADISCO, CHE, BISOGNA TROVARE UNA SOLUZIONE STRUTTURALE, DEFINITIVA! ] In Israele ignoti hanno rapito e ucciso un adolescente palestinese. Lo riporta l'agenzia RIA Novosti. Il ragazzo palestinese è stato rapito nella notte di mercoledì nella parte orientale di Gerusalemme. Diverse ore dopo il corpo del teenager è stato ritrovato in un'altra zona della città. Il nome del sistema finanziario di Bretton Woods, nel quale la valuta principale è il dollaro americano, viene dalla conferenza omonima dove, nel luglio 1944, fu presa, in sostanza, una decisione fatidica che cambiò fondamentalmente lo sviluppo di tutta l’economia mondiale. In quella sede fu firmato l’accordo che diventò la base del sistema monetario e creditizio moderno. In quel periodo tale ordinamento economico mondiale era efficace, ma nelle nuove realtà emergono ormai altre valute pronte a dare il cambio al dollaro, dice Serghej Khestanov. direttore amministrativo del gruppo ALOR: Il sistema di Bretton Woods fu concepito per stabilizzare i cambi delle valute principali dei paesi partecipanti, per agganciare le stesse al dollaro americano, che in quel periodo era agganciato all’oro. Nelle condizioni in cui, dopo la Seconda guerra mondiale, la maggior parte dell’Europa giaceva in rovine, questo sistema svolse un grande ruolo positivo nella ricostruzione postbellica dell’Europa e, in generale, nello sviluppo dell’Europa fino alla stagflazione degli anni ‘70. Negli anni ’70 avvenne la svalutazione del dollaro, il che portò alla crisi del sistema dei rapporti di cambio fissi e all’erosione del sistema di Bretton Woods. I nuovi principi di regolazione valutaria, concordati nel 1976 anni, furono chiamati “sistema valutario basato sugli accordi di Giamaica”. Questo sistema doveva assicurare un passaggio graduale al sistema dei cambi fluttuanti delle valute, alla completa rinuncia al gold standard con la conservazione del ruolo dell’oro quale fondo degli attivi liquidi. Igor Nikolaev, direttore del dipartimento di analisi strategica della compagnia di audit FBK, ritiene che in quel periodo il sistema aureo fosse già invecchiato: I paesi rinunciarono algold standard e all’agganciamento delle valute all’oro. Ciò corrispondeva alle realtà di tipo nuovo. Con gli anni è venuto fuori che anche questo sistema ha bisogno di miglioramento, che anche’esso è in evoluzione. Il dollaro non è più così forte rispetto alle altre valute. Allora hanno cominciato svilupparsi attivamente istituti finanziari internazionali che concedevano prestiti in valuta americana. Un ruolo importantissimo in questo sistema è stato assunto dal Fondo monetario internazionale. Le realtà del Duemila hanno dimostrato che il dollaro non potrà più essere l’unica valuta internazionale, che sarà spodestato da altre valute. Secondo Serghej Khestanov, direttore amministrativo del gruppo ALOR, Attualmente il ruolo del dollaro è alquanto inferiore rispetto a due o tre decenni fa. Ciò è dovuto in parte alla comparsa nell’arena internazionale di una valuta come l’euro. Inoltre, è visibilmente cresciuta l’economia della Cina. Secondo le stime di numerosi economicisti, l’economia cinese si è avvicinata strettamente a quella degli USA. È ovvio che queste due economie concorrenti influiranno sostanzialmente sul ruolo del dollaro americano, che indubbiamente conserverà ancora a lungo la propria leadership, ma queste due valute, euro e yuan, avanzeranno contro il dollaro. Il dollaro non è agganciato a niente e l’avanzata di altre economie che stanno per uguagliare gli USA per il livello di sviluppo del sistema finanziario hanno spinto molti paesi a passare ad altre valute nella loro circolazione monteria e mercantile. In queste valute vengono effettuate, ad esempio, molte operazioni in America latina. Un attivo impiego dello yuan viene promosso dalla Cina. Numerose operazioni nel territorio dell’Unione doganale e dell’ex Unione Sovietica vengono realizzate in rubli russi. Tali pagamenti sono più efficaci e i paesi risparmiano quindi molto sulle transazioni. Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/2014_06_30/Il-sistema-di-Bretton-Woods-e-l-economia-mondiale-1878/ 1 luglio 2014, Iraq: dalla dittatura alla Califfato DEI SATANISTI AMERICANI! ] Inseguendo il fantasma delle armi chimiche di Saddam Hussein l’esercito americano ha distrutto l'Iraq in quanto Stato e lo ha trasformato in un altro nido di terrorismo islamico. A chi e perché serviva il crollo del regime di Saddam? Nei primi anni 2000, l'amministrazione neo-conservatrice degli Stati Uniti è stata affascinata da una nuova idea per cui gli americani decisero di riformare il Medio Oriente. Questo piano prevedeva il ridisegno della struttura degli Stati mediorientali che doveva avvenire in due modi: il convinto supporto per i regimi disposti a essere inclusi nell'orbita di influenza americana e la soppressione del potere dei governanti ostinati che per la maggior parte erano dittatori del petrolio. Uno di questi era il ribelle leader iracheno Saddam Hussein, il cui Paese, secondo gli americani, aveva un disperato bisogno di "democratizzazione", dice l'esperto dell’Istituto Orientale di Valutazione e Analisi Strategiche Sergej Demidenko: Questa strategia ha comportato benefici economici come l'accesso al petrolio iracheno, controllare e dettare i prezzi nel mercato globale dell'energia. Il controllo dell’Iraq avrebbe comportato il controllo dell'OPEC perché l'Iraq possedeva, a quel tempo, la seconda più grande riserva dopo l'Arabia Saudita. In secondo luogo, questa strategia implica la necessità di rendere la regione più fedele non solo agli Stati Uniti, ma anche al "miliardo d'oro" in generale. In terzo luogo, la necessità di limitare varie implicite minacce e sfide che provengono da questa regione. Vale a dire la diffusione del terrorismo, armi di distruzione di massa, le malattie e la migrazione illegale. Tuttavia gli americani non si aspettavano che alla fine tutto ciò li avrebbe condotti ad una "crociata" contro Hussein. Sconfiggendo l'esercito iracheno, tra l’altro non il più debole nella regione, gli Stati Uniti sono diventati impotenti a contenere il collasso dello Stato iracheno. Del resto Washington non ha specificamente impedito la distruzione del Paese e il suo scivolare verso una guerra intestina. Tuttavia, secondo Sergej Demidenko, gli americani non pensavano alle conseguenze: Quando invasero nel 2003, essi non avevano minimamente previsto ciò che si sarebbe potuto verificare. Il fenomeno dell'operazione irachena è spiegato nel fatto che progettarono bene la parte militare e non pensarono a ciò che sarebbe potuto succedere dopo. In quel momento, l'amministrazione americana era profondamente permeata dalla convinzione comune che la democrazia in quanto tale avrebbe raddrizzato tutto. Azzerare Hussein, istituire un Parlamento e tutto si risolve. Ma ciò che è buono per gli Stati Uniti, è un male per le comunità arcaiche. Ma il problema è che non erano pronti. Lo Stato ha cominciato a frantumarsi da solo. Abitudine generale degli americani è prima agire e poi pensare e questo recentemente è diventato il segno distintivo della politica estera di Washington. E senza questa immediatezza dell’azione americana, la situazione in Iraq avrebbe potuto essere molto diversa, dice il direttore della sezione dell'Asia Centrale e del Medio Oriente dell'Istituto russo degli studi strategici Elena Suponina: Gli americani sono molto convinti delle nozioni teoriche circa la possibilità di esportare la democrazia, di insegnare a qualcuno a vivere diversamente. Sì, l'Iraq era una dittatura. Ma non era così necessario insegnare agli iracheni di vivere in libertà. Non era proprio necessario insegnare loro come vivere. Si sarebbe arrivati ​​a cambiare il Paese, prima o poi sarebbe arrivata la necessità di una riforma. Gli iracheni sarebbe addivenuti a questo. Ma questo non doveva avvenire. I massivi attacchi aerei, i bombardamenti a tappeto di città e villaggi da parte della US Army ha condotto il ricco Paese mediorientale dell'Iraq in un buco nero, dove solo pochi anni dopo ha cominciato ad attrarre i terroristi di ogni colore. E il risultato finale non è così piacevole per l'America: si è rafforzato uno dei gruppi terroristici più militanti: "Lo Stato islamico dell'Iraq e del Levante", che ha annunciato la creazione di un califfato jihadista sul suolo iracheno. http://italian.ruvr.ru/2014_07_01/Iraq-dalla-dittatura-alla-Califfato-0058/

ASSETTI DEL MONDO

solo chi ha vissuto, sulla propria pelle la tirannia dell'ISLAM, ci può fare capire, quale minaccia mortale l'islam e la sharia rappresentino per la nostra civiltà occidentale!
===================
TUTTO IL MALE CHE GLI USA STANNO FACENDO AL MONDO. perché è obbligo di ogni saudita turco e islamici TUTTI, di sterminare, soprattutto ebrei e, in conseguenza di sottomettere in schiavitù i cristiani, perché sono tutti idolatri, i non islamici! Ma per i salafiti tutti i popoli del modo sono idolatri, anche i musulmani laici son idolatri. CORANO sura 5,82 Troverai che i più acerrimi nemici dei credenti sono i Giudei e politeisti e troverai che i più prossimi all'amore per i credenti sono coloro che dicono: «In verità siamo nazareni», perché tra loro ci sono uomini dediti allo studio e monaci che non hanno alcuna superbia. E QUINDI NON è UN PROBLEMA IL SOTTOMETTERLI ALLA CONDIZIONE DI DHIMMI SCHIAVI, CORANO sura 5,60. Say, "Shall I inform you of [what is] worse than that as penalty from Allah ? [It is that of] those whom Allah has cursed and with whom He became angry and made of them apes and pigs and slaves of Taghut. Those are worse in position and further astray from the sound way." Italian. Di': «Posso forse annunciarvi peggior ricompensa da parte di Allah? Coloro che Allah ha maledetto, che hanno destato la Sua collera e che ha trasformato in scimmie e porci, coloro che hanno adorato gli idoli, sono questi che hanno la condizione peggiore e sono i più lontani dalla retta via.
=============
che Turchia e ARABIA SAUDITA con la copertura di USA sovvenzionino i terrorismo internazionale? questo è nella logica dei fatti! QUINDI NON ESISTE PIù UNA SPERANZA PER LE NAZIONI del pianeta! ... L’Arabia Saudita fa i conti delle sue guerre, 30.12.2015 La guerra in Yemen è costata all'Arabia Saudita 5,3 miliardi di dollari. I 260 miliardi di dollari investiti nella difesa dal Paese nel 2015 rivelano il sotegno anche a Daesh in Siria.
La guerra in Yemen è costata all'Arabia Saudita 5,3 miliardi di dollari. Secondo i dati del ministro delle Finanze, Adel Fakeih, la petromonarchia guidata dalla famiglia Saud ha aumentato nel 2015 il budget della difesa del 13%, raggiungendo i 260 miliardi di dollari.
La cifra rivela il sostegno che Ryad ha fornito a Daesh e agli altri gruppi terroristici in Siria, inviando denaro, armi, uomini, supporto logistico.
Nel 2014 — rileva lo Stockholm International Peace Research Institute — solo Stati Uniti, Cina e Russia avevano speso di più dell'Arabia Saudita nella difesa.
Cambio di linea? Niente affatto, il ministro degli esteri saudita, Adel al-Jubeir, incontra a Ryad il suo omologo turco, Mevlüt Cavusoglu, per la creazione di un consiglio di cooperazione strategica bilaterale in ambito militare, politico ed economico, cioè per continuare come prima: http://it.sputniknews.com/mondo/20151230/1811384/Arabia-saudita-guerra-in-yemen.html#ixzz3vrgYRbPf
CIA 666 NAWO ] grazie per avermi aggiornato alcune ore fa, windows10 CIRCA, 31/12/2015. IL TUO NUOVO AGGIORNAMENTO DI WINDOWS10, perché In "gestione attività", io ho notato due vocy di telemetria windows, e poi come, tu hai intuito, che, io ne avrei parlato le hai fatte sparire entrambe. tu prendi il controllo della posizione geografica, e della videocamera del PC, in questo modo? CHI TI DA IL PERMESSO DI PRENDERE il CONTROLLO DELLA TELEMETRIA?
==========================
YOUTUBE ] come è questa storia che: 1. in questo mio canale il commento più recente risale a tre mesi fa, e proprio sulla tua pagina di: https://www.youtube.com/user/YouTube/discussion tu mi hai fatto trovare questo commento di due mesi fa? [ politicalUniusREI 2 mesi fa le lodi di Dio è sulla loro bocca, MENTRe la spada a due tagli è nelle loro mani, per compiere la vendetta tra i popoli e per punire le genti per stringere in catene i loro capi, e i loro nobili in ceppi di ferro! QUESTO è IL GIUDIZIO GIà SCRITTO PER TUTTI I SUOI FEDELI! AMEN ALLELUIA]
e, 2. NON è LA PRIMA VOLTA CHE, TU TI PERDI LA MEMORIA DELLE MIE STESSE AMICIZIE! come è possibile che sulla mia pagina non avevo dato la amicizia al mio stesso canale di [ drinkYpoisonJHWHwins 3 mesi fa OK, SE AVETE FATTO Snowden premiato dall'accademia norvegese? ADESSO PUNITE OBAMA! CHIUDETE SUBITO TUTTE LE BASI USA IN EUROPA! La cerimonia si è svolta a Molde e la "talpa" del Datagate vi ha partecipato in collegamento video dalla Russia. Gb: accogliere 15.000 siriani e bombardare l'Isis. Secondo il Sunday Times, Cameron l'ingenuo, vuole anche un'offensiva militare e d'intelligence contro i trafficanti di esseri umani. ] ma ISIS SHARIA NON ESISTE è UNA UTOPIA, e tu non puoi bombardare una utopia! per fermare questa infestazione demoniaca, di complotto contro il genere umano, è necessario bombardare: USA, Turchia e Arabia Saudita!
politicalUniusREI
NATO TU SEI IL DEMONIO! TUTTO UN SOLO COMPLOTTO USA CIA TURCHIA ARABIA SAUDITA [ The Free Syrian Army (Arabic: الجيش السوري الحر , al-Jaysh as-Sūrī al-Ḥurr, FSA) is a group of defected Syrian Armed Forces officers and soldiers, No-comment Prigioniero Isis: "Sono stato reclutato e addestrato in Turchia" in un campo millitare del "free syrian army" https://youtu.be/1F7pwo1B2uc PandoraTV Pubblicato il 30 dic 2015. Abdurrahman Abdulhadi, militante ISIS siriano, è stato imprigionato dalle Kurdish People's Protection Units (YPG) l'1 novembre 2015 nel villaggio di Heresta, nei pressi di Al-Hasakah, in Siria. L'intervista è stata condotta da un giornalista. accreditata da Sputnik in un prigione nel Rojava, in cui Abdurrahman Abdulhadi è attualmente detenuto. Video diffuso da Ruptly.
politicalUniusREI
Ambasciatore Siria all'ONU svela piani di Erdogan per far rinascere Impero Ottomano, [se USA sono sotto il controllo dei sacerdoti di satana, poi, assassini maniaci religiosi, mostri infernali islamici ipocriti come demoni farisei, poi, tutto questo si chiama IRAN TURCHIA e LEGA ARABA MECCA CAABA! sharia geocidio a tutti ] [ 12:24 30.12.2015(Il presidente turco sogna "di far rivivere l'eredità coloniale dell'Impero Ottomano." In molti modi Ankara interferisce negli affari interni della Siria e favorisce l'ingresso dei terroristi nel Paese, ritiene il rappresentante permanente della Siria alle Nazioni Unite. Damasco ha chiesto alla comunità internazionale di porre fine alle "violazioni e crimini" commessi dalle autorità turche nei confronti della Siria e dei rifugiati siriani, così come ha parlato dei piani del presidente turco Erdogan per far rinascere l'Impero Ottomano. Il rappresentante permanente della Siria presso le Nazioni Unite Bashar Jaafari ha detto che i gruppi armati che a partire dal 2011 conducono "una guerra terroristica senza precedenti" contro la Siria sono appoggiati dagli Stati della regione e di altre parti, in particolare dal regime di Erdogan." La lettera indirizzata al segretario generale delle Nazioni Unite e al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite è stata diffusa all'interno dell'ONU martedì.
"Durante la crisi, l'ingerenza turca negli affari interni della Siria ha preso una varietà di forme, tra cui il coinvolgimento diretto del regime di Erdogan e delle forze armate turche in operazioni militari offensive a sostegno dei terroristi," — si legge nella missiva di Jaafari.
Ha inoltre affermato che la Turchia ha contribuito alla penetrazione dei terroristi in Siria assicurando "fuoco di copertura durante il passaggio dei terroristi in Siria lungo il confine."
"Per quanto riguarda il caccia russo abbattuto dalle forze armate turche, abbattuto nello spazio aereo siriano dopo aver bombardato le posizioni del Daesh (ISIS), non servono ulteriori chiarimenti in proposito perché il fatto stesso parla da sé," — è scritto nel testo.
Il rappresentante diplomatico della Siria ha inoltre sottolineato che Ankara sta commettendo crimini contro i profughi siriani in Turchia, "in fuga dal terrore e dalla tirannia di organizzazioni terroristiche come il Daesh," Al-Nusra ","Esercito di Conquista" e "Fronte Islamico", che il governo della Turchia copre nel suo territorio."
Secondo Jaafari, la tratta di esseri umani in cui sono impegnati i terroristi avviene "con il placet e la partecipazione diretta di organizzazioni controllate dal regime di Erdogan".
Jaafari ha osservato che qualche anno fa Erdogan aveva "sollevato la questione della tutela dei popoli di origine turca, nonostante il fatto siano cittadini di Stati sovrani": è la prova che indica come Erdogan voglia "far rivivere l'eredità coloniale dell'Impero Ottomano."
La Siria ha esortato la comunità internazionale a "prendere una posizione forte per porre fine a queste violazioni e crimini" di Ankara.
In Siria dal marzo 2011 è in corso un conflitto armato in cui, secondo le Nazioni Unite, sono rimaste uccise più di 220mila persone. Le truppe governative si oppongono a diversi gruppi armati islamici radicali, tra cui i terroristi del Daesh e del "Fronte Al-Nusra": http://it.sputniknews.com/mondo/20151230/1807271/Jaafari-Turchia-Daesh-AlNusra-terrorismo-Medioriente-profughi-Assad.html#ixzz3voEcmnx0
politicalUniusREI
GRANDE FRATELLO, NON è SOLTANTO, RETRO INGEGNERIA ALIENA, E NON SOLO, LA CIA COLLABORA CON GLI ALIENI ed USAre LA INGEGNERIA ALIENA PER LE TELECOMUNICAZIONI NEuRONALI! E QUESTO è UN FATTO CHE IO HO DIMOSTRATO SU DI ME! lui il GRANDE FRATELLO, lui sa sempre dove sei ] A.I. BIOLOGIA SINTETICA, ENTITà SIMBIOTICO COLLETTIVA ALIENA. LUI SA SEMPRE COSA HAI DECISO DI FARE! lui sa sempre cosa tu stai facendo, EPPURE, LA CIA PERMETTE CHE I DELITTI SI COMPIANO: ugualmente! PARIGI, 30 DIC - Il ministro della Difesa francese, Jean-Yves Le Drian, ha confermato la notizia dell'uccisione dell'estremista islamico francese Charaffe Al Mouadan (nome di battaglia 'Souleyman'), legato agli attentati di Parigi, annunciata ieri in un briefing della coalizione anti-Isis. "Sì, posso confermarlo", ha detto Le Drian, interpellato durante un incontro con un gruppo di militari a Parigi, aggiungendo di non avere "altri commenti" sulla vicenda.
politicalUniusREI
LA TURCHIA, COME TUTTI GLI ISLAMICI FANNO DI TUTTO, PER AUMENTARE LE CONDIZIONI SFAVOREVOLI, E PER POTERLI AMMAZZARE! PERCHé POI, DICONO ALL'EUROPA, IN FONDO IN FNDO ANCHE VOI SIETE ASSASSINI COME NOI! ED IN QUESTO MODO FANNO LA INVASIONE ISLAMICA, BOMBA DEMOGRAFICA, CHE PRETENDERà LA SHARIA ANCHE DA NOI E POI, NOI MORIREMO, E SUBIREMO IL GENOCIDIO CHE LA LEGA ARABA HA FATTO SUBIRE A TUTTI I POPOLI PRECEDENTI! Turchia, traffico di uomini: traversate a prezzi stracciati con il mare grosso. 30.12.2015
=========================
BISOGNA RIMUOVERE A SOGGETTI, SPA, PRIVATI, AZIONISTI, DI IMPOSSESSARSI DELLA SOVRANITà MONETARIA DI UN PAESE, PERCHé è IN QUESTO MODO, CHE LA DEMOCRAZIA DIVIENE UN DELITTO DI ALTO TRADIMENTO! Referendum in Svizzera contro la rendita frazionata. 18:23 30.12.2015. Il referendum mira a impedire che le banche private creino credito, cioè debito in quantità superiore a quello che hanno in cassa. Un referendum per consentire alla sola Banca centrale di emettere moneta: è quello che accadrà in Svizzera, entro sei mesi, dopo la raccolta di oltre 110mila firme. Attualmente il 90% del denaro è moneta elettronica che le banche private creano quando aprono linee di credito. Il referendum mira a impedire che le banche private creino credito, cioè debito in quantità superiore a quello che hanno in cassa. Le banche private, attraverso i prestiti, di fatto concorrono alla creazione di moneta poiché sono tenute a mantenere un rapporto solamente frazionario fra i propri depositi e i crediti che erogano.Tale rapporto in Europa è del 2%. Il risultato è che gran parte della moneta, quella elettronica, non è emessa direttamente dalla banca centrale, bensì dal sistema bancario privato attraverso il fenomeno del moltipliplicatore monetario. Fautore del referendum è il Movimento svizzero per la moneta sovrana, che intende togliere il potere di speculazione da parte delle banche private imponendo un rapporto di riserva pari al 100%. Precludere alle banche private questa possibilità, secondo i promotori, impedirebbe il presentarsi di bolle conseguenti a flussi abnormi di credito. L'Islanda ha già preso una tale decisione. Negli anni Trenta alcuni economisti, tra cui Irving Fisher, erano dello stesso avviso: http://it.sputniknews.com/economia/20151230/1811616/svizzera-contro-rendita-frazionata.html#ixzz3vpC60Blu
COSA è LA SHARIA? ECCOLA! Il sultano del piccolo Stato del Borneo mette al bando i festeggiamenti per il Natale. Cinque anni di carcere a chi festeggia il Natale in Brunei. E' questa la decisione del sultano del piccolo Stato del Borneo per il 25 dicembre, giorno in cui non si potranno "indossare simboli come croci, accendere candele, addobbare alberi di Natale, cantare inni religiosi, montare decorazioni". La nuova legge, era stata annunciata un anno fa al momento della reintroduzione della Sharia, la legge coranica, da parte del sultano Hassanal Bolkian. Il ministro degli affari religiosi del Paese ha spiegato che la scelta di vietare i festeggiamenti del Natale è dettata dalla necessità di "preservare il credo della comunità musulmana", adducendo come motivazione la prevalenza della fede musulmana sulle altre nel piccolo Stato, diffusa nel 65% della popolazione: http://it.sputniknews.com/mondo/20151222/1770325/brunei-divieto-natale.html#ixzz3vpDRXHHi
2016: nuovi rischi finanziari globali, La Federal Reserve, come previsto, ha chiuso il 2015 con un aumento del tasso di interesse dello 0,25%. Evidentemente si intenderebbe dare il messaggio di fine della crisi negli Stati Uniti: http://it.sputniknews.com/mondo/20151222/1770325/brunei-divieto-natale.html#ixzz3vpDtd24x
Trentatrè motivi per lasciare la Turchia fuori dall'Europa
Ogni Paese candidato a diventare membro dell'Unione Europea ha dovuto rispettare determinate condizioni per essere ammesso e in tutto sono trentatré i "capitoli" che vanno approfonditi e negoziati tra i Governi e i rappresentanti della Commissione: http://it.sputniknews.com/mondo/20151222/1770325/brunei-divieto-natale.html#ixzz3vpE2flZl
politicalUniusREI
TUTTE LE PROVE DELLA RUSSIA, DI COME USA E NATO SONO I COMPLICI DEL CALIFFATO ISIS SAUDITA ] [ Secondo il portavoce del Cremlino, le informazioni che la Russia possiede sul presunto acquisto da parte di Ankara di petrolio dal Daesh potranno contribuire al contrasto del terrore: http://it.sputniknews.com/mondo/20151201/1642061/turchia-daesh-petrolio-commercio-terrorismo.html#ixzz3vpEfyvUP
30.12.2015. Negli ultimi 2 giorni gli aerei dell'Aviazione russa hanno effettuato 121 missioni di combattimento in Siria, colpendo 424 obiettivi dei terroristi, ha riferito il generale Igor Konashenkov, rappresentante ufficiale del ministero della Difesa russo.
"Negli ultimi 2 giorni 28 velivoli dell'Aviazione russa di stanza in Siria hanno completato 121 missioni ed hanno colpito 424 infrastrutture terroristiche tra le province di Aleppo, Idlib, Latakia, Hama, Homs, Damasco, Dar, Raqqa e Deir ez-Zor," — ha riferito Konashenkov.
A seguito dei raid aerei sono state distrutte 6 infrastrutture petrolifere del Daesh (ISIS) e una colonna di autocisterne cariche di petrolio dirette verso il confine con la Turchia.
"Nei bombardamenti sono state distrutte 20 autocisterne, sfruttate dal Daesh per contrabbandare il petrolio verso la Turchia, così come 2 jeep con mitragliatori Zu-23", — ha aggiunto Konashenkov: http://it.sputniknews.com/mondo/20151230/1808829/Russia-Raid-Daesh-Terrorismo.html#ixzz3vpFWBlwB
politicalUniusREI
Questar Entertainment: 1. AVRESTI POTUTO CHIEDERMI DI RIMUOVERE IL VIDEO TUO, INVECE DI FARMI PRENDERE LA PENALITà, CIOè, INVECE DI DENUNCIARMI! 2. TUTTE LE VOLTE CHE TI HO SCRITTO? NON MI HAI MAI RISPOSTO! 3. SARà DIO IL GIUDICE NEL NOSTRO CONTENZIOSO: INFATTI TU FAI IL MALE AI SITI CHE PROTEGGONO I MARTIRI CRISTIANI! 4. CHE C'è, FORSE NON TI PIACEVA IL COMMENTO CHE STAVA SOTTO IL VIDEO? PER ESSERE TU IL VIGLIACCO CHE SI NASCONDE DIETRO AL COMPUTER!
Descrizione sistema bancario truffa, massoni, voi siete demoni! Banca di Italia Spa, ladri, voi avete rubato il futuro! C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti. La Croce del Santo Padre Benedetto. C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux. La Croce santa sia la mia Luce. N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux. Non sia il demonio il mio condottiero. BURN! V. R. S. Vadre Retro satana. Allontanati satana! N. S. M. V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità. S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas. Sono cattive le tue bevande. I.V. B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF! io sono rivestito di Cristo, quindi, tu non mi convinceri di peccato, perché, il mio debito è stato pagato! VATTENE SATANA NEL NOME DI GESù! BURN SATAN, DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF, AMEN IN JESUS'S NAME, ALLELUIA, BURN SATAN SCHIT U SANG DA NGAN, AMEN AMIN, ALLELUJAH Obama, il tuo dialogo con Netanyahu? è definitivamente perso, come tu lo hai perso ANCHE, con Putin! Quindi sarai tu a perdere il dialogo, anche, con tutte le nazioni del mondo... perché, io ho detto che, tu sei un satanista! INFATTI ESSERE TUO AMICO, SIGNIFICA FINIRE SUBITO, SOTTO I CINGOLI DELLA GUERRA MONDIALE.. NOI SAPPIAMO TUTTI CHE, I ROTHSCHILD SPA, HANNO CONDANNATO ISRAELE E TUTTO IL MEDIO ORIENTE ALLA DISTRUZIONE! JHWH HALLELUJAH c'è qualcuno, proprio il sacerdote di satana Ihatenewlayout, dipendente youtube CIA, che cancella questa frase: "hallelujah burn satan, scit u sang da ngan, drink your poison made by yourself, in Jesus's name, amen alleluia" da sotto i commenti dei miei video non soltanto io ho accettato tutte le corrispondenze di terze parti, ma, io ho anche incollato sotto ogni video questa frase: "burn satan, scit u sang da ngan, drink your poison made by yourself, in Jesus's name, amen alleluia" ma, c'è qualcuno, che è proprio il sacerdote di satana Ihatenewlayout, dipendente youtube CIA, che cancella e rimuove, questa frase: "hallelujah burn satan, scit u sang da ngan, drink your poison made by yourself, in Jesus's name, amen alleluia" da sotto i commenti dei miei video, e non contento di questo crimine lui mi riattiva, molte delle "Note sul copyright", che io avevo in precedenza accettato... è chiaro in questo modo lui blocca i miei video sui motori di ricerca!
politicalUniusREI
Questar Entertainment: DIO RIMUOVERà TE DAL LIBRO DELLA VITA SEPOLCRO IMBIANCATO! CHE C'è SEI UN CRISTIANO MASSONE ANCHE TU? Email dell'autore del reclamo: breynolds@questarentertainment.com Opera presumibilmente violata Web "Exodus Revealed" Exodus Revealed part 4.
io sono quì, per coordinare le forze terrestri del Regno di Dio, contro le forze sovrumane, soprannaturali di Farisei SpA NWO Salafiti Massoni, del Regno di SATANA! io quindi, io sono quì, PERCHé IO SONO L'ESERCITO DEL SIGNORE JHWH, e sono quì, per confortare e incoraggiare tutti i figli di ISRAELE! MI DISPIACE CHE LA LEGA ARABA, essa, si SIA VOLUTA donare a SATANA USA, per dire: anche il nostro Dio Allah è il demonio, mentre le Chiese cristiane fingono di non vedere e di non sapere: che anche questo è tradimento, ma, non vera complicità, ma, tuttavia, LE LORO FORZE PREPONDERANTI E LA LORO SUPERIORE TECNOLOGIA aliena? NON POSSONO PREVALERE CONTRO DI ME!
    20:15 L’Arabia Saudita fa i conti delle sue guerre
    19:28 La Moldavia verso un nuovo esecutivo
    18:23 Referendum in Svizzera contro la rendita frazionata
    17:32 Turchia, traffico di uomini: traversate a prezzi stracciati con il mare grosso
    16:45 Apple pagherà 318 milioni di euro al Fisco italiano
Putin: rapporti tra Russia e USA sono fattore chiave per la sicurezza internazionale
Il presidente russo Vladimir Putin ha porto gli auguri di Natale e Capodanno al presidente Barack Obama, sottolineando che i rapporti tra Mosca e Washington sono un fattore chiave per assicurare la sicurezza internazionale, ha riferito oggi l'ufficio stampa del Cremlino.

Combattenti del Daesh. "Razzismo" occidentale e Stato Islamico sono gemelli siamesi
Lo Stato Islamico è una conseguenza. Il motivo della sua comparsa è stato il monopolio americano sul mondo, cresciuto dopo la fine dell'URSS e continuato per gli ultimi 25 anni.

Jeroen Dijsselbloem, capo del eurogruppo di ministri di Finanze e il ministro di Finanze greco Yanis Varoufakis
2016: nuovi rischi finanziari globali
La Federal Reserve, come previsto, ha chiuso il 2015 con un aumento del tasso di interesse dello 0,25%. Evidentemente si intenderebbe dare il messaggio di fine della crisi negli Stati Uniti.
La politica russa “Pivot to Asia” rende marginale l'area europea attanagliata da una grave crisi economica a vantaggio del più dinamico estremo oriente
Il “Pivot to Asia” della Russia
Appare sempre più chiaro che la risposta della Russia alle sanzioni occidentali si sta rivelando non come una strategia di contenimento del danno ma come un`occasione di sviluppo delle regioni del profondo est della Russia e del partenariato con le nazioni asiatiche.
Angela Merkel - Recep Tayyip Erdoğan. Trentatrè motivi per lasciare la Turchia fuori dall'Europa
Ogni Paese candidato a diventare membro dell'Unione Europea ha dovuto rispettare determinate condizioni per essere ammesso e in tutto sono trentatré i "capitoli" che vanno approfonditi e negoziati tra i Governi e i rappresentanti della Commissione.
Nel frattempo nel Donbass la guerra continua
Esistono conflitti di serie A e di serie B, vittime di cui vale la pena parlare, morti di cui la stampa tace. Non sarà di certo la scoperta del secolo o una novità, ma una triste regola che si riconferma. Perché alcune guerre vengono dimenticate?
======================================
Get Involved. Show your support for Israel. http://int.icej.org/about/get-involved
The ICEJ stands at the forefront of a growing mainstream movement of Christians worldwide who share a love and concern for Israel and an understanding of the biblical significance of the modern in-gathering of the Jews to the land of their forefathers.
Join us as we endeavor to support Israel, teach truth and promote justice.
Ways to get involved:
Support Israel. Support Israel Financially
Support the extensive ongoing work and witness of the ICEJ by helping us fund our core activities in fulfilling our mandate to support Israel, educate the Church and promote justice. Donations allow us to maintain funding for emergency projects, and embark on new initiatives to support Israel in these critical days.
Pray for Israel
The ICEJ was literally birthed in prayer in the late 70s by a group of Christians from some six countries who met regularly to pray for Israel. We have always appreciated the importance of prayer and intercession and continue to encourage and organize prayer for Israel all around the world.
Free Magazine. Stay Informed with Our Free Magazine
Sign up to receive your copy of our free flagship monthly magazine Word from Jerusalem... Your window into a deeper understanding of Israel, the Bible and the ICEJ's extensive worldwide ministry.   
Leave a Lasting Legacy for Israel
Many of us wish we could give more to support Israel, but there are things we can do beyond simply writing a cheque that allow us to give more both now and in the future. With proper planning it is possible to save on taxes, provide for loved ones and also bless Israel in far greater measure than most of us ever imagined
ICEJ Events. Host an ICEJ Event at Your Church
The ICEJ is committed to telling the truth about Israel, and helping the church to understand the wonderful faithfulness of God through the fulfillment of His promises to the Jewish people. Contact us to host an ICEJ event at your church.
Volunteer at the ICEJ
The International Christian Embassy in Jerusalem is always on the lookout for committed believers who are interested in volunteering in Israel.
==============================
MA IO SONO IL REGNO DI ISRAELE ] [  Cari Amici, La restaurazione del moderno Israele è un messaggio globale di speranza per ogni nazione del pianeta, perchè afferma la fedeltà di Dio al patto sia con la Chiesa che con Israele. E' anche un forte promemoria ad attendere il prossimo ritorno del nostro Re. Ringraziamo fin d'ora tutti quelli che ci sosterranno in preghiera e finanziariamente. Scorrendo questo sito, prendete in coinsiderazione su come potreste compartecipare accanto a noi in questa grande opera di Dio.
Dio vi benedica da Sion! Dr. Jürgen Büler Direttore esecutivo ICEJ
===========================
 IL MANDATO. "Confortate, confortate il Mio popolo” - la citazione è presa in parte da Isaia 40:1-2. Era il "mandato dal cielo", dato all’ Ambasciata Cristiana Internazionale di Gerusalemme tre decenni fa. Comprende anche un'esortazione che sembra essere una contraddizione, almeno se viene applicata al contesto moderno di oggi. Questa esortazione dice: “Parlate al cuore di Gerusalemme e proclamatele che il tempo della sua schiavitù è compiuto…” (Isaia 40:2). Da oltre trent'anni la ICEJ ha intrapreso un viaggio nel dare conforto a Israele. Questo viaggio ha coinvolto azioni e compassione ed ogni città, paese e villaggio è stato influenzato, in qualche modo, dal nostro ministero di amore che ha aiutato i poveri, guarito i malati, ospitato il solitario, incoraggiato i bambini e curato gli anziani.
La nostra celebrazione della festa dei Tabernacoli ha toccato più di centomila cristiani con la prospettiva biblica di riconoscere la mano di Dio nella restaurazione moderna di Israele e la necessità di lavorare con ciò che Dio sta facendo per benedirLo. Come ho scritto prima, siamo grati a Dio per la sua fedeltà. Non abbiamo fatto il nostro lavoro perfettamente, ma lo abbiamo fatto sinceramente. Quel “giorno” presso il trono del giudizio Cristo determinerà il suo valore reale! Anche di questo siamo consapevoli e tutti dovremmo esserlo!
In qual modo poi comprenderemo il comando di dire a Israele che il suo stato di guerra è finito? Chiaramente non lo è ancora! Credo che dobbiamo capire questo nei seguenti modi:
Una chiamata profetica
Il restauro moderno dello stato ebraico è stato caratterizzato da guerre e conflitti. Tuttavia, il Dio che ha portato il Suo popolo a tornare dalle nazioni  lo ha fatto con la benedizione e la redenzione in mente. È l'incoraggiamento di e l'aspettativa di un glorioso futuro che porta perseveranza, speranza e conforto a Israele.
Le scritture prevedono un tempo di gioia impareggiabile e pace alla presenza di Israele. Le notevoli profezie messianiche di Isaia nei capitoli 2, 11 e 60 lo rivelano. "Lo stato di guerra di Israele" sta infatti quasi per finire e quando lo farà, tutta la terra sarà stupita. Soprattutto, Dio solo otterrà la gloria perché Lui  risolverà un problema che è stato troppo grande da affrontare per il mondo . Nemmeno la chiesa è stata in grado di risolverlo! Infatti gran parte della Chiesa oggi non vede alcun significato biblico nella restaurazione di Israele. Credono che sia solo un incidente politico orchestrato dalle Nazioni Unite.
Una dichiarazione teologica
Cioè, gran parte delle sofferenze di Israele sono state legate alla sua chiamata. Esso, per scelta di Dio, diventa il veicolo della redenzione del mondo. La benedizione redentrice di Dio è venuta su tutte le famiglie della terra attraverso Israele.
Questo veicolo è stato costantemente sfidato dal potere delle tenebre. Per esse l'equazione è stata semplice; distruggere Israele e distruggere efficacemente lo scopo di Dio per il mondo. Fortunatamente Isaia dichiara che questo "giorno" della guerra sta arrivando alla fine. Quel "giorno" tutto il mondo saprà che Israele è esistito per la sua benedizione e non per la sua maledizione.
Una riposta pietosa
Il profeta Isaia dice: “Pronunciate parole di conforto a Gerusalemme”. Un’altra traduzione dice: “Parlate dolcemente a Gerusalemme”. Parole di conforto o tenerezza non sono necessarie ad un popolo in pace, gioia, vittoria e benedizione. No, è un popolo in perpetui traumi e conflitti che ha bisogno di conforto e tenerezza. Purtroppo la storia della Chiesa è stata tutt’altro che questo! Le parole sono state dure, amare e insultanti. Per fortuna abbiamo sentito all’Ambasciata Cristiana Internazionale di Gerusalemme un'esortazione dal cielo venti-cinque anni fa che ci ha chiamato a parlare di conforto a Gerusalemme". Mentre Israele procede costantemente, ma sicuramente verso il suo destino dato da Dio, siamo determinati a "percorrere la strada" con lei. Essa sarà guidata dalle parole di Isaia 40 e i principi di cui sopra che escono da esse. Siamo sempre consapevoli che il nostro viaggio non è stata la nostra storia. Infatti migliaia di cristiani di tutto il mondo hanno fatto loro viaggio e pure la storia . Noi vi salutiamo per unirvi a noi e vi ringrazio per sostenerci con la preghiera e il sostegno. Dr. Juergen Buehler
Direttore Esecutivo International Christian Embassy Jerusalem
================================
TUTTO IL MALE CHE GLI USA STANNO FACENDO AL MONDO. ISLAM è INTRINSECAMENTE VIOLENTO E NEGA IL DIRITTO ALLA RECIPROCITà, QUINDI LA SHARIA DEVE ESSERE CONDANATA A LIVELLO MONDIALE. perché è obbligo di ogni saudita turco e islamici TUTTI, di sterminare, soprattutto ebrei e, in conseguenza di sottomettere in schiavitù i cristiani, perché sono tutti idolatri, i non islamici! Ma per i salafiti tutti i popoli del modo sono idolatri, anche i musulmani laici son idolatri. Sahih International
The Jews say, "Ezra is the son of Allah "; and the Christians say, "The Messiah is the son of Allah ." That is their statement from their mouths; they imitate the saying of those who disbelieved [before them]. May Allah destroy them; how are they deluded?
Italian
Dicono i giudei: «Esdra è figlio di Allah»; e i nazareni dicono: «Il Messia è figlio di Allah». Questo è ciò che esce dalle loro bocche. Ripetono le parole di quanti già prima di loro furono miscredenti. Li annienti Allah. Quanto sono fuorviati!
Sahih International
O you who have believed, do not take the Jews and the Christians as allies. They are [in fact] allies of one another. And whoever is an ally to them among you - then indeed, he is [one] of them. Indeed, Allah guides not the wrongdoing people.
Italian
O voi che credete, non sceglietevi per alleati i giudei e i nazareni, sono alleati gli uni degli altri. E chi li sceglie come alleati è uno di loro. In verità Allah non guida un popolo di ingiusti.
=============================
Perché i jihadisti decapitano i loro nemici? Perché Maometto ha dato l'esempio! I MARTIRI DI OTRANTO SONO STATI DECAPITATI, perché, hanno riufiutato di convertirsi all'istante, E DURANTE LA LORO STORIA, PER VIOLAZIONE DI LIBERTà DI COSCIENZA E DI LIBERTà DI RELIGIONE GLI ISLAMICI HANNO SEMPRE DECAPITATO LE PERSONE! QUINDI ONU HA AMMESSO LA PRATICA LEGALE NAZISTA DELLA LEGA RABA, E HA INTRODOTTO NEL SUO CONSESSO TUTTe LE NAZIONI ISLAMICHE, VIOLANDO I DIRITTI FONDAMENTALI! Quindi gli islamici ritengono reato di morte, quello che il diritto internazionale approva. James Foley è stato decapitato dall'Is. Oggi quattro presunte "spie del Mossad" sono state decapitate da estremisti del Sinai. Pochi giorni fa la decapitazione di un cristiano in Kenya per mano di Al Shabaab. L'anno scorso il soldato Lee Rigby è stato decapitato a Londra da fanatici islamici. Nel 2004 il regista Theo Van Gogh venne ritualmente sgozzato in pieno centro di Amsterdam per "un film blasfemo". Stessa fine per il giornalista americano Daniel Pearl. La domanda è: perché gli estremisti islamici decapitano i loro "nemici"? E c'è un legame tra Islam e decapitazioni sommarie, con tanto di efferati e cruenti video?
========================
Perché i jihadisti decapitano i loro nemici? Perché Maometto ha dato l'esempio. l'unico che ancora contempla la decapitazione nei suoi codici penali è effettivamente un paese islamico (più precisamente wahabita, una branca estremista del sunnismo) come l'Arabia Saudita (e fino al 2005 hanno fatto lo stesso altri stati musulmani come Yemen, Iran e Qatar). Il primo biografo di Maometto, Ibn Ishaq (704-767), ha scritto che nel 627 il Profeta, durante la Battaglia del Fossato, approvò la decapitazione di centinaia di ebrei della tribù dei Banu Qurayza alla periferia di Medina. FORSE CHE CI IMPRESSIONEREMO, soltanto, PERCHé, LA LEGA ARABA HA LA PENA DI MoRTE PER APOSTASIA E BLASFEMIA? E QUALI ABUSI AI DIrITTI UMANI FONDAMENTALI, si SOTTENDOnO a QUESTA STRUTTURA DELL'ISLAM SHARIA CRIMINALE?
=============================
Perché i jihadisti decapitano i loro nemici? Perché Maometto ha dato l'esempio. lui Maometto rappresenta l'apice di ogni atrocità, di ogni abuso delitti e peccati, nella Battaglia del fossato nel 627 d.C. Maometto attaccò l'ultima tribù ebraica rimasta a MEDINA, poi, decapitò tra 600 e 900 uomini, mentre le donne e i bambini furono fatti schiavi! soprattutto, nel Corano ci sono alcuni riferimenti che possono far pensare alla decapitazione del nemico. Alla sura 8, versetto 12 si legge: "E quando il tuo Signore ispirò agli angeli: 'Invero sono con voi: rafforzate coloro che credono. Getterò il terrore nei cuori dei miscredenti: colpiteli tra capo e collo, colpiteli su tutte le falangi!'". E poi, sura 47, verso 4: "Quando incontrate i miscredenti, colpiteli al collo finché non li abbiate soggiogati, poi legateli strettamente".
=========================
ECCO PERCHé DI FATTO è LA LEGA ARABA CHE HA PRESO LA DECISIONE POLITICA DI STERMINARE TUTTI I POPOLI DEL MONDO! forse, VOI credete che la più grande minaccia per la democrazia, i diritti umani, e la libertà di poter credere il Dio, di poter affermare la propria identità, sia rappresentata dalla minaccia dell'ISLAM? niente di tutto questo! Noi abbiamo sempre combattuto e sempre abbiamo fronteggiato questa minaccia islamica, e le sue dinamiche assassine e genocidarie le conosciamo molto bene dai libri di storia. MA, MAI ERANO GIUNTI, prima d'ora, AL POTERE mondiale, I FARISEI Bildenberg PD ex-comunisti, SATANISTi MASSONI delle BANCHE CENTRALI, la NATO, di cui la LEGA ARABA si è fatta, prontamente alleata, perché spera di vincere lo scontro mortale contro di loro con la Potenza di Allah, ma, loro non sanno però, degli alieni che collaborano con la CIA, e che non esiste più per nessuno, una speranza in questo pianeta! Questo è un potere demoniaco Darwin GENDER usura Banche CENTRALI, che non potrà essere spezzato senza una alleanza di tutti i popoli e di tutte le religioni! ECCO PERCHé DI FATTO è LA LEGA ARABA CHE HA PRESO LA DECISIONE POLITICA DI STERMINARE TUTTI I POPOLI DEL MONDO!
=====================================
PERCHé GLI ISLAMICI SONO GLI STORICI ALLEATI DEL NAZISMO, COME OGGI SONO GLI ALLEATI DEI SATANISTI mASSONI DELLA CIA regime Bildenberg NATO? PERCHé, ambito naturale di ISLAM SHARIA è IL REGNO DI SATANA! Per noi un nemico mortale ] Amin al-Husseini saluta a braccio teso le SS bosniache musulmane [ Era questa, in breve, la posizione degli Arabi di Palestina quando l’Assemblea Generale della Nazioni Unite, con la risoluzione del 29 Novembre 1947, aveva stabilito la costituzione di due Stati indipendenti, uno Ebraico e uno Arabo, in Palestina. Se gli Arabi avessero accettato e dato seguito alla decisione, si sarebbero assicurati il controllo sovrano su metà del paese, sarebbero potuti rimanere tutti nelle loro case e  avrebbero ottenuto i maggiori benefici materiali derivanti dall’Unione Economica proposta dallo Stato di Israele. Tutto questo non accadde. Non appena venne annunciata la decisione dell’Assemblea Generale, gli Arabi la rifiutarono e presero le armi contro i loro vicini Ebrei. Il Supremo Comitato Arabo guidò la campagna con il supporto attivo e passivo della maggior parte della popolazione Araba. I membri del Comitato residenti al Cairo e a Damasco si presero in carico il finanziamento, i rifornimenti e l’equipaggiamento, nonché le relazioni con la Lega Araba e diversi Stati Arabi. Quelli che rimasero a Gerusalemme assunsero la direzione tattica e strategica delle operazioni, la distribuzione dell’equipaggiamento e dei fondi ricevuti dai paesi Arabi, lo spiegamento delle forze e l’esecuzione delle direttive ricevute dal Cairo e da Damasco. I comandanti supremi in sul campo erano: Abd al-Kader al-Husseini nel distretto di Gerusalemme e Hassan Salama della regione di Jaffa-Ramle. Al nord, dove non c’erano leader locali, il comando fu preso dal siriano Fawzi al-Qawuqji, che si mise alla testa del cosiddetto “Esercito di Liberazione” costituito da volontari provenienti da Palestina, Siria e Libano. http://zweilawyer.com/2014/07/17/gli-arabi-israele-un-documento-del-1952-i/
World Watch List 2016, picco dei cristiani uccisi. Notizia inserita il 23/12/2015 alle 20:49 nella categoria: Chiesa Perseguitata. VERONA - Sarà l'impressionante aumento dei cristiani uccisi a causa della loro fede e delle chiese attaccate per lo stesso motivo a segnare la World Watch List 2016, la classifica dei cinquanta Paesi del mondo dove la persecuzione dei cristiani è più intensa. L'uscita della nuova WWList è prevista in contemporanea in tutto il mondo il prossimo 13 gennaio, anticipa un comunicato di Porte Aperte, l'organizzazione internazionale evangelica a sostegno della chiesa perseguitata.
Il periodo esaminato dalla WWList 2016 prenderà in considerazione, come di consueto, i dodici mesi precedenti, da novembre 2014 a tutto ottobre 2015. Dalla mattina del 13 gennaio saranno disponibili nel sito di Porte Aperte l'elenco, il commento e anche gli aggiornamenti di tutti i profili dei Paesi compresi nella WWList.
Prodotta ogni anno dal 1993 sulla base di un minuzioso lavoro di ricerca condotto sul campo nei Paesi dove i cristiani sono perseguitati e confrontata con altre fonti attendibili esistenti, la WWList è certificata da un organo internazionale indipendente, l'International Institute for Religious Freedom, che l'ha riconosciuta come uno «strumento affidabile e credibile» per "l'accurata metodologia", "la trasparenza delle scelte" e "la preparazione degli esperti" coinvolti. «Proprio per la sua autorevolezza - spiega Porte Aperte - il rapporto viene usato da anni e in misura sempre maggiore da organizzazioni non governative, Stati ed enti nazionali e internazionali come punto di partenza per ricerche e analisi». [gp]
(nella foto: un particolare della World Watch List 2015): http://www.evangelici.net/notizie/1450900171.html#sthash.i4C3p1PG.dpuf
AL di la, della ipocrisia e dissimulazione, quì c'è una religione demoniaca ISLAM ummah sharia, che pensa che è giusto vivere lei, continuando a fare il genocidio di tutti gli altri! PERCHé LORO NON SANNO FARE ALTRO! SARANNO GLI ISLAMICI A PORTARE SATANA DELLA CIA E DEI FARISEI A DOMINARE SUL MONDO! non ha nessuna importanza che gli alieni, e i loro sacerdoti di satana della CIA, ENTITà, il GRANDE FRATELLO SPA BANCHE CENTRALI, loro pensano che io sono una specie di super sayan, NON è VERO! IO SONO SOLTANTO UN UOMO NORMALE E VOI SIETE TUTTI FOTTUTI!

Benjamin Netanyahu -- PERCHé IL POPOLO DEGLI EBREI è IL POPOLO ELETTO? PERCHé IL DESTINO DEL GENERE UMANO RISIEDE SOLTANTO NELLE TUE MANI! CIOè NELLE CORAGGIOSE SCELTE POLITICHE CHE TU PUOI FARE! chi ha il controllo di tutta la LEGA ARABA è King Abd Allah Arabia Saudita SOLTANTO! SE NOI FACCIAMO FUORI DAL MEDIO ORIENTE I SATANISTI AMERICANI POI UNA EVENTUALE GUERRA MONDIALE GLI USA DA SOLI CONTRO TUTTI? NON POTREBBERO MAI VINCERLA!
alleluia
ordine esecutivo 11110 Unius REI
40 minuti fa
Benjamin Netanyahu -- di chi saranno alleati leali i satanisti americani? quale lealtà c'è in satana 322? se King Abd Allah Arabia Saudita dicesse a te "noi abbiamo la Sharia Ummah soltanto perché anche noi abbiamo paura!" Quindi in questo caso tu sei disponibile a fare una alleanza militare tra Russia Israele e LEGA ARABA? ed in questo modo permettere alla LEGA ARABA di rinunciare alla sharia in tutto il mondo che è solo questo che mantiene in stallo il problema israeliano-palestinese? ] FATEMI SAPERE UNA VOSTRA DECISIONE! [ Hamas promette a Israele di "aprire le porte dell'inferno". Il portavoce del movimento islamico Hamas Sami Abu Zuhri ha messo in guardia Israele contro l'azione militare nella Striscia di Gaza controllata da Hamas. "Netanyahu deve sapere che le minacce non ci spaventano e se egli combatterà nella Striscia di Gaza le porte dell'inferno saranno aperti per lui" ha dichiarato Zuhri. In precedenza il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha promesso che il movimento islamico palestinese Hamas "pag herà caro" l'omicidio dei tre ragazzi ebrei i cui corpi sono stati trovati lunedì in Cisgiordania dopo 18 giorni di ricerche. Poche ore dopo questa dichiarazione l'aviazione israeliana ha eseguito un massiccio bombardamento di Gaza.
alleluia
ordine esecutivo 11110 Unius REI

in questo articolo io ho trovato tre parole interrotte da uno spazio e io non so se questo può significare qualcosa! ] Novak e Oettinger discuteranno le questioni del gas. Il ministro dell'Energia russo Aleksandr Novak martedì ha comunicato ai giornalisti che prevede per venerdì di discutere al telefono con il commissario europeo per l'Energia Gunther Oettinger i problemi del rifornimento di gas in Europa compresi quelli relativi al gasdotto "South Stream" e trovare un accordo per un incontro. Novak e Ettinger si sono incontrati più volte durante i negoziati sul gas russo-ucraini con la partecipazione della Commissione europea. Tuttavia nessun compromesso è stato raggiunto e Gazprom il 16 giugno ha fatto passare Naftogaz al pagamento anticipato. Di conseguenza attraverso il sistema di trasporto del gas ucraino passano solo i volumi di transito il che potenzialmente crea rischi per l'Europa. http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_02/Novak-e-Oettinger-discuteranno-le-questioni-del-gas-3935/
alleluia
ordine esecutivo 11110 Unius REI
Dopo tutto quello che è successo in tutte le parti del mondo negli ultimi 30 anni in tutto il mondo i popoli devono essere dotati di milizie per la difesa territoriale ed armamenti territoriali comune per comune! ] [ Avakov ha definito i confini del corridoio umanitario in Ucraina. Il ministro dell'Interno Arsen Avakov ha definito i confini del corridoio umanitario di base attraverso il quale i rifugiati possono lasciare la zona dell'operazione militare nel sud-est del Paese riferiscono i media ucraini. Si prevede che il corridoio sarà in direzione delle città Kramatorsk- Barvenkovo. Gli itinerari dettagliati e gli schemi dei corridoi umanitari Avakov ha promesso di renderli pubblici il 2 o 3 luglio. Nel frattempo almeno sei persone sono state uccise nel bombardamento del centro di Kramatorsk comunicano i giornalisti locali. In città sono danneggiati alcuni palazzi residenziali inoltre i proiettili hanno colpito una scuola. http://italian.ruvr.ru
alleluia
ordine esecutivo 11110 Unius REI

http://cdn.ruvr.ru/2014/07/02/1505847931/9RIAN_02450156.HR.ru.jpg [ lo stanno demolendo bene il loro presunto paese le nazi truppe merkel troika kiev NATO imperialismo! ] Questa notte le truppe ucraine hanno bombardato massicciamente con l'artiglieria Kramatorsk città della regione di Donetsk. Lo ha riferito un rappresentante delle forze separatiste. Secondo quanto raccontato il bombardamento è avvenuto con l'impiego dei lanciarazzi "Grad". Non sono ancora giunte informazioni sui danni e sulle vittime. Durante la notte quasi tutta la popolazione ha trovato riparo negli scantinati e nei rifugi inoltre in città si registrano seri malfunzionamenti nella rete di comunicazione.
Gli abitanti di Kramatorsk stanno lasciando precipitosamente la città. Ieri mattina nella periferia si erano formate code di autobus diretti fuori dalle zone di guerra.
alleluia
ordine esecutivo 11110 Unius REI
http://cdn.ruvr.ru/2014/07/01/1505840118/9o_974965.jpg [ tutto il genocidio le torture contro i giornalisti russi! e perché Europa non manda i suoi giornalisti come altrove? ] Klyan potrebbe essere stato ucciso da un proiettile con il baricentro spostato. Anatoly Klyan cameraman del Pervyj Kanal morto il 29 giugno a causa dei bombardamenti a Donetsk in Ucraina orientale poterebbe essere stato ucciso da un proiettile con il baricentro spostato concludono i medici ucraini che hanno condotto l'autopsia.
I proiettili con un centro di gravità spostato colpiscono pesantemente gli organi interni dell'uomo perciò l'UE ha rifiutato l'uso di tali munizioni. Martedì è stato annunciato che il gruppo del canale televisivo russo REN TV colpito nell'esplosione nella regione di Lugansk ritornerà in Russia dove riceverà assistenza medica professionale.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_02/Klyan-potrebbe-essere-stato-ucciso-da-un-proiettile-con-il-baricentro-spostato-2417/
alleluia
ordine esecutivo 11110 Unius REI
NON MI è STATO POSSIBILE INSERIRE QUESTO COMMENTO SUL SITO DELLA RUSSIA PERCHé QUALCUNO ME LO HA IMPEDITO! ] Si è verificato un problema durante il salvataggio del tuo commento. Riprova. [ NON MI PIACE QUESTO DISCORSO PARASSITARIO MAI IL DENARO DEVE PRODURRE UN REDDITO L'INTERESSE DEVE ESSERE ILLEGALE QUINDI LE BANCHE DEVONO GUADAGNARE SOLTANTO SUI REDDITI SUGLI UTILI O INTROITI DELLE AZIENDE! Il sistema bancario della Russia entra nei dieci più redditizi al mondo. Il sistema bancario russo secondo i risultati dell'ultimo anno è entrato tra i dieci più redditizi al mondo lo riferisce il rating delle 1000 più grandi banche del mondo pubblicato dalla rivista britannica The Banker. Il primo posto lo occupano le banche cinesi con il reddito di 292 miliardi di dollari il secondo le banche americane con 183 miliardi di dollari. Poi seguono Giappone Canada Francia Australia Brasile. La Russia è al 9° posto. Il reddito delle banche russe l'anno scorso è stato di 217 miliardi dollari. ] http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_02/Il-sistema-bancario-della-Russia-entra-nei-dieci-piu-redditizi-al-mondo-1635/
La Russia giudicherà le intenzioni della NATO non per le parole ma per i fatti. La Russia giudicherà le ulteriori intenzioni della NATO non per le parole ma per i fatti ha detto ai giornalisti russi il rappresentante permanente della Russia presso la NATO Alexander Grushko. La Russia spera che alla dichiarazione della NATO sulla inammissibilità di una soluzione militare della crisi ucraina sia dato seguito. Intanto Grushko ha notato che la NATO può contribuire alla risoluzione della situazione in Ucraina se darà a Kiev un segnale appropriato. Il diplomatico ha dichiarato che la Russia considera eccessive e inadeguate le misure che conduce la NATO per fornire una protezione aggiuntiva dei Paesi membri dell'Alleanza.
alleluia
ordine esecutivo 11110 Unius REI
questo di Merkel troika NATO Kiev è un atteggiamento schizofrenico semplicemente perché non esiste un vero arbitrato internazionale e non esiste una gerarchia di valori! Chi OCI Sharia nazi ha portato ONU a rinnegare tutti i diritti umani? Lui è il principale responsabile di questo disastro ecco perché un ministro della LEGA ARABA nel Governo massonico di Youtube mi disse "tu puoi dire tutto quello che tu vuoi tanto non servirà a niente!" ] INTERESSENTE [ Come la comunità internazionale non è stata capace di impostare una gerarchia di valori condivisi? ] COME VOI POTETE FARE DELLA UCRAINA UNA SOLA NAZIONE SE SONO DUE POPOLI MOLTO DIVERSI DI CUI LA CIA NATO HA IMPOSTO con Golpe omicidi ecc.. reati immensi e raccapriccianti violazioni di convenzioni internazionali che hanno visto la Europa tacere! in aggiunta ad atti politicamente espliciti del pianificato GENOCIDIO CULTURALE DELLA PARTE MINORITARIA. e questo è avvenuto SOLTANTO PERCHé NATO VUOLE DANNEGGIARE LE STRUTTURE DIFENSIVE DELLA RUSSIA? ma io in mondo impostato in questo modo PIENA ANARCHIA CINISMO OPPORTUNISMO io non mi posso identificare o riconoscere! ] [ I militari ucraini fermeranno il fuoco se le milizie accetteranno il piano di pace di Poroshenko. Le forze ucraine possono fermare il fuoco solo a condizione che la milizia accetti il piano di pace del Presidente Petro Poroshenko altrimenti l'operazione speciale sarà portata fino alla fine ha detto il facente funzione del ministro della Difesa Mikhail Koval in un'intervista ai giornalisti televisivi ucraini. Per quanto riguarda la tempistica dell'operazione militare finirà quando sarà fermata la resistenza armata nella parte orientale del Paese. "Faremo di tutto per terminarla il più presto possibile" ha aggiunto Koval. Ha evidenziato che la decisione di Poroshenko diriprendere il fuoco nella parte orientale dell'Ucraina è giusta e opportuna.
alleluia
ordine esecutivo 11110 Unius REI
2 alleluia
è uno spietato assassino ha gettato benzina islamica sulla Libia ed ha distrutto tutti gli interessi italiani in Libia così solo per gelosia perché a lui non gliene veniva niente! PARIGI 2 LUGlio. [[ ecco perché quando si aggredisce una Nazione Musulmana King Saudi Arabia Abd Allah lui è il più felice di tutti perché lui sa che è sempre il suo Al-Qaeda che prederà il sopravvento!]] L'ex presidente francese Nicolas Sarkozy è stato messo in stato d'accusa da un giudice istruttore di Parigi per corruzione traffico di influenze e violazione del segreto istruttorio. Lo ha reso noto la procura nazionale francese per i reati finanziari che ha chiesto e ottenuto il provvedimento adottato nella notte fra martedì e mercoledì dopo 15 ore di fermo.
alleluia
ordine esecutivo 11110 Unius REI
2 alleluia
Netanyahu daremo caccia agli assassini -- IMBECILLE di un IPOCRITA! TU PRENDENDOLI O UCCIDENDOLI NE FARAI SOLTANTO DEI MARTIRI EROI PER TUTTA LA LEGA ARABA perché uccidere israeliani o dhimmi cristiani per tutta la LEGA ARABA è fare un culto a Dio Allah! ECCO PERCHé QUELLO CHE TU FAI LEGITTIMAMENTE PER DIFENDERTI FINISCE sempre PER FARE MORIRE VERI MARTIRI CRISTIANI INNOCENTI IN TUTTO IL MONDO! ecco perché SE TU NON DEPORTERAI TUTTI I PALESTINESI OGGI STESSO con i metodi più brutali in caso di resistenza TU FINIRAI PER DIVENARE IL MIO NEMICO!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/07/01/netanyahu-daremo-caccia-agli-assassini_655e8dae-f5c8-412e-bfee-bae635019cee.html
TEL AVIV 1 LUGlio "Dobbiamo raggiungere gli assassini tutti quelli che hanno partecipato al rapimento e all'uccisione" dei tre ragazzi ebrei in Cisgiordania lo ha detto il premier israeliano Benyamin Netanyahu poco prima di una nuova seduta del Consiglio di difesa del governo. "Non ci daremo pace non molleremo fino a quando saremo arrivati all'ultimo di loro non importa dove si nasconda. Costoro sono passibili di morte" ha detto Netanyahu.
alleluia
ordine esecutivo 11110 Unius REI
2 alleluia
Meriam avvocato vittima nuova denuncia. QUESTA è LA TRAGEDIA DEL FANATISMO RELIGIOSO NAZI ONU SENZA RECIPROCITà CHE CONCEPENDO IL CONCETTO DI DHIMMI E POI DI UMMAH PER IL CALIFFATO MONDIALE IMPOSTA IDEOLOGICAMENTE E RELIGIOSAMENTE IL DOVERE SACRO DI REALIZZARE OGNI GENOCIDIO CONTRO OGNI DIVERSITà ECCO PERCHé LA PRINCIPALE RESPONSABILITà DI QUESTO ORRORE NASCE IN ARABIA SAUDITA! persecuzione Scatenata da persone che affermano essere suoi parenti. Meriam Ibrahim ancora sotto torchio. 01 luglio 2014 KHARTOUM è CHIaRO QUESTA è UNA DICHIARAZIONE DI GUERRA DELLA LEGA ARBA CONTRO LA EUROPA GIà LA INVASIONE è INIZIATA!.. E LA BOMBA DEMOGRAFICA POTREBBE NON RENDERE NECESSARIO NESSUN TERRORISMO SU LARGA SCALA COME DICEVA GHEDDAFI! ALLA DEMOCRAZIA MASSONICA SUBENTRERà L'ISLAM DI AL-QUAEDA COSì SPONTANEAMENTE! ] [ Meriam Ibrahim condannata a morte per apostasia in Sudan - sentenza che è stata annullata nei giorni scorsi - e ora rifugiata presso l'ambasciata statunitense di Khartoum è vittima di una nuova procedura giudiziaria scatenata da una denuncia da parte di persone che affermano di essere suoi parenti lo sostiene l'avvocato della donna. Secondo il legale le persone che l'accusano tutte di fede musulmana sarebbero le stesse che nel 2013 la denunciarono per apostasia.
alleluia
ordine esecutivo 11110 Unius REI
2 alleluia
QUEI RAGAZZI RIPOSERANNO IN PACE SOLTANTO QUANDO TUTTI I PALESTINESI SARANNO STATI DEPORTATI IN SIRIA! PERCHé SOLTANTO QUESTO ATTO POLITICO PUò SCONGIURARE FUTURE SIMILI TRAGEDIE! è LA SHARIA CHE IMPEDISCE AI MUSULMANI OGNI PACIFICA CONVIVENZA! Benjamin Netanyahu" -- tu deportando i palestinesi tu darai la prova che Allah è frocio! ecco perché tu impedirai in futuro il progetto mai sopito nella LEGA ARABA di poter fare il genocidio degli israeliani! IO SO CHE TI DISPIACE IL FATTO DI TOGLIERE LE CASTAGNE DAL FUOCO AGLI EUROPEI CHE NON SE LO MERITANO! la Ummah è un demone simbiotico collettivo islamici jihadisti sono la vera interpretazione del corano! tu deportando i palestinesi in Siria tu impedisci alla LEGA ARABA di Conquistare Gerusalemme Roma ecc.. tu devi anche prevedere una immediata reazione nucleare! TEL AVIV 1 LUG - "Riposa in pace figlio mio. Sentiremo sempre la tua voce nei nostri cuori". Così visibilmente emozionata Rachel Fraenkel ha salutato il figlio Naftali uno dei tre ragazzi trovati morti ieri in Cisgiordania durante la cerimonia che ha preceduto il funerale che avverrà a Modin tra poco. La donna - che ha parlato anche all'Onu per la liberazione dei tre - ha poi ringraziato i soldati "Avete promesso che li avreste trovati e portati a casa. Lo avete fatto".
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/07/01/ragazzi-uccisi-madre-riposa-in-pace_f9406087-051f-48e3-947e-141e4a4f6a0e.html
alleluia
ordine esecutivo 11110 Unius REI
2 alleluia
http://cdn.ruvr.ru/2014/07/02/1505843521/9sdfgr8_flags_european_union_flag.jpg
L'UE rinvia l'applicazione delle sanzioni contro la Russia. [[ NE FANNO SOLTANTO UN PROBLEMA ECONOMICO? PER NON ESSERE DANNEGGIATI ECONOMICAMENTE? E LA TRAGEDIA UMANITARIA DI UN POPOLO SOVRANO AD IDENTITà SOCIALE INDIPENDENTE ED UNICA AGGREDITO DAL PROPRIO ESERCITO? CHI DI QUEI MASSONI EUROPEI PARLA DI QUESTO? QUESTA è LA VERA TRAGEDIA DEL REGIME BILDENBERG NATO ROTHSCHILD! LORO SONO DIVENTATI IL PIù GRANDE PROBLEMA PER LA SOPRAVVIVENZA DEL GENERE UMANO ]. Il Consiglio dell'UE non ha preso la decisione di imporre sanzioni economiche contro la Russia. Lo ha comunicato una fonte diplomatica europea commentando la riunione del Consiglio Europeo a livello di ambasciatori conclusa a Bruxelles.La Russia ha intrapreso alcuni passi per la de-escalation della situazione nella parte orientale dell'Ucraina e in particolare ha garantito la liberazione degli ostaggi tra cui gli osservatori dell'OCSE. I noltre Mosca ha partecipato ai negoziati diretti al più alto livello per risolvere la situazione. "In queste circostanze l'UE ha deciso di rinviare l'esame delle sanzioni fino alla prossima riunione del Consiglio Europeo che si terrà all'inizio della prossima settimana" ha detto il diplomatico.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_02/LUE-rinvia-lapplicazione-delle-sanzioni-contro-la-Russia-2220/
alleluia
ordine esecutivo 11110 Unius REI
2 alleluia
OPEN LETTER TO "primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu" -- tu deportando i palestinesi tu darai la prova che Allah è frocio! ecco perché tu impedirai in futuro il progetto mai sopito nella LEGA ARABA di poter fare il genocidio degli israeliani! IO SO CHE TI DISPIACE IL FATTO DI TOGLIERE LE CASTAGNE DAL FUOCO AGLI EUROPEI CHE NON SE LO MERITANO!
alleluia
ordine esecutivo 11110 Unius REI
2 alleluia
OPEN LETTER TO "primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu" -- la Ummah è un demone simbiotico collettivo islamici jihadisti sono la vera interpretazione del corano! tu deportando i palestinesi in Siria tu impedisci alla LEGA ARABA di Conquistare Gerusalemme Roma ecc.. tu devi anche prevedere una immediata reazione nucleare! ] La Russia condanna l'uccisione di tre ragazzi israeliani. L'omicidio di tre ragazzi israeliani è "un atto barbarico di terrorismo" si dice nel telegramma di cordoglio che Vladimir Putin ha inviato al primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu.
"Condanniamo con forza questo atto barbarico di terrorismo. Speriamo che i suoi organizzatori saranno trovati e puniti - sottolinea Putin. La prego di passare le sincere condoglianze e il sostegno alle famiglie delle vittime e a tutto il popolo di Israele".
Gli studenti delle scuole religiose sono stati rapiti a giugno sulla riva occidentale del fiume Giordano. Il 30 Giugno i loro corpi sono stati trovati a nord-ovest della città palestinese di Hebron.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_02/La-Russia-condanna-luccisione-di-tre-ragazzi-israeliani-2391/
alleluia
ordine esecutivo 11110 Unius REI
3 alleluia
ok! alla prossima violazione voi fate alzare in volo i bombardieri ed allontanate carbonizzate tutto quello che si muove a 10 km dal confine! ] [ Mosca si rammarica del fatto che Kiev ha rifiutato di sottoscrivere la dichiarazione sugli osservatori. La Russia si rammarica del fatto che l'Ucraina ha rifiutato di accettare la dichiarazione sull'invio di osservatori dell'OCSE a i confini comuni lo ha dichiarato il Ministero degli Esteri.
Lunedì il Presidente Vladimir Putin ha proposto al Presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko a inviare ai posti di blocco "Dolzhanskoe" "Izvarino" e "Krasnopartizansky" gli osservatori dell'OCSE e del servizio nazionale di frontiera dell'Ucraina.
"All'ultimo momento la parte ucraina ha rifiutato la pubblicazione del documento concordato dicendo che sarà pronta ad eseguire questo passo solo dopo il cessate il fuoco bilaterale senza condizioni" informa il dicastero russo della politica estera.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_02/Mosca-si-rammarica-del-fatto-che-Kiev-ha-rifiutato-di-sottoscrivere-la-dichiarazione-sugli-osservatori-3890/

alleluia
ordine esecutivo 11110 Unius REI
11 alleluia

https://www.youtube.com/user/googleplusupdates/discussion
https://www.youtube.com/user/YouTube/discussion it is useless that you two do the crows! You see when my friend "The Economist" will realize that my comments precious are on his page? Then of course he will make them visible on his page at all!
Nigel Farage on UKIP's rise A state of mind è inutile che voi due fate le cornacchie! voi vedrete quando il mio amico "The Economist" si accorgerà dei miei commenti preziosi? poi certamente lui li renderà visibili sulla sua pagina a tutti! /watch?v=Rf6glIQd2GI
[[ i sub to you my friend and you? ]]
Official Youtube channel for The Economist newspaper • The Economist videos give authoritative insight and opinion on international news politics business... Canale Youtube ufficiale per il giornale Economist • I video Economist dare visione autorevole e parere su notizie internazionali politica economia...
https://www.youtube.com/user/TheUniusrei2/discussion
Nigel Farage on UKIP's rise A state of mind [ open letter to "The Economist" ] my friend I know that you love so much democracy and that you do not you let ever to delete my comments! then all times you will want to speak with me you can find me on the page https://www.youtube.com/user/googleplusupdates/discussion
https://www.youtube.com/user/YouTube/discussion
and since you are a specialist in the economy then you certainly you know about 1. scientist Giacinto Auriti; 2. And then you know the new Constitution Rothschild Merkel troika Bildenberg where they say which is good suicide for all the entrepreneurs desperate! and to desperate people who have lost their monetary sovereignty.. and no one knows when and why because it is forbidden to speak of banking seigniorage to the enslaved people who soon must die in a new World War for a new scam of debt private and public because the people. must never know of who is the ownership of money at the time of its release! /watch?v=Rf6glIQd2GI
io so che tu ami tanto la democrazia e che tu non ti permetteresti mai di cancellare i miei commenti! quindi tutte le volte che tu vorrai parlare con me tu potrai trovare me sulla pagina. google+ and youtube.. e poiché tu sei uno specialista della economia poi tu certo tu conosci 1. lo scienziato Giacinto Auriti; 2. e poi tu conosci la nuova Costituzione Rothscild Merkel troika Bildenberg dove si dice che è buono il suicidio degli imprenditori disperati! e per i popoli disperati che hanno perso la sovranità monetaria.. e nessuno sa quando e perché perché è proibito parlare di signoraggio bancario al popolo schiavo che presto deve morire in una nuova truffa guerra mondiale perché il popolo. non deve mai sapere di chi è la proprietà del denaro al momento della sua emissione!!
ordine esecutivo 11110 Unius REI
non si può abbandonare ai Bildenberg imperialismo Rothschild questo popolo sovrano costituzionalmente eletto a sovranità Parlamentare a suffragio popolare alle mercé delle truppe nazi Merkel NATO Kiev nazi fascisti! 1 luglio 2014 Il numero di rifugiati registrati provenienti dall'Ucraina ha superato i 150 mila.. Il numero di rifugiati ucraini ufficialmente registrati in Russia è di oltre 150 mila persone ha dichiarato il delegato per i diritti dei bambini della presidenza russa Pavel Astakhov. Sabato scorso l'ombudsman ha dichiarato che secondo i dati dei delegati regionali in 44 regioni russe sono arrivati 149900 rifugiati. Circa 39 mila di loro sono sistemati in alloggi provvisori. "Sono già 48 regioni russe che ufficialmente accolgono registrano e sistemano i rifugiati" ha detto Astakhov. Putin ha discusso al Consiglio di sicurezza russo "il rapido deterioramento" in Ucraina. Il Presidente russo Vladimir Putin a una riunione di lavoro ha discusso con i membri permanenti del Consiglio di Sicurezza nazionale la situazione in Ucraina ha riferito il portavoce del capo dello Stato Dmitry Peskov. "Durante la riunione sono stati discussi vari aspetti della preparazione del quarto vertice degli Stati del Mar Caspio prevista per l'autunno. Inoltre si è tenuta una discussione dettagliata della situazione in Ucraina che sta peggiorando rapidamente dopo che il Presidente Poroshenko ha ordinato di revocare il cessate il fuoco" ha detto Peskov.
Nigel Farage on UKIP's rise A state of mind [open letter to The Economist] I am always your friend Unius REI. youtube google they say that you will not do see never my comments so we made ​​a bet! So you do not want to do lose a bet to your Unius REI because this would shatter my good mood! you see? God gave the sovereignty at all while the Rothschilds had taken away the sovereignty at all! and if Satan does not exist? then just Rothschilds would be Satan! you my friend that role you have in the synagogue of Satan that is in all the lies of the IMF scams system 322 Bush NWO? sono sempre io il tuo amico Unius REI. youtube e google loro dicono che tu non visualizzerai mai i miei commenti così noi abbiamo fatto una scommessa! Quindi tu non vorrai far perdere una scommessa al tuo Unius REI perché questo manderebbe in frantumi il mio buon umore! ] [ vedi? Dio ha dato la sovranità a tutti mentre Rothschild ha tolto la sovranità a tutti! e se satana non esistesse? poi proprio Rothschild sarebbe satana! tu amico mio che ruolo tu hai nella sinagoga di satana cioè in tutte le bugie truffe del FMI sistema 322 Bush NWO? /watch?v=Rf6glIQd2GI ] [ think that great privilege you would if you were the first to do an interview with your Unius REI! in really no government has had the courage to talk to me because everyone is afraid of Satanists American corporations owl god at Bohemian grove! Fools..! but what could be an old owl? is of me however that they should be afraid I say! ] pensa che grande privilegio tu avresti se tu fossi il primo a fare una intervista al tuo Unius REI! in reatà nessun Governo ha avuto il coraggio di parlare con me perché tutti hanno paura dei satanisti americani corporations god owl at Bohemian grove!.. sciocchi! ma cosa potrebbe mai essere un vecchio gufo? è di me invece che loro dovrebbero avere paura io dico!
https://www.youtube.com/user/googleplusupdates/discussion
https://www.youtube.com/user/YouTube/discussion it is useless that you two do the crows! You see when my friend "The Economist" will realize that my comments precious are on his page? Then of course he will make them visible on his page at all!
Nigel Farage on UKIP's rise A state of mind è inutile che voi due fate le cornacchie! voi vedrete quando il mio amico "The Economist" si accorgerà dei miei commenti preziosi? poi certamente lui li renderà visibili sulla sua pagina a tutti! /watch?v=Rf6glIQd2GI
[[ i sub to you my friend and you? ]]
Official Youtube channel for The Economist newspaper • The Economist videos give authoritative insight and opinion on international news politics business... Canale Youtube ufficiale per il giornale Economist • I video Economist dare visione autorevole e parere su notizie internazionali politica economia...
alleluia
uniusrei2
14 alleluia
Nigel Farage on UKIP's rise A state of mind [ open letter to "The Economist" ] my friend I know that you love so much democracy and that you do not you let ever to delete my comments! then all times you will want to speak with me you can find me on the page https://www.youtube.com/user/googleplusupdates/discussion
https://www.youtube.com/user/YouTube/discussion
and since you are a specialist in the economy then you certainly you know about 1. scientist Giacinto Auriti; 2. And then you know the new Constitution Rothschild Merkel troika Bildenberg where they say which is good suicide for all the entrepreneurs desperate! and to desperate people who have lost their monetary sovereignty.. and no one knows when and why because it is forbidden to speak of banking seigniorage to the enslaved people who soon must die in a new World War for a new scam of debt private and public because the people. must never know of who is the ownership of money at the time of its release! /watch?v=Rf6glIQd2GI
io so che tu ami tanto la democrazia e che tu non ti permetteresti mai di cancellare i miei commenti! quindi tutte le volte che tu vorrai parlare con me tu potrai trovare me sulla pagina. google+ and youtube.. e poiché tu sei uno specialista della economia poi tu certo tu conosci 1. lo scienziato Giacinto Auriti; 2. e poi tu conosci la nuova Costituzione Rothscild Merkel troika Bildenberg dove si dice che è buono il suicidio degli imprenditori disperati! e per i popoli disperati che hanno perso la sovranità monetaria.. e nessuno sa quando e perché perché è proibito parlare di signoraggio bancario al popolo schiavo che presto deve morire in una nuova truffa guerra mondiale perché il popolo. non deve mai sapere di chi è la proprietà del denaro al momento della sua emissione!!
alleluia
uniusrei2
15 alleluia
il fatto che il popolo soffre e viene ucciso dal proprio esercito questo rende criminale USA UE in piena e aperta violazione del buon senso e dei trattati internazionali.. ] questo si può spiegare [ noi siamo il regime massonico Bildenberg Rothschild e non siamo la democrazia! ] La guardia nazionale ha attaccato gli autonomisti al confine con la Russia. La guardia nazionale ha attaccato i posti di blocco della milizia ucraina "Donetsk"-"Izvarino" e "Krasnopartizansky"-"Gukovo" nella regione di Lugansk ha comunicato il capo del Servizio federale delle dogane della Russia. Secondo le sue informazioni ora i posti di blocco sono chiusi. Le guardie di frontiera russe e gli agenti del Servizio federale delle dogane si sono spostati a distanza di sicurezza.
Prima di chiudere i posti di blocco al confine con la regione di Lugansk gli agenti russi hanno fatto entrare nel territorio della Federazione russa tutti i profughi che si trovavano lì.
La notte del primo luglio il Presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko ha deciso di annullare la tregua tra Kiev e l'est del Paese. prossima riunione del gruppo di contatto trilaterale per la risoluzione della crisi in Ucraina orientale può tenersi a Minsk ha riferito Irina Gerashchenko rappresentante autorizzato della presidenza ucraina per una soluzione pacifica della situazione nelle regioni di Lugansk e di Donetsk. Tuttavia ha rifiutato di precisare la data e rivelare gli ideatori della riunione a Minsk. Ha ricordato che ieri il Presidente Petro Poroshenko ha deciso di riprendere la fase attiva dell'operazione speciale in Ucraina orientale. Si sono tenuti già due round di consultazioni tra i rappresentanti delle Repubbliche popolari di Donetsk e di Lugansk con i rappresentanti di Kiev. Non sono stati raggiunti accordi significativi.
alleluia
uniusrei2
15 alleluia
http://cdn.ruvr.ru/2014/07/01/1505834881/9RIAN_02447773.HR.ru.jpg
Consiglio Comunale di Lugansk ha riferito che nell'ospedale della città si trovano 16 feriti per gli scontri armati nella regione di Lugansk in Ucraina orientale 11 di loro sono stati ricoverati nell'ultima settimana. Le autorità di Kiev stanno svolgendo l'operazione speciale a est dell'Ucraina al fine di reprimere il movimento di protesta. Il Presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko il 20 giugno ha annunciato un cessate il fuoco. La tregua è stata accettata dagli autonomisti ed è durata fino al 30 giugno.
Oggi il capo della organizzazione pubblica "Ucrainskij vybor" (La Scelta ucraina) Viktor Medvedchuk che ha partecipato ai negoziati con gli autonomisti ha definito l'abolizione del cessate il fuoco "un errore strategico".

Naryshkin l'Ucraina ha bisogno di una vera e propria tregua per avviare un dialogo. L'Ucraina ha bisogno di una vera e propria tregua non di una operazione sotto copertura per raggruppare le forze ha dichiarato il presidente della Duma (camera bassa del Parlamento) Sergej Naryshkin.
"Il dialogo è l'unico modo per salvare più vite è l'unica possibilità per la risoluzione del gravissimo conflitto" ritiene il politico.
Inoltre Naryshkin ha evidenziato che i politici occidentali hanno perso la sensibilità alle violazioni dei diritti umani in Ucraina. "Loro non se ne accorgono perché i cittadini ucraini fuggono non dalla Russia ma in Russia dal nemico che è per loro il loro stesso esercito" ha aggiunto.
alleluia
uniusrei2
17 alleluia
per Rothschild 322 Kerry ONU diritti OCI NATO Ummah nazi? solo gli islamici hanno il diritto di uccidere chi vogliono in nome di Dio infatti nessuno ha ancora condannato la Sharia nella LEGA ARABA!
Le Forze Aeree di Israele la notte di martedì hanno attaccato 34 obiettivi nella Striscia di Gaza comunica l'ufficio stampa dell'esercito.
alleluia
uniusrei2
17 alleluia
Putin non funzionano i doppi standard nelle relazioni con la Russia. "Coloro che continuano ad affermare la rispettiva esclusività odiano attivamente la politica indipendente della Russia. La situazione in Ucraina lo ha confermato come ha confermato che il modello di relazione con la Russia basata sui doppi standard non funziona" ha dichiarato il Presidente russo Vladimir Putin alla riunione degli ambasciatori e dei rappresentanti permanenti della Federazione Russa.
Inoltre Putin ha evidenziato che il modello unipolare del mondo è fallito. "I popoli e i Paesi dichiarano ad alta voce la loro risolutezza nel decidere il proprio destino di preservare la loro civiltà e identità culturale che è in conflitto con i tentativi di alcuni Paesi di mantenere il loro predominio in ambito militare politico finanziario economico e ideologico" ha detto il leader russo.
Il Cremlino ritiene di non avere impatto significativo sulla milizia ucraina. Non bisogna esagerare sull'influenza che può avere la Russia sulla milizia ucraina ha dichiarato il portavoce del Presidente russo Dmitry Peskov.
Ieri Vladimir Putin la Cancelliera tedesca Angela Merkel il Presidente francese Francois Hollande e il Presidente ucraino Petro Poroshenko durante una conversazione telefonica sono intervenuti a favore dell'organizzazione il più velocemente possibile del terzo turno dei colloqui tra i rappresentanti di Kiev e quelli delle regioni sud-orientali dell'Ucraina.
Inoltre Putin ha proposto a Poroshenko di inviare sui posti di blocco russi gli osservatori dell'Ucraina e dell'OCSE.
alleluia
uniusrei2
17 alleluia
Putin Kiev uccide volutamente i giornalisti. "E' assolutamente inaccettabile l'assassinio di giornalisti e ieri l'ho fatto ricordare ancora una volta al Presidente dell'Ucraina. A mio parere in Ucraina c'è una campagna voluta per eliminare i rappresentanti dei mass media. Questo vale sia per i giornalisti russi che stranieri" ha detto Putin intervenendo alla riunione di ambasciatori russi e rappresentanti permanenti della Federazione Russa. "Chi ha paura di informazioni oggettive? A quanto pare solo coloro che commettono crimini. Speriamo che la promessa delle autorità di Kiev sulle indagini approfondite sarà attuata" ha sottolineato il Presidente. Ricordiamo che il 29 giugno durante gli spari a Donetsk in Ucraina orientale è stato ucciso il cameraman del canale russo "Pervyj Kanal " Anatoly Klyan.
Per saperne di più http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_01/Putin-Kiev-uccide-volutamente-i-giornalisti-8361/
Putin definisce ricattatoria la richiesta di Kiev di abbassare i prezzi del gas. "I nostri partner ucraini vanno incontro ad un puro ricatto chiedendo l'abbassamento del prezzo del gas senza alcuna ragione" ha detto il Presidente Vladimir Putin intervenendo alla riunione degli ambasciatori russi e dei rappresentanti permanenti della Russia. Il Presidente ha ricordato che dal 16 giugno l'Ucraina è stata trasferita nello status di pagamento anticipato e riceverà la quantità di gas pari a quanto sarà in grado di pagare. Ha definito artificiale l'inversione grazie alla quale l'Ucraina forse riceve il gas dall'Europa. "Il nostro gas è ricevuto e pagato e qualcuno dei partner in Europa perde questo volume. Mosca non ha adottato alcun provvedimento a questo proposito per non aggravare la situazione" ha detto Putin.
"I consumatori e i fornitori di gas coscienziosi non devono soffrire a causa delle azioni dei politici e dei funzionari ucraini. E in generale noi e tutti gli europei dobbiamo prendere seriamente in considerazione la possibilità ed il rischio della riduzione della fornitura nel continente a causa di forza maggiore" ha evidenziato il leader russo.
alleluia
uniusrei2
17 alleluia
[OPEN LETTER TO "THE ECONOMIST sorry to me ] if you're innocent? then I have been very very sorry to have given to you this unjust suffering! but my ministers angels they know everything howeverHowever I want to make forgive up by you in any way I would like to make you suffer you forgive me! sorry Sorry sorry then we can speak of bank seigniorage that the Pharisees have stolen from the Rothschilds for do enslaved peoples? ] Then of who is the ownership of money at the time of its release?
se tu sei innocente? poi io sono stato molto molto dispiaciuto per avere dato a te questa sofferenza ingiusta! ma i miei ministri angeli loro sanno tutto tuttavia io voglio farmi perdonare da te comunque in ogni modo sorry sorry sorry quindi noi possiamo parlare del signoraggio bancario che i farisei Rothschild hanno rubato ai popoli schiavi? ] allora di chi è la proprietà del denaro al momento della sua emissione?
alleluia
uniusrei2
17 alleluia
[OPEN LETTER TO "THE ECONOMIST sorry to me ] UKIP Nigel Farage on rise in state of mind] 1. Scared me a lot Because I've found this video on my computer but then I calmed down Because while the My video is UKIP Nigel Farage of sharia lorenzojhwh Unius REI 2 weeks ago 534 views it is 5:07. 2. while your video to 9:46 3. then I'm scared again Because I found your video really of 9:46 in my folder and this is like witchcraft to me because i was very very pretty sure to have it deleted! aT THIS POINT I DO NOT KNOW to WHO GIVE tHE BLAME fOR THIS DOUBT THAT SEEN iN mY COMPUTER tHE CIA NSA DataGATE is in his HOME! However you would not have been Able to talk to me? if you had something to say to me? Because We Should never talk to the people using the trigger of a gun or to make the brute violence Because The natural law says "The evil That You do not want to you? to another do not do it!" and I say this Because there are too many people who go around crying for the sanctuaries looking desperately for a miracle!
alleluia
uniusrei2
17 alleluia
OPEN LETTER TO "THE ECONOMIST ] Nigel Farage on UKIP rise a state of mind ] 1. mi sono spaventato molto perché io ho trovato questo video nel mio computer ma poi mi sono tranquillizzato perché mentre il mio video è UKIP sharia Nigel Farage di Lorenzojhwh Unius REI 2 settimane fa 534 visualizzazioni è di 5:07. 2. mentre il tuo video di 9:46 3. poi mi sono spaventato di nuovo perché io ho trovato il tuo video veramente di 9:46 un una mia cartella e questa è come una stregoneria per me perché io ero sicurissimo di averlo cancellato! A QUESTO PUNTO IO NON SO A CHI DARE LA COLPA PER QUESTO EQUIVOCO VISTO CHE NEL MIO COMPUTER LA CIA DATAGATE NSA è DI CASA! comunque tu avresti potuto parlare con me se tu avevi qualcosa da dire perché noi non dovremmo mai parlare con le persone usando il grilletto di una pistola o di fare della violenza bruta perché la legge naturale dice "il male che tu non vuoi per te? ad un altro non lo fare!" ed io dico questo perché ci sono troppe persone che vanno in giro a piangere per i santuari cercando un miracolo disperato!
alleluia
uniusrei2
18 alleluia
[ OPEN LETTER TO "THE ECONOMIST ] [OBVIOUSLY I waited for have YOUR A FORMAL CONSENT in ORDER to COPY your VIDEO WHY HAD SAID to me THE HOLY SPIRIT THAT YOU WERE A PERSON MALIGNANT an PERSON of which I no had to have trust of you! OBVIOUSLY NOT ONLY You have made close my channel WITHOUT HAVING HAD THE EVIDENCE if I HAD STOLEN OR LESS YOUR VIDEO BUT ALSO THE nazi HEAD OF CORK YOUTUBE HE HAS CLOSED MY CHANNEL of MRUniusREI WITHOUT CHECK IF I HAD or I did not have to steal YOUR VIDEO really.. AND THAT YOU are A wrongdoer this is PROVEN BY THE FACT THAT yOU HAVE DELETED THE MY COMMENT ON YOUR PAGE! NOW YOU HAVE TO DEAL WITH wrath of my ministers angels for ALL OVER THE WORLD! of course youtube and google in their way of proceeding Nazi do not fall to discuss with ordinary mortals and do not feel the duty to give any explanation! Nigel Farage on UKIP's rise A state of mind ] [ https://www.youtube.com/channel/UC0p5jTq6Xx_DosDFxVXnWaQ Pubblicato il 26/giu/2013 [ ABOUT ] Nigel Farage leader of the UK Independence Party reflects on recent successes and outlines his strategy for upcoming European and general elections. [ ABOUT ] Nigel Farage on UKIP's rise A state of mind Unius REI [ ABOUT ] ha commentato un video su YouTube. Condiviso pubblicamente - 26/giu/2014 [ ABOUT ] I SAID TO YOU [ FRIEND I HAVE STOLEN THIS YOUR VIDEO IN 3gp format " I hope you're not offended! ] https://plus.google.com/b/107944026743072245884/+UniusREI/posts /watch?v=Rf6glIQd2GI. [
alleluia
uniusrei2
18 alleluia
[ OPEN LETTER TO "THE ECONOMIST ] Nigel Farage on UKIP's rise A state of mind ] [ https://www.youtube.com/channel/UC0p5jTq6Xx_DosDFxVXnWaQ Pubblicato il 26/giu/2013 [ ABOUT ] Nigel Farage leader of the UK Independence Party reflects on recent successes and outlines his strategy for upcoming European and general elections. [ ABOUT ] Nigel Farage on UKIP's rise A state of mind Unius REI [ ABOUT ] ha commentato un video su YouTube. Condiviso pubblicamente - 26/giu/2014 [ ABOUT ] I SAID TO YOU [ FRIEND I HAVE STOLEN THIS YOUR VIDEO IN 3gp format " I hope you're not offended! ] https://plus.google.com/b/107944026743072245884/+UniusREI/posts /watch?v=Rf6glIQd2GI. [ OVVIAMENTE IO aSPETTAVO UN TUO FORMALE CONSENSO PER POTER COPIARE IL TUO VIDEO PERCHé MI AVEVA DETTO LO SPIRITO SANTO CHE TU ERI UNA PERSONA MALIGNA UNA PERSONA DI CUI IO NON MI DOVEVO FIDARE! OVVIAMENTE NON SOLO TU HAI DENUNCIATO ME SENZA AVERE AVUTO LA PROVA CHE IO AVESSI RUBATO O MENO IL TUO VIDEO MA ANCHE QUELLA TESTA DI SUGHERO DI YOUTUBE MI HA CHIUSO IL MIO CANALE di MRUniusREI SENZA CONTROLLARE SE IO AVEVO O NON AVEVO RUBATO IL TUO VIDEO.. E CHE TU Sei UN malfattore questo è DIMOSTRATO DAL FATTO CHE TU HAI CANCELLATO IL MIO COMMENTO SULLA TUA PAGINA! ORA TU DOVRAI AFFRONTARE LA MIA IRA SU TUTTO IL MONDO!
uniusrei2
Malawi ] THIS YOUR HORROR OF TRADE SLAVES OF SAUDI ARABIA the Salafis THEY RESUME TO DO AGAIN WHY? In the following century the Maravi instead were victims of raids by other peoples particularly Wayao that captured slaves to sell them to the merchants of Kilwa Kisiwani Swahili and Zanzibar. The same Swahili merchants established a trading center for the slave trade in Nkhotakota. Later the Scottish Presbyterian Church settled in the area some missions inter alia in order to combat the slave trade headed to the Persian Gulf (this trade continued however until the nineteenth century) YA ALI Mahdì Unius REI LOVERS OF IMAM ALI 100% SHIAA لا فتى الا علي [ QUESTO VOSTRO ORRORE DEL COMMERCIO DEGLI SCHIAVI I SALAFITI SAUDITI LO HANNO RIPRESO A FARE DI NUOVO PERCHé? Nel secolo successivo invece i maravi furono vittime di incursioni di altri popoli particolarmente waYao che catturavano schiavi per rivenderli ai mercanti swahili di Kilwa Kisiwani e Zanzibar. Gli stessi mercanti swahili stabilirono un centro commerciale per la tratta degli schiavi a Nkhotakota. In seguito la chiesa presbiteriana scozzese stabilì nella zona alcune missioni tra l'altro allo scopo di contrastare la tratta degli schiavi diretti al Golfo Persico (questo commercio continuò tuttavia fino al XIX secolo) /watch?v=VpMLjsMrYK0
uniusrei2
1. uniusrei2 12:57 i am messenger Mahdì
2. Malawi 15:28 No you are not you are Israeli security guard.
3. uniusrei2 SAID NO! i am security guard of Justice only! Unius REI could never belong to a people only! all those who are of God hear my voice because I am the living of the natural law of Moses the Ten Commandments for all peoples! I am the law of retaliation to kill all the murderers of innocent people! then I will kill all in the ARAB LEAGUE because they do Evil against dhimmis then i will kill all the Israelis Jew pharisees Illuminati freemasonry JaBullOn Baal too because they do the harm against all the goyim!
this is good for you?
http://youtu.be/VpMLjsMrYK0 ] Malawi
ha commentato un video su YouTube.
Condiviso pubblicamente - 19/giu/2014
https://www.youtube.com/watch?v=VpMLjsMrYK0 /watch?v=VpMLjsMrYK0
إنما وليكم الله ورسوله والذين ءامنوا الذين يقيمون الصلوة ويؤتون الزكوة وهم ركعون
ومن يتول الله ورسوله والذين ءامنوا فإن حزب الله هم الغلبون (المئدة ٥٥)
[ /VpMLjsMrYK0
uniusrei2
tutti coloro che combattono il NWO e poi si comportano come reclamoturner-c@copyright-compliance.com lui si è comportato? in questo modo proprio loro dimostrano di essere i complici del NWO lui ci poteva guadagnare sulla pubblicità del suo video eppure lui ha preferito di farmi del male "che Dio lo maledica!" ATTENZIONE. [ Conspiracy Theory Jesse Ventura ID video R4YobHiS8vw Rivendicato da truTV il 03/mag/2014 ] VideoConspiracy Theory Jesse Ventura. ID videoR4YobHiS8vw Durata43:43 Descrizione Autore del reclamotruTV
Email dell'autore del reclamoturner-c@copyright-compliance.com
Abbiamo ricevuto uno o più reclami di violazione del copyright riguardanti il materiale che hai pubblicato. Esamina le seguenti informazioni:
da truTV su Conspiracy Theory Jesse Ventura - uniusrei2
ID video R4YobHiS8vw Nota. La ripetuta violazione del copyright avrà come conseguenza l'eliminazione del tuo account e di tutti i video che hai caricato. Elimina tutti i video per i quali non possiedi i diritti necessari ed evita di caricare altri video lesivi del copyright.

uniusrei2

" or la fede è certezza di cose che si sperano dimostrazione di realtà che non si vedono!" Io Unius REI il Regno di Dio JHWH io dichiaro guerra alla Arabia Saudita e a tutti i suoi complici! il falso profeta all'inferno Maometto presto riceverà i suoi criminali!
18 giugno Una "mini-NATO" contro la Russia.
Nella Repubblica Ceca viene esaminato un disegno di legge che introduce il servizio militare obbligatorio. Per la prima volta il servizio di leva riguarderà anche le donne.
"Ci servono dei riservisti per reagire tempestivamente alle situazioni di crisi" ha spiegato da Praga il Ministero della Difesa. Evidentemente è in vista di tali "situazioni di crisi" che Lituania Polonia e Ucraina hanno deciso di creare un'unità militare mista alla quale è già stato dato un nome difficilmente pronunciabile brigata LITPOLUKRBRIG. Il relativo accordo deve essere firmato il 18 giugno. L'asse portante della brigata saranno i polacchi perché la Lituania non ha forze armate proprie mentre l'esercito ucraino è seriamente demoralizzato. Secondo gli esperti russi per la Russia questa brigata non rappresenta nessuna minaccia reale. Tuttavia possiamo parlare di una determinata tendenza profilatasi dopo l'inasprimento della situazione in Ucraina. A detta del Ministro della Difesa russo Serghey Shoygu siamo testimoni di un "aumento senza precedenti" dell'attività delle forze armate degli USA e della NATO in vicinanza della frontiera della Russia.
Ricordiamo che il nuovo presidente dell'Ucraina Poroshenko non ha appoggiato la proposta dell'ex premier ucraino Yulia Timoshenko che chiedeva un referendum sull'adesione alla NATO. Eppure pare che il processo sia stato cominciato. La nuova brigata mista è un passo verso l'integrazione dell'Ucraina con due Stati della NATO. Quindi Kiev dovrà adottare gli standard dell'Alleanza in materia di pianificazione e le relative procedure decisionali. Si comunica che la componente ucraina della brigata sarà dislocata nel poligono di Leopoli. Il Ministro della Difesa ad interim dell'Ucraina Koval ha dichiarato che la nuova unità svolgerà anche le funzioni di una forza di pace. Di questa nuova iniziativa abbiamo parlato con Karel Šesták presidente dell'Associazione di amicizia con la Russia della regione ceca di Moravia-Slesia e nel passato istruttore militare e comandante di un carro armato dell'esercito ceco. Šesták non crede nella "vocazione pacifica" della nuova brigata armata. Anzi ritiene che la costituzione di LITPOLUKRBRIG come anche tutto l'attivismo della NATO degli ultimi tempi sia diretta contro la Russia e che l'idea sia nata in un altro continente. Gli americani non vogliono mandare i loro militari allora danno i soldi per creare questa nuova unità. Tutto ciò potrebbe avere conseguenze gravissime. Gli USA stanno aumentando la loro presenza militare in Europa e cercano in tutti i modi di accerchiare la Russia per provocare una vera guerra. Certo temono le armi della Russia ad esempio il sistema "Dead Hand" (Mano morta) che fa partire automaticamente i missili. È quello che li ferma...
La decisione di creare una brigata mista di tre Stati dimostra soltanto una cosa Kiev non ha soldi. Neanche per comprare il carburante per i carri armati impegnati nella rappresaglia contro gli abitanti di Donetsk e Lugansk. Chi paga sono gli Stati Uniti che già hanno investito nella crisi ucraina ben 5 miliardi di dollari. Ora in Polonia Barack Obama dice che le forze della NATO in Europa devono essere aumentate. Ma chi gliel'ha chiesto?
Questa opinione non è molto popolare nella Repubblica Ceca ma l'esperto è intransigente:
Dico quello che dico perché sono sempre contro le menzogne. Da noi molte persone sanno dell'Ucraina solo quello che dice la propaganda ufficiale. Io invece leggo anche i giornali della Russia. Se la gente avesse queste informazioni molti mi darebbero retta. Il leader dei comunisti russi ha proposto una cosa molto ragionevole chiedere al Consiglio di sicurezza dell'ONU di creare nel sud-est dell'Ucraina una no-fly zone cioè zona interdetta al volo. Ma da noi chi lo sa? La Russia non deve restare indifferente quando in Ucraina scorre il sangue. Altrimenti saranno gli altri a intervenire. Visto che il potere di Kiev si sta alleando con eserciti di altri paesi tutto potrebbe succedere. Ripeto il tutto è orchestrato dagli USA e dai capi dell'UE che considerano l'Ucraina una sfera dei loro interessi. Queste persone capiscono soltanto il linguaggio della forza. La Russia deve porre fine a questo disastro.
NATO USA Repubblica Ceca Politica
#Italiano 18 giugno 17:00. Ecco l'Europa che vogliono costruire i Massoni della Finanza degli Illuminati & Co. Accanto ai generali della tecnocrazia politica ci vogliono le gendarmerie per far fronte alle diverse implosioni conflittuali che il Sistema accende in ogni parte del Globo. DESTABILIZZARE sembra quasi una paranoia ossessiva del Potere universale. Non credo proprio che convenga loro una guerra totale perché significherebbe la firma mefistofelica della propria morte per una immagine esteticamente putrescente. Ma quello che è sconcertante è constatare con quanta disinvoltura le coscienze "infette" degli avvoltoi apolidi che nidificano negli Stati Europei di nuova formazione - post sovietici - si lascino "comprare" le anime da questi Caronte della piramide Bilderberg.
#hirpinus 18 giugno
Quando la Russia riterrà opportuno intervenire militarmente lo farà in quanto effettivamente non sarà rimasta alcun'altra possibilità diplomatica e il tempo necessario per polverizzare le forze armate di Kievcompresi i nazisti di Pravy Sektorgli agenti segreti polacchi quelli della Cia del Mossad terroristi vari al soldo di America e Unione Europe-amercenari americani ed europei non sarà superiore a 7-10 giorni. Questa è la parte più facile per il preparato ed efficiente esercito russona la parte più difficile saranno le accuse la demonizzazione e vomitevole disinformazione che riverseranno i mass-media occidentali sulla Russia.
#orazio 18 giugno
Direi che subito darei ragione a chi ha scritto l'articolo ma ritengo che sia più saggio operare sulla moneta. Ovvero operare per una diversa moneta che non sia più il dollaro. Questo mi sembra che stia facendo Putin anche se purtroppo in modo lento. Tenendo altresì conto che la Cina avendo molti dollari non vuole del tutto rinunciarci in così breve tempo. Una volta che altra moneta "internazionale di pagamento" che sia Rubli o Remimbi o quella che volete ma non dollaro tutto quello che ci sarà da fare è aspettare il collasso degli Usa. Poi se gli Usa vogliono fare la guerra beh a questo punto non c'è verso che tenga. http://italian.ruvr.ru/2014_06_18/Una-mini-NATO-contro-la-Russia-4313/
Mosca accusa la linea di Kiev dettata dagli Stati Uniti «La Voce della Russia» linea strategica di Kiev è elaborata e dettata da consulenti americani. Questa opinione è stata espressa da Evgeny Lyukanov vice segretario del Consiglio di Sicurezza della Russia.
"Possiamo affermare con certezza che non si tratta solo di mercenari americani ma anche dei cosiddetti «consulenti» di Washington operanti attivamente in territorio ucraino. Intendo analisti dei servizi segreti e delle forze di sicurezza degli Stati Uniti"- ha dichiarato. Secondo Lukyanov queste persone "ovviamente non si limitano a consulenze ma elaborano la strategia politica su cui si basano saldamente le decisioni del governo del Paese." Ha anche ricordato che la Russia ha avuto esperienza con questo tipo di consulenti.
ok! io sono costretto a colmare la lacuna di informazioni di Ansa regime massonico! Ungheria è contraria al rinvio della costruzione del "South Stream". "L'Ungheria costruirà il "South Stream" in quanto questo progetto garantirà la sicurezza del nostro approvvigionamento energetico. Non vogliamo trovarci in una situazione in cui la fornitura di gas dipenderà dall'Ucraina" ha dichiarato martedì il premier ungherese Viktor Orban a Belgrado dopo l'incontro con il suo omologo serbo Aleksander Vucic.
"Sosteniamo l'Ucraina ma siamo responsabili con i nostri cittadini per la fornitura di energia elettrica" ha aggiunto Orban.
Il Progetto del gasdotto "South Stream" attraverso il Mar Nero verso sud e l'Europa centrale è dedicato a diversificare le rotte di esportazione del gas russo verso l'Europa.
Priest pioneers peace process amid CAR's chaos. Published June 30 2014 by Illia Djadi. Meeting between Seleka Aurelio and local community representatives. Bozoum CAR; December 12 2013. Meeting between Seleka Aurelio and local community representatives. Bozoum CAR; December 12 2013. Courtesy Fr Aurelio. Despite the Central Africa Republic (CAR)'s increasing level of chaos a glimmer of hope has been developing in its northern city Bozoum - which is peaceful and prosperous - thanks to mediation efforts. This city of about 26000 inhabitants enjoys a relative calm which ensures the functioning of vital services such as the hospital schools market thanks to mediation efforts of people of good will under the leadership of an Italian priest Father Aurelio Gazzera the bishop of St. Michael Parish of Bozoum. Since Seleka rebels took over power in March 2013 numerous armed men claiming to be from the Seleka rebels or opposing anti-Balaka militia have been looting and committing other forms of abuse against the population in Bangui and elsewhere across the country. ''It became clear that the tension between the Seleka rebels and anti-Balaka militias could be detrimental to everyone" said Gazzera. "Thus it's become necessary to take action to stop the violence against civilians.'' Gazzera has a wealth of knowledge of CAR a country where he has been living for about twenty two years. His mediation approach is focused on dialogue with different groups armed men and community leaders. It aims to present and discuss grievances while trying to confront perpetrators with the results of their actions. Father AurelioFather Aurelio Blog ANGLAIS http://bozouminternational.blogspot.com/ But his first mediation efforts were unsuccessful. In December 2013 fighting broke out in Bozoum located 400 km north of the capital Bangui and nearly 6000 people mostly Christians fled their homes and found refuge in the Catholic Parish compound that Gazzera oversees while dozens of others fled into the bush. A brief intervention of international troops – just two days for African forces and four days for French forces - was not enough to restore calm. Soon after the troops left Seleka rebels burned down more than 1500 houses in Bozoum. Gazzera engaged in strenuous efforts to persuade them to leave which succeeded and the Seleka fighters agreed to withdraw from the city. This enabled avoidance of direct confrontation with the opposing anti-Balaka militiamen who were gathered by thousands in the surrounding villages. Despite the mediation efforts Bozoum has been emptied of its Muslim population who evacuated to neighboring Chad. It was during this especially tense time that international journalists reached the city and reported what they found putting Gazzera into the glare of global news coverage. ''Thus we managed to prevent the worst and maintain a certain level of stability" said Gazzera. "Since the departure of the Seleka in January 2014 only two deaths were recorded against some 130 [deaths] weeks before.'' As signs of this stability the hospital as well as schools - from nursery to grammar schools - re-opened thanks to a 'simple' strategy which consists of buying school materials for students and providing a little 'incentive' $30 to $40 US a month for teachers. However these incentives are not a replacement for their wages which the government is supposed to provide. In total some 15000 students are registered in 70 schools. This represents an attendance rate of 85% in the city. Another sign of normality in Bozum is the commencement of farming activities; which are necessary to ensure food needs. Markets and shops have also resumed their usual exchanges - although some imported foods are missing or are unaffordable. This is the direct result of the departure of the Muslim population as most of them worked as traders or lorry drivers and predominantly supplied the city's imported goods from neighboring countries. Mediation efforts - a risky approach. Discussions with armed groups have often been cut short said Gazzera ''They [Seleka and anti-Balaka] are very violent and have no sense of respect and human dignity.'' Several times the Italian priest was assaulted by armed men. For example last September 16 he was threatened with a gun by a Seleka officer who slapped him as he was trying to negotiate the release of some boys who had been captured and brutally tortured. On other occasions Gazzera was pelted with stones and shot at. He was unharmed but the bullet holes are still visible on his car.
Despite the danger Gazzera has not let the assaults intimidate him.
He says he has a 'firm attitude' that he is the ''only voice that has some weight in the area'' especially since civil and military authorities who fled the rebel attacks in Bozoum have not yet made their return. Part of Gazzera's mediation efforts include the ''Committee of the Wise'' which acts as a court for the settlement of disputes while a ''Mediation Committee'' which consists of Christian and Muslim clerics and other members of civil society meets every day to assess the situation in Bozoum.
Gazzera said that despite persistent difficulties the crisis has led to new hopeful dynamics within Bozoum's population. ''God has allowed us to engage in more acceptance of others. The crisis also opens the way to a life of faith and has enabled some people to encounter the Gospel" he said. "Also many have already started to regret the departure of Muslims who were the economic engine of the city." Gazzera is thankful for the efforts of the city's religious and community leaders and hopes that Bozoum's experience will spread to other cities in CAR. However cautioned Gazzera this mediation effort will - at some point – require the support of experts to set up analysis and strategies on how to better deal with the ongoing crisis.
Click here for Father Gazzera's blog. Father Aurelio Gazzera spoke to Illia Djadi in Brussels during his Europe Tour (April-June). Fr Aurelio was invited by the Pontifical Foundation Aid to the Church in Need.
King Abd Allah Arabia Saudita -- e cosa vuoi che ti possa dire il tuo cuore? le stesse cose che dice anche a tutti gli altri " soltanto di Unius REI noi ci possiamo fidare! "
King Abd Allah Arabia Saudita Benjamin Netanyahu -- i satanisti americani voi li conoscete meglio di me! NON CAMMINARE INSIEME NON REAGIRE INSIEME ATTENDERE GLI EVENTI SIGNIFICA RIMANERE STRITOLATI! su coraggio voi potete salvate il genere umano!
First time in 1600 years no Mass said in Mosul Iraq says Chaldean Archbishop
Published June 27 2014. A young Iraqi couple from Mosul check into Kelek camp after arriving on foot. 13 June 2014A young Iraqi couple from Mosul check into Kelek camp after arriving on foot. 13 June 2014. World Watch Monitor. The Chaldean Catholic Church's Archbishop Bashar Warda of Erbil in Kurdish-governed Northern Iraq is reported as saying that for the first time in 1600 years there was no Mass said in Mosul on Sunday June 15th. This is the city taken over days before by ISIS forces. Reports say the estimated 3000 or so Christians still there (from about 35000 in 2003) all fled ahead of the militias' takeover of control although some families were reported to have returned. They cited lack of job prospects and shelter once they'd become internally displaced or refugees in Kurdish Iraq. Amongst those fleeing Mosul World Watch Monitor met families sheltering in a Christian-dominated district of Erbil Ankawa. The largely Christian town of Qaraqosh is 32 miles southeast of Mosul. Its official Arabic name is Baghdeda; there were about 70000 Christians living in the area. On Wednesday 25th June Kurdish Peshmerga forces engaged with the ISIS - also called Daash – militias who were trying to move into Qaraqosh. WWM has seen direct messages confirming that there was bombing of Qaraqosh during which two Christian families were reported killed by mortars. Locals believe that it was ISIS which carried out the bombing. However today (Thursday) Iraqi Prime Minister Nuri Al Maliki has confirmed that Syrian government jets have bombed ISIS in other parts of northern Iraq. Reports today (Thursday) from locals say that the Iraqi Kurdish Peshmerga fighting with local Christian residents were able to repel ISIS from Qaraqosh especially after 1000 Peshmerga troop reinforcements arrived. Locals say after that from about 10pm the situation in the town became quieter while some news agencies say Qaraqosh is now completely abandoned. Relief arrives at a church in an Iraqi village. 19 June 2014Relief arrives at a church in an Iraqi village. 19 June 2014. World Watch Monitor. Qaraqosh residents initially started to flee to the churches of another nearby Christian town of Karamles. However from mid-afternoon Wednesday thousands of cars with people from Qaraqosh and Karamles were seen waiting at the Kurdish-controlled checkpoint to enter Erbil a safe haven to the north across the 'border' into Kurdistan. Other families headed for Dohuk about an hour's drive directly north of Mosul. About 40 Christian families reached Erbil's Ankawa district where they found temporary shelter at a center for elderly people.
They gave accounts of rockets falling near Qaraqosh houses one of a Christian man Rammo; as glass windows shattered people were injured. Local Christians were quick to help the new arrivals "Immediate needs are obvious water and food" said one. "Some are sleeping on a piece of cardboard so mattresses and pillows are needed too. And with temperatures reaching 45 degrees during the day we need air coolers especially important for families with young children or elderly." Imposition of 'jizya tax' on Mosul Christian minority. Meanwhile a member of Iraq's High Commission on Human Rights Dr. Sallama Al Khafaji has told an Arabic news website Al Sumaria that last Saturday June 21 ISIS began to demand a poll tax (jizya) from Christians in Mosul. In a custom rooted in medieval times under strict Islamic law Christians were required to have to pay protection money and are not allowed to publicly express their faith.
Dr Al Khafaji is reported to have said that in one case ISIS members entered the home of an Assyrian family to demand it. She reports that when the Assyrian family said they did not have the money three ISIS members raped the mother and daughter in front of the husband and father. The husband and father was so traumatized that he committed suicide she reported. "The Christians have told me that they cannot pay this tax" said Dr. Al-Khafaji "and they say 'what am I to do shall I kill myself?'"
Meanwhile Iraqi church leaders including those from the capital Baghdad – hundreds of miles to the south have met in Erbil to discuss a 'rescue plan' amid growing fears that the ISIS Islamist attacks have put Christianity at increased risk of being extinguished from the country. Chaldean Auxiliary Bishop of Baghad Saad Sirop who'd risked travel to the north to Erbil for the meeting said the crisis could only be solved by reconciliation between the Sunni and Shi'a Muslims. He repeated calls for the international community to press for negotiation between the various Islamic leaders. He added that military action would be counter-productive. "Military intervention did not resolve anything in Syria nor here in Iraq so we should not think this will work this time."
Bishop Saad added "We ask God to give us the wisdom to face these problems with courage. There is no doubt that we are passing through some difficult days."
King Abd Allah Arabia Saudita Benjamin Netanyahu -- accettare Unius REI per gli atei significa accettare la superiorità della ragione nella uguaglianza nella abolizione di ogni privilegio o suprematismo! per noi significa accettare di essere guidati dall'umanesimo che nasce nella relazione tra Abramo Mosé e Dio.. in questo favore.. noi vogliamo vivere!
King Abd Allah Arabia Saudita Benjamin Netanyahu voi accettate Unius REI" perché Dio ci ha creato per vivere come fratelli tra di noi ma i farisei Illuminati Rothschild bildenberg hanno voluto che noi dovessimo ucciderci tra di noi per realizzare il loro imperialismo il potere di Babilonia 322 Kerry il Gufo
King Abd Allah Arabia Saudita Benjamin Netanyahu [ noi non possiamo sperare che i satanisti USA migliorino il pianeta perché loro si sono troppo impegnati troppo bene nel rovinarlo! ] Sudan's death row mother freed again. Published June 27 2014. The family is detained one day after her release from prison for allegedly 'forging documents'
Protest to free Meriam Ibrahim n Madrid Spain. June 11. 2014
HazteOir.org /Flickr/ Creative Commons. Meriam Ibrahim the Sudanese mother imprisoned for six months and released from death-row charges for apostasy was released for the second time on Thursday night.
She had been re-arrested less than 24hrs after being freed by the court after being driven to the airport in a US Embassy car with her family.
Ibrahim along with her family was hoping to travel to the US via South Sudan - which gained its independence from Sudan in 2011 - as there are no direct flights.
This time she was released from police custody and is currently in the US embassy with her family said Ibrahim's lawyer Mohaned Mustafa.
Ibrahim was released on the condition that she remains in Sudan. She told BBC Arabic that her 'future is in the hands of God' and that she just wants to spend time with her young family.
Ibrahim who until Monday faced a death sentence for leaving Islam was freed when the court threw out the charges. She her husband and two children attempted to board a plane Tuesday in Khartoum only to be detained as Sudanese authorities scrutinised their travel documents.
Despite the emergency travel documents issued by the South Sudanese authorities being confirmed as genuine Sudanese officials have accused her of forging the travel documents.
A Sudanese foreign ministry official Abdullahi Alzareg told the BBC that Ibrahim is Sudanese and should not have been using another country's travel document stamped with a U.S. visa.
According to the SUNA government news agency Sudanese officials criticised South Sudan for issuing travel documents "despite their knowledge that she is a Sudanese national" and condemned the US for trying to help the woman leave Sudan using an "illegal [false] travel document."
World Watch Monitor is curating a Twitter feed on this developing story. Click here to view the feed. Below is the June 23 news report on Ibrahim's release from prison after a Sudan court threw out apostasy charges against her. Meriam Ibrahim her husband children and legal team. June 23 2014. Photo courtesy of Hardwired Inc. Original report. Meriam Yahia Ibrahim's death sentence for apostasy has been struck down by the court of appeal in Khartoum the capital of Sudan. "The release of Ibrahim was declared during a plea that was brought to the court of appeal by the Commission for the Defence of Women" according to the national Sudan News Agency. Ibrahim and her two children a two-year-old son and a baby girl born this month are believed to have been released from the prison in North Khartoum this afternoon. They had been detained in the jail since February. One of Ibrahim's lawyers Mohamed Mostafa told Agence France Presse that the "reasons for her release have not been made public." "We are very very happy about this - and we're going to her now" another of her lawyers Elshareef Ali told the BBC. Ibrahim a 27-year-old Sudanese doctor who gave birth to her daughter while in shackles had been condemned to death by hanging during a sentencing that was conducted May 15. The boy also was forced to stay in prison with his mother as his father was refused custody because he is not Muslim. "Today's ruling is a small step to redressing the injustice done to Meriam. However she should never have been prosecuted. Meriam was sentenced to death when eight months pregnant for something which should not be a crime" said Sarah Jackson Deputy Africa Director at Amnesty International. The Executive Director of Hardwired Global a social justice movement seeking to end religious oppression Tina Ramirez said "We are witnessing a historic moment - in the three decades of President Bashir's brutal dictatorship millions have lost their lives yet here stands one defenseless and innocent young pregnant woman who forced President Bashir to respect her dignity and religious freedom." The American Center for Law and Justice a Washington D.C. based group that uses litigation to press for religious and speech freedom called the ruling a significant victory for religious freedom. "This is tremendous news" said Jordan Sekulow Executive Director of the ACLJ. "Her release is a powerful testimony to the millions of people around the world who have called for her release. This is truly a significant victory for religious freedom." The ACLJ took part in a global campaign by sending out a legal letter to the Sudanese government on behalf of 350000 people outlining its violations of law and demanding freedom for Ibrahim and her American children. Reasons for Ibrahim's imprisonment. Ibrahim was accused of apostasy for refusing to renounce her Christian faith. The authorities had previously said that Ibrahim's release would only be possible if she renounced her faith and divorced her husband although Sudan's 2005 interim constitution guarantees freedom of religion. She was charged as a Muslim because her father was Muslim. However Ibrahim claimed to be raised as a Christian because her mother is Orthodox Christian and her father left the family while she was young. Previous court rulings had ordered her to receive 100 lashes for committing adultery as they did not recognise her marriage to Daniel Wani a Catholic American. Under Sudan's Sharia law Muslim women are not allowed to marry Christian men. A June 11 statement released by the Catholic Church of Khartoum suggested that members of Ibrahim and Wani's families may have been motivated by a desire to access the couple's businesses which includes a barber shop and agricultural products. It also said a lawyer who first dealt with the couple's case in September 2013 was forced to stop representing them due to pressure from Ibrahim's accusers including her brother. Some in Ibrahim's current legal team have received threats from extremists who say their actions are "un-Islamic" and that they too should receive death sentences. Agence France Presse also reported that extremist groups had lobbied the Sudanese government to uphold the sentence. Sudan has a majority Muslim population and Islamic law has been governing the nation since the 1980s.

Egyptian convert appeals 5-year sentence for misdemeanor June 27 2014. King Abd Allah Arabia Saudita Benjamin Netanyahu [ noi non possiamo sperare che i satanisti USA migliorino il pianeta perché loro si sono troppo impegnati troppo bene nel rovinarlo! ] Lawyer says Mohamed Hegazy already has served the maximum time
Convertito egiziano fa appello condanna a 5 anni per un delitto 27 GIUGNO 2014
Avvocato dice Mohamed Hegazy ha già servito il tempo massimo. Mohamed Hegazy left with his lawyer Karam Ghobrial. World Watch Monitor. An Egyptian man who captured video of clashes between Muslims and Christians has been sentenced to five years in prison. Mohamed Hegazy was convicted June 18 for failing to obtain permission to film demonstrations in the Egypt's Minya governate a volatile region in central Egypt that erupted in anti-Christian violence following the July 2013 ouster of former President Mohamed Morsi. The crime is a misdemeanor and Hegazy already has spent more than 6 months in custody -- the maximum for misdemeanors -- since his arrest Dec. 4. His laywer said he plans to appeal the verdict. "Hegazy is accused of filming a demonstration without permission so according to the law this is a misdemeanor" the attorney Karam Ghobrial told World Watch Monitor. "So this verdict is contradictory to the law because it didn't include paying the bail to release the accused until the appeal as in all misdemeanor crimes. " Hegazy 31 goes by a different name Bishoy Armeya a name he took after he converted from Islam to Christianity in 1999 at age 17. In 2007 he petitioned the government to officially recognize his conversion, an unprecedented request in a country where Islam is the official religion and where the constitution declares Islamic Sharia law to be "the main source of legislation." Death threats forced Hegazy into hiding. And that his lawyer says is the real reason he's going to prison.
"The real reason for keeping Armeya in custody is being a convert" Ghobrial told Mideast Christian News in April. He said police questioned Hegazy about his religion following his arrest -- a subject that he said ought to be irrelevant under Egyptian law. In Egypt government-issued identity cards include the person's religion. While the law permits citizens to change their faith in practice Muslims who convert to Christianity often face intense pressure. Hegazy is being held in the El Menya Prison during the appeal. He is good condition Ghobrial told World Watch Monitor. His wife and children are in Germany and only his lawyer is permitted to visit him. An appeal hearing is scheduled for July 20. In an unrelated case a court in Luxor on June 24 sentenced Kerolos Ghattas a Christian to six years in prison for loading his Facebook page with images considered insulting to Islam. Ther verdict can be appealed. Mohamed Hegazy a sinistra con il suo avvocato Karam Ghobrial. World Watch Monitor. Un uomo egiziano che ha catturato il video di scontri tra musulmani e cristiani è stato condannato a cinque anni di carcere. Mohamed Hegazy è stato condannato 18 giugno per non avere il permesso di filmare le manifestazioni in Minya governatorato della Egitto una regione instabile nel centro di Egitto che esplose in violenze anti-cristiane a seguito del luglio 2013 cacciata dell'ex presidente Mohamed Morsi. Il reato è un reato e Hegazy ha già speso più di 6 mesi in carcere - il massimo per reati minori -. Dal suo arresto 4 dic sua ​​laywer ha detto che progetta di fare appello il verdetto. "Hegazy è accusato di filmare una manifestazione senza autorizzazione quindi secondo la legge questo è un reato" l'avvocato Karam Ghobrial ha detto World Watch Monitor. "Così questo verdetto è in contraddizione con la legge perché non ha incluso il pagamento della cauzione per rilasciare l'imputato fino al ricorso come in tutti i crimini di infrazione." Hegazy 31 passa un nome diverso Bishoy Armeya un nome che ha preso dopo essersi convertito dall'Islam al Cristianesimo nel 1999 all'età di 17 anni nel 2007 egli ha chiesto al governo di riconoscere ufficialmente la sua conversione -. Una richiesta senza precedenti in un paese dove l'Islam è la religione ufficiale e dove la Costituzione dichiara la legge islamica della Sharia di essere "la fonte principale della legislazione". Minacce di morte Hegazy costretti a nascondersi. E che il suo avvocato dice è la vera ragione che sta andando in prigione. "La vera ragione per mantenere Armeya in custodia è in corso un convertito" ha detto Ghobrial Medio Oriente Christian News nel mese di aprile ha detto che la polizia interrogato Hegazy della sua religione dopo il suo arresto -.. Un tema che ha detto dovrebbe essere irrilevante ai sensi del diritto egiziano In Egitto carte d'identità rilasciato dal governo includono la religione della persona. Mentre la legge permette ai cittadini di cambiare la propria fede in pratica musulmani che si convertono al cristianesimo trovano spesso ad affrontare forti pressioni. Hegazy si terrà a El Menya carcere durante l'appello. Lui è buono stato Ghobrial detto World Watch Monitor. Sua moglie ei suoi figli sono in Germania e solo il suo avvocato è autorizzato a fargli visita. L'udienza di appello è prevista per il 20 luglio. In un caso non collegato un tribunale di Luxor il 24 giugno ha condannato Kerolos Ghattas un cristiano a sei anni di carcere per il caricamento sua pagina Facebook con le immagini considerate un insulto all'Islam. Ci sentenza può essere impugnata.

Eritrea turns 21. Published May 28 2014. But for at least 1000 imprisoned Christians there's little to celebrate. A railway bridge in remote Eritrea. Courtesy Open Doors International. The tiny state of Eritrea flanked by Ethiopia on one side and the Red Sea on the other celebrated its 21st birthday May 24 its Independence Day a public holiday.
Yet beneath the official festivities Eritrea's 6 million people live under a regime that has earned a reputation as the most repressive in Africa. Now an exiled human-rights group Release Eritrea reports that more than 1000 Christians are currently in detention. The group bases its tally on phone calls to friends and colleagues in the country.
The jailed Christians are members of unofficial or 'unregistered' churches which are under persistent attack from the regime. "Our church leaders who were taken to prison in 2003/2004 have been detained for over 10 years now" said Release Eritrea Director Berhane Asmelash. "Many continue to suffer health problems although we praise God when we hear reports of their resolute faith and good spirit." An underground church leader who has seen many in his congregation disappear into prison or exile said Eritrea's antagonism to Christianity is beginning to have generational effects.
"We trust God to safeguard them but times are tough for their families their elderly parents are dying and the young children they left behind are now coming of age fatherless" the church leader said. Officially Eritrea is a secular state in which all citizens can practise their faith freely. Three main Christian denominations, the Orthodox Catholic and Lutheran churches, and Islam are officially recognized. However as Amnesty International has reported in 2002 the government required all minority religious groups to register and to hand over information about their finances and members. Most refused and in 2003 the government began a crackdown against the growing evangelical churches with church members arbitrarily detained during "home-worshipping" or at weddings. Amnesty said many were tortured or ill-treated in an attempt to force them to stop worshipping. Perhaps the worst afflicted have been members of the sect of Jehovah's Witnesses who have been detained for refusing military service. They were stripped of their citizenship. Ousted Orthodox Patriarch Abune Antonios in a 2006 photo. Courtesy Open Doors International. In 2007 the head of the Orthodox Church Patriarch Abune Antonious was removed from his position after criticising the Eritrean government for interference in church activities. Two priests accompanied by government security agents entered the Patriarch's residence and confiscated his personal pontifical insignia. He was replaced by Abune Dioskoros, a development orchestrated by the Eritrean government. Patriarch Antonios who has never been charged with any offence remains under house arrest and strict state surveillance. Tens of thousands of young Eritreans have fled the country escaping across the border to Ethiopia or Sudan to face a difficult and uncertain future. Others have attempted to reach Europe some of them drowning in the Mediterranean Sea on smuggler ships. Eritrea is ruled by President Isaias Afewerki who led the Eritrean People's Liberation Front a movement that won independence from Ethiopia in 1991 after 30 years of armed conflict. Then hailed as a hero he soon turned dictator first repressing soldiers demanding pay then turning on religious dissenters and critics within the party. Today the Eritrean regime tolerates no dissent of any kind there is no free media no university and even the ruling party, renamed the People's Front for Freedom and Democracy, has not held a party conference for years.

Boko Haram kidnaps more girls; outrage mounts. Published May 07 2014. by Illia Djadi
The number of Nigerian girls abducted by Boko Haram continues to increase as does global outrage. Between eight and 11 more teen-aged girls were kidnapped May 4 by the Islamist group which on April 14 abducted more than 230 schoolgirls most of them reported to be Christian from the northeastern town of Chibok.According to local sources a group of heavily armed men stormed the village of Warabe near Gwoza town in Borno state on the night of Sunday May 4. They opened fire in the village before taking away eight girls between ages 12 and 15. News reports said the attackers then invaded a village five kilometres away and abducted three more girls.
On Monday Boko Haram which has waged a five-year violent campaign to impose Islamic law across Nigeria claimed responsibility for the abduction of the students attending school in Chibok. "I have kidnapped the girls. I will sell them on the market in the name of Allah" said a man reputed to be Boko Haram leader Abubakar Shekau in a 57-minute video obtained by the Agence France Presse news agency.
"I'll sell them as slaves in the name of Allah. There is a market where they sell human beings'' said the man on the video. "I said that Western education must stop. Girls must leave school and get married" the man said. "I would give a 12-year-old girl in marriage; I would give in marriage even a 9-year-old girl." last week some parents and community leaders of Chibok have expressed their fear that the abducted girls were taken abroad to neighbouring Cameroon and Chad and that some of them have been forced to convert to Islam and marry Muslim men. Other reports given to the BBC say a "bridegroom" of a girl has been spotted a price of 2000 Naira or about US $12.50 has been quoted. Of the 230 girls kidnapped from the Chibok boarding school at least 165 of them are Christian according to a list of names and a statement released Sunday May 4 by a former chairman of an affiliate of the Christian Association of Nigeria. Neither government nor school authorities verified the accuracy of the list.
The statement issued by evangelist Matthew Owojaiye said Chibok in the North-Eastern Nigerian State of Borno is 90 percent Christian the implication being that the mass abduction was a religiously motivated crime. The Chibok mass kidnapping has prompted anger across Africa's most populous nation. Hundreds of people mostly women marched in Abuja the capital and other major cities such as Kano and Lagos calling on the government to do more to rescue the girls. President Goodluck Jonathan is under intense pressure at home and from around the world to track down the kidnappers and rescue the hostages. U.S. President Barack Obama has offered and Nigeria has accepted American military and law-enforcement assistance.
The disappearance of the girls has generated headlines around the world and fueled a social-media storm around the tag #bringbackourgirls – at a moment when Nigeria is preparing to host the World Economic Forum on Africa a gathering of 900 world business leaders. On Tuesday May 6 Egypt's Al-Azhar mosque one of the world's most prominent Sunni institutions of higher learning issued a statement calling on Boko Haram to release the girls. Boko Haram's action "does not relate to the noble teachings of Islam in any way" the statement said. The UN human rights office warned on Tuesday May 6 that the threatened sale into slavery of hundreds of schoolgirls kidnapped by Boko Haram Islamists may constitute a crime against humanity.
"We are deeply concerned about the outrageous claims made in a video believed to be by the leader of Boko Haram in Nigeria yesterday in which he brazenly says he will sell the abducted schoolgirls 'in the market' and 'marry them off' referring to them as 'slaves'" said Rupert Colville spokesman for UN rights chief Navi Pillay.
Yet such kidnappings are not new Dr. Pogu Chibok leader of the Chibok Elders Forum told World Watch Monitor. ''They [Islamists] have been doing it for years" he said. "They have been kidnapping girls and they have been marring them off to their members forcibly. It is just because of what happened in Chibok that brought the phenomenon to international arena and it is now being known by everybody." Deadly attacks carried out on an almost daily basis by Boko Haram have claimed more than 1500 lives since January raising criticism of the Nigerian army's ability to deal with the insurgency. On April 28 four people were killed and several more injured after Boko Haram attacked Gubla village in Adamawa state. A Church of the Brethren known as Ekklesiyar Yan'uwa a Nigeria; as well as the pastor's residence several neighbouring houses were also set on fire by assailants who sprayed bullets while storming the village around midnight local sources said. Despite a year-long state of emergency and the deployment of army to the region the government seems to have lost control of the country particularly in northeastern Nigeria a community leader said in a message sent to World Watch Monitor. ''As I am writing this we heard that the major road from Madagali to Gowza down to Bama is under the control of the insurgency since people cannot travel that road without being kidnapped" the source said. His name is being withheld to preserve his safety. ''Christians in these areas are suffering everyday as most of them are hiding and sleeping in the bush. The insurgency is moving from one village to the other without facing any resistance. I fear that if urgent action is not taken what is happening in Central Africa and Southern Sudan will soon be the vents in north-eastern Nigeria'' the source wrote.

Why Christians are under pressure to exit Iraq.] [ King Abd Allah Arabia Saudita Benjamin Netanyahu [ noi non possiamo sperare che i satanisti USA migliorino il pianeta perché loro si sono troppo impegnati troppo bene nel rovinarlo! ] Published June 13 2014. A population of 1.2 million in the 1990's reduced to 300000. Internally displaced Iraqi girl holding a children's Bible. Kurdistan November 2007. World Watch Monitor. BBC reports have described ISIS ambitions to create an Islamist caliphate spreading from northern Iraq across to north-west Syria. If ISIS can hold Mosul and consolidate its presence there it will have taken a giant step towards its goal of creating an Islamist region controlled by insurgents that connects Iraq and Syria. Apart from the overall population being targeted in the past there has also been ISIS violence explicitly aimed at Christians. Before this week's attacks about 300000 Christians were estimated to live in Iraq out of more than 1.2 million at the beginning of the 1990s. Since then large numbers have either fled abroad (Jordan Lebanon and Syria) or to the northern Kurdish region as a result of the severe anti-Christian violence; e.g. church attacks kidnappings killings robberies rapes and threats. This exodus of Christians means a loss of pluralism and an increase of intolerance in an already divided Iraqi society. The Archbishop of Mosul Amel Nona said that in the 11 years following the 2003 US-led overthrow of Iraq's President Saddam Hussein Christians in Mosul had declined from 35000 to 3000. This week Mosul's last remaining Christians had left their homes he said. Describing reports of attacks to four churches and a monastery in Mosul the Archbishop said "We received threats… [and] now all the faithful have fled the city. I wonder if they will ever return there." Some reports however say Christians have already returned to Mosul while other sources claim that all have fled and are unlikely to return.
An organisation partnering with Christians in Iraq has told World Watch Monitor that some families who fled Mosul decided to return due to being unable to find refuge and fearing street fights between the Iraqi Army and the ISIS forces "some families mentioned it is better to die at home than staying on streets." Chaldean Priest Qais Kage told Fides Agency "The advance of the ISIS militiamen is favoured by large tribes and Sunnis clans. What happened in Mosul is significant such a big city cannot fall in a few hours without support from within. The chaos and political division of the country due to sectarian conflicts promotes the advance of the militants who have come from outside the Iraqi army has left everything in their hands.". Guard protecting a church in a suburb of Baghdad. The Iraqi government ordered concrete walls to be put around churches for protection. December 2011. World Watch Monitor. Kurdistan and the rest of Iraq. Iraq is divided in two parts the semi-autonomous Kurdish region in the North officially governed by the Kurdish Regional Government (KRG) based in Erbil and the large remaining Arab part controlled by the Iraqi Government in Baghdad. Kurds and Arabs have their own languages and culture. Most of Iraq's oil resources are found near Kirkuk and Mosul the border areas between the Kurdish region and Arab Iraq and these are amongst the most violent places of Iraq. Christians are caught here in the crossfire of two different battles one for a Kurdish autonomous country and one for a religious cleansing of Iraq by Islamic terrorist groups who wish to make the country purely Islamic. The Kurdish aspiration for sovereignty - a desire three Sunni provinces in Arab Iraq have expressed as well - could well be one of the most destabilising factors for Iraq. Fleeing to Kurdistan. A group of internally displaced Iraqis waiting to receive relief. Kurdistan March 2009. World Watch Monitor. While the north of Iraq has been developing into a more and more dangerous place for Christians those who flee to the Kurdish region are now considered refugees inside Iraq. As refugees they face high unemployment and inadequate housing plus difficulty in finding schooling (especially university) for their children inadequate medical care and monthly food rations due to registration problems and discrimination. ISIS increased extremist Islamic pressures. Iraq remains at number four of the 50 countries listed on the World Watch List ranking the most difficult nations for Christians to live. The list is published annually by Open Doors International a charity supporting Christians worldwide who live under pressure because of their faith. The situation for Christians in central and south Iraq is as bad as last year however the north is developing into a more and more dangerous place for Christians. The main persecution 'engine' in Iraq says Open Doors is Islamic extremism. Islamic extremist groups desire a religious cleansing of Iraq and wish to make the country purely Islamic. Since the US led invasion of Iraq in 2003 the situation has continuously deteriorated due to considerable levels of violence by Islamist militants and insurgent groups. Prohibited under Saddam Hussein Islamist political parties - Shiite and Sunni - have made their entry to politics and even constitute the majority in parliament. Since 2003 anti-Western and anti-Christian sentiments tend to go hand-in-hand. These Islamist groups have increased in number in the North under the influence of the civil war in Syria. One of their aims is fulfilling jihad and thus resulting in annihilation of the country's Christian population. This situation is aggravated by government impunity. According to Open Doors International in general Iraqi society has increasingly become more Islamic. There is an increase in social control of women the wearing of the headscarf and observance of Ramadan. Even Christian women in Baghdad and Mosul have been forced to veil themselves in order to move safely outside of their homes. Explanation of background of ISIS. The group ISIS is an Iraq and Syria-based Sunni extremist group. ISIS follows an extreme interpretation of Islam promotes sectarian violence and targets those with other opinions as infidels and apostates. In October 2004 ISIS-leader Abu Musab al-Zarqawi pledged allegiance to Osama bin Laden. This made the group an affiliate of al-Qaeda. In the first year of the war in Syria late 2011 ISIS engaged in that war through one of the groups that originally assimilated into ISIS Jabhat al Nusra. Between the leaders of ISIS and al-Nusra grew a division. This led to a split between the two jihadist groups and later caused infighting between both groups. The current leader of ISIS is Ibrahim Awwad Ibrahim Ali al-Badri the man is also known as Abu Bakr al-Baghdadi or Abu Du'a. ISIS is said to have only some 2500 Iraqi and foreign members in Iraq and some 5000 in Syria both Syrians as well as many foreigners. ISIS also operates in Lebanon and Turkey. ISIS has undergone several name changes ranging from the Islamic State of Iraq and the Levant (ISIL) also known as Islamic State of Iraq and al-Sham (ISIS this abbreviation is mostly used) or in Iraq as Da'ash. Old man living in a monastery in Northern Iraq. World Watch Monitor. The role the Syrian conflict plays in Iraq. ISIS has said it wants to establish an Islamist-led state (or Caliphate) which straddles across both Iraq and Syria. The role of the civil war in Syria is significant it led to a rise in recruitment and funding of Al Qaeda inspired groups in Iraq in 2013. In the current instability in Syria the position of Islamist radicals and ant-Christian attitudes should not be underestimated according to Open Doors. ISIS is now better established in Syria so Syrians seem to be pressured to choose between Assad and Islamist radicals. From ISIS-controlled regions in Syria's northern city of Raqqa reports of Christians have emerged of them being given an ultimatum of converting to Islam being killed or signing a 'dhimmi contract'. The contract is an integral part of traditional Islamic sharia law dating back to medieval times and requiring non-Muslims in this instance Christians to pay protection money which only allows them to gather for worship in churches. Under the dhimmi contract public expressions of Christian faith are not allowed. These prohibitions include Christian wedding and funeral processions; ringing of church bells; praying in public and scripture being read out loud for Muslims to hear; Christian symbols like crosses cannot be displayed openly; churches and monasteries cannot be repaired or restored irrespective if damage was collateral or intentional; and Christians are also not allowed to make offensive remarks about Muslims or Islam. The dhimmi contract also enforces an Islamic dress code like the veiling for women and commercial and dietary regulations including a ban on alcohol. According to Open Doors about 20 Christian leaders have signed to contract in Syria. If they keep these rules and live as dhimmis they will be protected. If not they will be 'put to the sword'.

King Abd Allah Arabia Saudita Benjamin Netanyahu [ noi non possiamo sperare che i satanisti USA migliorino il pianeta perché loro si sono troppo impegnati troppo bene nel rovinarlo! ] Kenya massacre prompts calls for increased security. Published June 19 2014. President says police were slow to respond to threat. Following the June 15 massacre of dozens of people in a Christian-majority coastal village Kenya's religious leaders are urging the government to improve security in the country. "We acknowledge the anger and desperation of Kenyans arising from the spiralling insecurity and rising tension in the country" said the Most Rev. Zacheus Okoth archbishop of Kisumu and chairman of the Catholic Justice and Peace Commission." An estimated 50 gunmen stormed the village of Mpeketoni about 40 kilometres inland from the Indian Ocean around 8 p.m. on June 15 overwhelming police forces. Initial reports counted 45 dead though aid worker Wim van den Burg told Dutch media he counted more than 100 bodies according to Open Doors International a global charity that provides assistance to Christians who live under pressure because of their faith. Open Doors reported that witnesses said the gunmen dragged victims out of their homes. Women and children were released but men were asked if they were Muslim or Christian. Those who answered Christian were shot Open Doors said. The heavily armed gunmen were reported to have attacked two hotels a restaurant a gasoline station a bank a police station and a government office. Mpeketoni is an area of churches "with about 100 different denominations" Rt. Rev. Julius R.K. Kalu the Anglican Bishop of Mombasa told World Watch Monitor. He said the area's population may have more Christians than those of other religions. Growing anxieties in nearby Poromoko village over fears of a similar attack have prompted some residents to leave. The Inter-Religious Council of Kenya issued a statement asking the national government how "Kenyans can continue to be killed in a wanton manner in their country by criminals." Sheikh Juma Ngao National Chairman of the Kenya Muslims National Advisory Council joined the condemnation of the killings in Mpeketoni. "People of Kenya should remain vigilant reporting on anything suspicious. Let us not be divided on religious tunes. It is only Kenyans who can bring peace in the country" Ngao told World Watch Monitor. Reports have circulated assigning responsibility for the killings to Al Shabab a Somalia-based militant Islamist terrorist group. Those claims gained currency shortly after the cabinet secretary in the government of President Uhuru Kenyatta hinted the attacks might have had a political motive. Kenyatta however downplayed any Al Shabab connection in a national address. "The attack in Lamu (County where Mpeketoni resides) was well planned orchestrated and politically motivated ethnic violence against a Kenyan community with the intention of profiling and evicting them for political reasons" he said. "This therefore was not an Al Shabab terrorist attack." If the attack on Mpeketoni was home-grown terrorism the response should not be Anglican Bishop Kalu said. "Kenya is not an island" he said. "We need our neighbours to come and share how to work together so as to restore peace in Kenya." In his speech President Kenyatta acknowledged security officers in the area had received reports of the possible attacks but did not take preventive action. The officers in charge of security have been suspended and will be charged he said.bSeveral western countries including the United States and United Kingdom have issued travel advisories warning citizens not to visit the coastal region. Kenya massacro richiede chiede maggiore sicurezza. Pubblicato:. 19 giugno 2014 il presidente dice che la polizia era lento a rispondere alle minacce. Dopo il 15 giugno massacro di decine di persone in un villaggio costiero a maggioranza cristiana i leader religiosi del Kenya stanno sollecitando il governo per migliorare la sicurezza nel paese. "Riconosciamo la rabbia e la disperazione dei keniani derivanti dalla spirale di insicurezza e di crescente tensione nel Paese" ha detto mons Zacheus Okoth Arcivescovo di Kisumu e presidente della Commissione Giustizia e Pace ". Si stima che circa 50 uomini armati hanno preso d'assalto il villaggio di Mpeketoni a circa 40 chilometri dalla costa dell'Oceano Indiano intorno 20:00 il 15 giugno le forze di polizia travolgenti. I primi rapporti contati 45 morti anche se cooperante Wim van den Burg ha detto ai media olandesi ha contato più di 100 corpi secondo la Open Doors International una carità globale che fornisce assistenza ai cristiani che vivono sotto pressione a causa della loro fede. Porte Aperte ha riferito che testimoni hanno detto gli uomini armati hanno trascinato le vittime dalle loro case. Donne e bambini sono stati rilasciati ma gli uomini è stato chiesto se fossero musulmani o cristiani. Coloro che hanno risposto cristiana furono fucilati Open Doors ha detto. Sono stati segnalati gli uomini armati pesantemente armati hanno attaccato due alberghi un ristorante una stazione di benzina una banca una stazione di polizia e un ufficio governativo. Mpeketoni è una zona di chiese " con circa 100 diverse denominazioni" Rt. Rev. Julius R.K. Kalu il vescovo anglicano di Mombasa ha detto World Watch Monitor. Ha detto che la popolazione della zona può avere più cristiani rispetto a quelli di altre religioni. Coltivazione ansie nella vicina frazione Poromoko su timori di un attacco simile hanno spinto alcuni residenti a lasciare. Il Consiglio interreligioso del Kenya ha rilasciato una dichiarazione chiedendo al governo nazionale come "i keniani possono continuare ad essere ucciso in maniera sfrenata nel loro paese dai criminali." Lo sceicco Juma Ngao presidente nazionale del National Advisory Council Kenya musulmani si unì alla condanna delle uccisioni in Mpeketoni. "La gente del Kenya devono rimanere vigili riportando qualcosa di sospetto. Cerchiamo di non dividerci su melodie religiose. E 'solo keniani che possono portare la pace nel Paese " ha detto Ngao World Watch Monitor. I rapporti sono circolate attribuire la responsabilità per l'uccisione di Al Shabab un militante gruppo terroristico islamico basato Somalia. Tali affermazioni hanno guadagnato valuta poco dopo il segretario di gabinetto nel governo del presidente Uhuru Kenyatta accennato gli attacchi potrebbero avere avuto un movente politico. Kenyatta però ha minimizzato qualsiasi connessione Al Shabab in un indirizzo nazionale. "L'attacco a Lamu (County dove risiede Mpeketoni) è stato ben pianificato orchestrato e politicamente motivata violenza etnica contro una comunità keniota con l'intenzione di profilazione e di sfratto per ragioni politiche" ha detto. "Questo dunque non era un attacco terroristico di Al Shabab." Se l'attacco Mpeketoni era terrorismo home-grown la risposta non dovrebbe essere vescovo anglicano Kalu ha detto. "Il Kenya non è un'isola" ha detto. "Abbiamo bisogno dei nostri vicini di venire a condividere come lavorare insieme per riportare la pace in Kenya." Nel suo discorso il presidente Kenyatta ha riconosciuto gli agenti di sicurezza della zona avevano ricevuto segnalazioni di possibili attacchi ma non adottare misure preventive. Gli ufficiali responsabili della sicurezza sono stati sospesi e saranno a carico ha detto. Diversi paesi occidentali compresi gli Stati Uniti e Regno Unito hanno emesso avvisi di viaggio avvertimento ai cittadini a non visitare la regione costiera.

King Abd Allah Arabia Saudita Benjamin Netanyahu [ se voi non imparate ad essere amici e se non imparate a fare una politica assolutamente autonoma svincolata da USA? nessuno di noi potrà sopravvivere! ] [ The lessons of Kim Jong-Wook. Published June 20 2014 by World Watch Monitor. Analysis. North Korea seen through barbed wire at the China border. Open Doors International. Last week the Democratic People's Republic of Korea rejected a request from South Korea to hold discussions about the fate of Kim Jong-Wook. The DPRK in late May sentenced Kim to spend the rest of his life in a labor camp. In its response to South Korea's plea the North said Kim had been tried and convicted properly – case closed. Kim's chances of leaving North Korea alive are slim at best and his arrest and subsequent sentencing already has had fatal consequences for others in North Korea. His case provides a window to the intensity of religious persecution in the DPRK a country that has held the No. 1 spot on the World Watch List of the most oppressive countries for Christians since the list was created 12 years ago. "In most countries there is a mixture of different persecution engines" the 2014 World Watch List says. "In North Korea there is one all-encompassing strong persecution engine excluding all other possible engines Communist oppression." What happened. Kim Jong-Wook speaking to North Korean televsion in February. North Korea video image via KBS. As a missionary Kim operated from the Chinese border city Dandong where he provided shelter food and other aid to North Korean refugees who slipped over the border seeking relief from the chronic famine of their country. Kim also taught the refugees from the Bible. North Korean agents who infiltrated his network convinced him to come to North Korea. On Oct. 8 he entered the DPRK expecting to find out what had happened to some refugees with whom he had lost touch. Instead he was immediately. A list of recent known arrests of foreign missionaries. •Kenneth Bae Korean-American arrested in North Korea in November 2012. Charged with carrying propaganda materials and plotting to overthrow the government. Sentenced to 15 years hard labor. •Robert Park Korean-American crossed the North Korean border on Christmas 2009 to protest genocide and other crimes against humanity in North Korea. He was held for 43 days and severely tortured. •John Short Australian arrested in North Korea in February for leaving Christian pamphlets behind near a Buddhist temple. He was released two weeks later after apologizing. •Kim Jong-Wook South Korean missionary lured to North Korea by secret agents in October 2013 and arrested. Charged with attempting to 'overthrow the regime' and spying for South Korea. Sentenced to life in prison. arrested and interrogated. It's likely he was tortured. In February Kim told assembled North Korean television cameras he had spied for the South Korean government and had given money to North Koreans to set up 500 underground churches and attempt to overthrow the North Korean regime. After the May 30 trial the North Korean state media reported prosecutors had sought the death penalty for Kim but the court imposed the life sentence after the pastor had "sincerely repented." Archenemies. During the North Korean war with South Korea and the United States in the early 1950s many North Korean Christians made a run for the South. Ever since North Korea has linked Christianity with its two enemies and followers of Jesus have been considered traitors. After the war tens of thousands of Christians were arrested put to death or sentenced to hard labor. A small remnant took their faith underground. In North Korea to be Christian is to be disloyal and in North Korea disloyalty to the regime is the greatest sin. Evidence of this fact of North Korean life has surfaced in recent months. Kim was pressured and probably tortured to give up the names of dozens of contacts many of whom had become Christians through his ministry. Sources in North Korea have confirmed that some of them were murdered and others were incarcerated in prisons and labor camps. In both detention facilities people are starved tortured and the death rate is extremely high. "I was locked up for years in Camp 25 near Chongjin" says a North Korean refugee whose name like all others in this article is being withheld for safety's sake. "I will never forget the prisoners who were too weak to continue their work. The guards would pick them up and put them on an automatic belt that threw them in a large oven while the prisoners were still alive." Trained spies. Kim is not the only fish caught in the government's net. In August 2011 in Dandong a South Korean Christian heavily involved in helping North Koreans escape was murdered by a DPRK agent armed with a poisoned needle. A few weeks later the South Korean intelligence agency arrested a North Korean refugee who was carrying poison and needles. In China a missionary was hit by an empty passenger bus; the driver was not caught. Some cases are never publicized out of concern for the safety of relatives and others connected to them. "We all know not all refugees are genuineja" says a missionary working for one of the several organizations working near the Chinese border. "We know from those who are sincere and from secret agents who have defected that the North Korean regime has dispatched hundreds of trained spies." One DPRK agent sent undercover to China to pose as an escapee once spoke to an informant working for the North Korean National Security Agency – someone trained to uncover religious people. The agent who later defected told U.S. researchers for a 2008 report that the informant had been trained to look for signals "such as a person who remains silent with closed eyes and meditates or when habitual smokers or drinkers quit smoking or drinking all of a sudden. These people should be targets to be watched closely." Fierce security apparatus. To keep an eye on Christians and other citizens North Korea maintains four instruments of surveillance The National Security Agency; the Public Safety Agency; the neighborhood unit; and the Communist Party. "We gave instructions to the neighborhood unit and the Primary Party Committee to watch certain [Christian] people" said one ex-agent of the Public Safety Agency. "If an informant did a good job we made sure he received a better job." All information is saved in the agency's resident registration dossiers which contains information on family backgrounds past religious activities and political propensities. The National Security Agency coordinates efforts to uncover "reactionary elements" and "anti-government" forces within North Korea. Arrested Christians often are transferred to the agency for further investigation. "They were all executed" said one former agent who was in charge of tracking down a certain group of "religious" people. "Things like possessing religious books sharing one's faith with others or preaching cannot exist because they undermine the Kim Jong-Il regime. All we need is one bit of evidence such as the Bible with someone's name on it. If only a Bible is found the NSA leaves it until the real owner shows up." It can be difficult to stay one step ahead of the law. "I heard the story of a man who knew he would be arrested for Bible possession" said one refugee. "The Bible was such a treasured possession for him that he gave it to his sister. She suspected the police would search her house too and she hid the Bible in a concrete tile which she placed in her kitchen. But the officers knew what they were looking for spotted the new tile found the Bible and took her away also." Heavy price. In a country of 25 million people estimates of the number of North Koreans who live as secret Christians range from 200000 to 400000. They are the heirs of nearly 70 years of severe persecution. One of them is Kim Jong Wook. "He must live under an enormous amount of guilt" said one South Korean missionary. "He made the mistake to trust the wrong people he was arrested and dozens others also. People were killed families put into concentration camps. His case reminds me of Rev. Ahn Song-Woon. He was also lured into a trap and arrested. He received a prison sentence disappeared from the radar for a while and then suddenly came back to the surface as the assistant-pastor of one of North Korea's showcase churches. He did that for a couple of years and then committed suicide. I am afraid that his may become the exact same fate of missionary Kim. They will never let him go. He knows too much about North Korea's National Security Agency."

Re Abd Allah Arabia Saudita Benjamin Netanyahu [se Voi non imparate ad Essere Amici e se non imparate a Una Politica tariffa Assolutamente autonoma Svincolata da Stati Uniti d'America? Nessuno di noi potra Sopravvivere! ] [Le lezioni di Kim Jong-Wook. Pubblicato il 20 giugno 2014 dal World Watch Monitor. Analisi. La Corea del Nord visto attraverso il filo spinato al confine con la Cina. Porte Aperte internazionali. La settimana scorsa la Repubblica popolare democratica di Corea ha respinto una richiesta dalla Corea del Sud per le discussioni circa il destino di Kim Jong-Wook. La Corea del Nord a fine maggio ha condannato Kim passare il resto della sua vita in un campo di lavoro. Nella sua risposta alla richiesta della Corea del Sud il Nord ha detto Kim era stato processato e condannato correttamente - caso chiuso. Le possibilità di Kim di lasciare la Corea del Nord in vita sono sottili al meglio e il suo arresto e la successiva condanna già ha avuto conseguenze fatali per gli altri in Corea del Nord. Il suo caso fornisce una finestra per l'intensità della persecuzione religiosa in Corea del Nord un paese che ha tenuto il punto n ° 1 sul World Watch List dei Paesi più oppressivi per i cristiani in quanto l'elenco è stato creato 12 anni fa. "Nella maggior parte dei paesi vi è una miscela di diversi motori di persecuzione" dice il Mondo Watch List 2014. "In Corea del Nord c'è una onnicomprensiva forte motore di persecuzione escludendo tutte le altre possibili motori:. Oppressione comunista" Che è successo. Kim Jong-Wook parlando della Corea del Nord televsion nel mese di febbraio. Immagine video Corea del Nord via KBS. Come missionario Kim gestito dalla città di confine cinese Dandong dove ha fornito un riparo cibo e altri aiuti ai rifugiati nordcoreani che sono scivolati oltre il confine in cerca di sollievo dalla fame cronica del loro paese. Kim ha anche insegnato i profughi dalla Bibbia. Agenti nordcoreani che infiltrati la sua rete lo convinsero a entrare in Corea del Nord. Su 8 ottobre entrò nella Corea del Nord in attesa di scoprire cosa era successo ad alcuni profughi con il quale aveva perso il contatto. Invece era subito. Un elenco di recenti arresti conosciute di missionari stranieri. • Kenneth Bae coreano-americano arrestato in Corea del Nord nel novembre 2012. Incaricate materiale di propaganda e di aver complottato per rovesciare il governo. Condannato a 15 anni di lavori forzati. • Robert Park coreano-americano ha attraversato la frontiera della Corea del Nord a Natale 2009 per protestare contro il genocidio e altri crimini contro l'umanità in Corea del Nord. È stato trattenuto per 43 giorni e torturato. • John Short australiano arrestato in Corea del Nord nel mese di febbraio per lasciare opuscoli cristiani dietro nei pressi di un tempio buddista. E 'stato rilasciato due settimane dopo dopo essersi scusato. • Kim Jong-Wook Corea del Sud missionaria attirati alla Corea del Nord da agenti segreti nel mese di ottobre 2013 e arrestato. Accusato di tentativo di 'rovesciare il regime' e spionaggio per la Corea del Sud. Condannato al carcere a vita. arrestati e interrogati. E 'probabile che sia stato torturato. Nel mese di febbraio Kim raccontata montato telecamere nordcoreani televisione aveva spiato per il governo della Corea del Sud e aveva dato i soldi per i nordcoreani di istituire 500 chiese sotterranee e tentare di rovesciare il regime nordcoreano. Dopo il processo il 30 maggio i media di stato nordcoreani hanno riferito i pubblici ministeri avevano chiesto la pena di morte per Kim ma la corte ha imposto l'ergastolo dopo che il pastore aveva "sinceramente pentiti". Acerrimi nemici. Durante la guerra della Corea del Nord con la Corea del Sud e gli Stati Uniti nei primi anni 1950 molti cristiani della Corea del Nord ha fatto una corsa per il sud. Da allora la Corea del Nord ha collegato il cristianesimo con i suoi due nemici e seguaci di Gesù sono stati considerati traditori. Dopo la guerra decine di migliaia di cristiani sono stati arrestati messi a morte o condannati ai lavori forzati. Un piccolo resto ha preso la loro fede sottoterra. In Corea del Nord per essere cristiano è di essere sleale e in Corea del Nord slealtà verso il regime è il peccato più grande. La prova di questo fatto della vita della Corea del Nord è emerso negli ultimi mesi. Kim era sotto pressione e probabilmente torturato per dare i nomi di decine di contatti molti dei quali divenuti cristiani attraverso il suo ministero. Fonti in Corea del Nord hanno confermato che alcuni di loro sono stati uccisi e altri sono stati incarcerati nelle prigioni e nei campi di lavoro. In entrambe le strutture di detenzione persone sono affamati torturati e il tasso di mortalità è estremamente alto. "Sono stato rinchiuso per anni nel campo 25 vicino Chongjin" dice un rifugiato nordcoreano il cui nome come tutti gli altri in questo articolo viene trattenuto per motivi di sicurezza. "Non dimenticherò mai i prigionieri che erano troppo deboli per continuare il loro lavoro. Le guardie li raccoglievano e metterli su un nastro automatico che li gettò in un grande forno mentre i prigionieri erano ancora vivi. "Spie addestrati. Kim non è l'unico pesce pescato nella rete del governo. Nel mese di agosto 2011 a Dandong una della Corea del Sud cristiano pesantemente coinvolta nell'aiutare i nordcoreani fuga è stato assassinato da un agente RPDC armato con un ago avvelenato. Poche settimane dopo la Corea del Sud agenzia di intelligence arrestato un rifugiato nordcoreano che stava trasportando veleno e aghi. In Cina un missionario è stato colpito da un autobus passeggeri vuoto; il driver non è stato catturato. Alcuni casi non vengono mai pubblicizzati la preoccupazione per la sicurezza di parenti e altri ad essi collegati. "Noi tutti sappiamo non tutti i profughi sono genuine ja" dice un missionario che lavora per una delle numerose organizzazioni che lavorano vicino al confine cinese. "Sappiamo da coloro che sono sinceri e dagli agenti segreti che hanno disertato che il regime nordcoreano ha inviato centinaia di spie addestrati." Un agente RPDC ha inviato in incognito in Cina per posare come un evaso una volta che ha parlato con un informatore che lavora per l'Corea del Nord National Security Agency - qualcuno addestrato per scoprire le persone religiose. L'agente che poi disertato ha detto a ricercatori statunitensi per un rapporto del 2008 che l'informatore era stato addestrato a cercare segnali "come una persona che rimane in silenzio con gli occhi chiusi e medita o quando i fumatori abituali o bevitori smettere di fumare o di bere tutti un tratto. Queste persone dovrebbero essere gli obiettivi di essere guardato da vicino. "Apparato di sicurezza Fierce. Per tenere d'occhio i cristiani e gli altri cittadini la Corea del Nord mantiene quattro strumenti di sorveglianza la National Security Agency; l'Agenzia per la sicurezza pubblica; l'unità di vicinato; e il Partito Comunista. "Abbiamo dato istruzioni per l'unità di quartiere e il Comitato del Partito primario per guardare alcuni [cristiane] persone" ha detto un ex agente dell'Agenzia per la sicurezza pubblica. "Se un informatore ha fatto un buon lavoro abbiamo fatto in modo che ha ricevuto un lavoro migliore". Tutte le informazioni vengono salvate in fascicoli di registrazione residenti dell'agenzia che contiene informazioni su sfondi familiari le attività religiose del passato e propensioni politiche. La National Security Agency coordina gli sforzi per scoprire "elementi reazionari" e forze "anti-governativi" in Corea del Nord. Cristiani arrestati spesso vengono trasferiti all'agenzia per ulteriori indagini. "Sono stati tutti giustiziati" ha detto un ex agente che era incaricato di rintracciare un certo gruppo di persone "religiose". "Cose come possedere libri religiosi condividendo la propria fede con gli altri o predicazione non può esistere perché minano il regime di Kim Jong-Il. Tutti abbiamo bisogno è un po 'di prove come la Bibbia con il nome di qualcuno su di esso. Se solo una Bibbia viene trovato la NSA lascia fino a quando il vero proprietario si presenta. "Può essere difficile per rimanere un passo avanti rispetto alla legge. "Ho sentito la storia di un uomo che sapeva che sarebbe stato arrestato per possesso Bibbia" ha detto un rifugiato. "La Bibbia era un tale bene prezioso per lui che diede a sua sorella. Sospettava che la polizia dovrebbe cercare la sua casa troppo e si nascose la Bibbia in una piastrella di cemento che ha messo nella sua cucina. Ma gli ufficiali sapevano quello che stavano cercando macchiato la nuova tessera hanno trovato la Bibbia e l'hanno portata via anche. "Prezzo pesante. In un paese di 25 milioni di persone le stime del numero di nordcoreani che vivono da cristiani segreti vanno da 200.000 a 400.000. Sono gli eredi di quasi 70 anni di persecuzione. Uno di loro è Kim Jong Wook. "Lui deve vivere sotto una quantità enorme di colpa" ha detto un sud-coreano missionario. "Ha fatto l'errore di fidarsi delle persone sbagliate è stato arrestato e decine anche gli altri. Persone sono state uccise le famiglie messi in campi di concentramento. Il suo caso mi ricorda Rev. Ahn Song-Woon. Inoltre è stato attirato in una trappola e arrestato. Ha ricevuto una pena detentiva scomparso dal radar per un po 'e poi improvvisamente è tornato in superficie come assistente-parroco di una delle chiese vetrina della Corea del Nord. Lo ha fatto per un paio d'anni e poi si è suicidato. Temo che il suo può diventare la stessa sorte di missionario Kim. Non saranno mai lasciarlo andare. Egli sa troppo di National Security Agency della Corea del Nord. "

Turkish Assassination Plot Suspects on Trial. June 24 2014 by Barbara Baker. Pastor Emre Karaali of the Izmit Protestant Church outside the courthouse after the first trial hearing.The sign behind him says "Justice is the foundation of the state." Izmit Turkey; April 1 2014 'Pastor. World Watch Monitor. Testimonial evidence at a court hearing concerning a plot to assassinate a Turkish Christian pastor identified the alleged conspiracy's ringleader. Kemal Yagiz one of 13 Turks suspected in the alleged plot against Pastor Emre Karaali and his congregation at the Izmit Protestant Church told the court that another suspect Ferhat Cakar "used my patriotic feelings to deceive me." Others who testified at the June 19 hearing also pointed the finger at Cakar. Arrested in January 2013 in Izmit a city 60 miles east of Istanbul all the suspects were released after several days of interrogation except Cakar who was imprisoned for six months. Fifteen months later after an extended dispute over judicial jurisdiction the case finally opened April 1 in Izmit's 2nd Criminal Court. But at the close of the second hearing last week Karaali's lawyer requested a formal investigation of the police and military authorities identified in the case file. Her request fueled suspicions that during the alleged year-long plot some of the officials might have had relationships with the suspects. "The question is whether [the suspects] were acting on their own or taking orders" Karaali told World Watch Monitor after the hearing. Although presiding Judge Yusuf Coskun accepted the lawyer's proposal he declined her second request to hold the suspects in custody until the next hearing. Presenting a file of related case documents from Diyarbakir the lawyer declared "My client and his church members are apprehensive. I request that the suspects be kept in custody while being tried." The lawyer argued it would prevent the named officials from making contact with the suspects during the investigation. Karaali confirmed that his lawyer will be sending another custody request to the judge by June 27 underlining the specific concerns over possible collusion with the suspects as raised in the case's nine files of investigation documents. Threatened witness testifies. A man attending Karaali's congregation with his wife and children also testified at the hearing declaring himself an official complainant in the case. The witness identified himself as a non-commissioned officer in the Turkish military. "In June 2012 someone called me and said 'We are not pleased with your activities in Izmit. Take your wife and children and leave' " the officer told the court. He testified that the voice sounded like that of Murat Gocer who was frequently attending church services but the caller said "No I'm not Murat. You don't know me." When the man checked where the call had come from the number turned out to be a market in Sakarya 45 miles away. The officer testified that when he told his pastor about the call Karaali said he had been threatened from a similar location himself. A week later an officer at the man's military unit told him that while he was away someone had called about him saying "he should get out of the church." Suspects break ranks. During the trial's first hearing April 1 three of the defendants had changed their statements from their initial recorded police interrogations apologizing to Karaali and his family and congregation. They declared they had been deceived by Cakar and Murat Gocer into believing they were helping the police and the Turkish state by observing and reporting on Christian citizens' activities. But three other suspects at the hearing accused the pastor of showing disrespect for the Quran tricking little children with Christian propaganda and speaking against the Muslim prophet Mohammed. One admitted that Cakar and Gocer had urged him to make warning phone calls to both the pastor and another member of the congregation but insisted they had not included any death threats. "I was called twice in 2012" Karaali told the court. "But I don't know who it was who called me. The second time this person said to me 'You are talking a lot everywhere from right to left. We will break your head.' " Karaali informed the police about the calls which led to the telephone surveillance that implicated all the suspects involved. Twelve of the arrested suspects have now testified or sent official statements to the Izmit court which ordered that before the next hearing set for Oct. 21 a written statement be submitted by the last suspect now in prison over another case. Karaali had declined an offer of police protection although he moved his wife and two small children to a more secure location after the alleged plot was exposed. Under questioning from the judge Karaali said he came from a Muslim background to Christianity 14 years ago. Now 35 he has pastored the Izmit Protestant Church under the legal umbrella of the Istanbul Protestant Church Foundation since 2009. Assassinio Turco Plot Suspects on Trial. 24 giugno 2014 da Barbara Baker. Pastore Emre Karaali della Chiesa protestante Izmit fuori dal tribunale dopo la prima prova hearing.The segno dietro di lui dice "La giustizia è il fondamento dello Stato." Izmit in Turchia; 1 APRILE 2014 'Pastor. World Watch Monitor. La prova testimoniale in un'udienza relativa a un complotto per assassinare un pastore cristiano turca ha identificato il presunto capobanda del complotto. Kemal Yagiz uno dei 13 turchi sospetti nel presunto complotto contro Pastor Emre Karaali e la sua congregazione presso la Chiesa protestante di Izmit ha detto alla corte che un altro sospetto Ferhat Cakar "usato i miei sentimenti patriottici per ingannare me." Altri che hanno testimoniato al 19 giugno udienza anche puntato il dito contro Cakar. Arrestato nel gennaio 2013 a Izmit una città 60 km a est di Istanbul tutti i sospetti sono stati rilasciati dopo alcuni giorni di interrogatori tranne Cakar che è stato imprigionato per sei mesi. Quindici mesi più tardi dopo una disputa estesa oltre la competenza giurisdizionale il caso finalmente aperto 1 aprile in seconda Corte penale di Izmit. Ma al termine della seconda udienza della scorsa settimana l'avvocato di Karaali chiesto un'indagine formale delle autorità di polizia e militari individuati nel fascicolo. La sua richiesta ha alimentato i sospetti che durante il presunto complotto di un anno alcuni dei funzionari potrebbero aver avuto rapporti con i sospetti. "La questione è se i sospetti [] agivano per conto proprio o prendere ordini" ha detto Karaali World Watch Monitor dopo l'udienza. Sebbene giudice presidente Yusuf Coskun accettato la proposta dell'avvocato ha rifiutato la sua seconda richiesta di tenere i sospetti in custodia fino alla prossima udienza. Presentare un fascicolo di documenti relativi casi da Diyarbakir l'avvocato ha dichiarato "Il mio cliente ed i suoi membri di chiesa sono preoccupati. Chiedo che i sospetti siano tenuti in custodia mentre è provato." L'avvocato ha sostenuto che avrebbe impedito ai funzionari nominati da entrare in contatto con i sospetti durante l'inchiesta. Karaali ha confermato che il suo avvocato invierà un'altra richiesta di affidamento al giudice entro il 27 giugno sottolineando le preoccupazioni specifiche sulla possibile collusione con i sospetti in quanto sollevata nel caso del nove file di documenti di indagine. Minacciato testimone testimonia. Un uomo che frequentano congregazione di Karaali con la moglie ei figli anche testimoniato all'udienza dichiarandosi una denuncia ufficiale nel caso. Il testimone si è identificato come un sottufficiale nell'esercito turco. "Nel giugno 2012 qualcuno mi ha chiamato e ha detto 'non siamo soddisfatti con le vostre attività in Izmit. Prendete la vostra moglie e figli e lasciare'" ha detto l'ufficiale alla corte. Ha testimoniato che la voce sembrava quella di Murat Göcer che è stato spesso frequentava le funzioni religiose ma il chiamante ha detto "No io non sono Murat. Tu non mi conosci". Quando l'uomo controllato in cui la chiamata era venuto il numero si è rivelato essere un mercato in Sakarya a 45 miglia di distanza. L'ufficiale ha testimoniato che quando ha detto al suo pastore della chiamata Karaali ha detto che era stato minacciato da una posizione simile se stesso. Una settimana più tardi un ufficiale presso l'unità militare l'uomo gli disse che mentre lui era via qualcuno aveva chiamato su di lui dicendo "che dovrebbe uscire dalla chiesa". Sospetti rompete le righe. Durante la prima udienza del processo 1 aprile tre degli imputati avevano cambiato le loro dichiarazioni dai loro interrogatori iniziali di polizia registrati scusandosi per Karaali e la sua famiglia e la comunità. Hanno dichiarato che erano stati ingannati da Cakar e Murat Göcer a credere che stavano aiutando la polizia e lo stato turco osservando e relazioni sulle attività dei cittadini cristiani. Ma altri tre indagati all'udienza accusato il parroco di mostrare mancanza di rispetto per il Corano ingannando i bambini con la propaganda cristiana e parlare contro il profeta musulmano Maometto. Una ammesso che Cakar e Göcer lo avevano spinto a fare telefonate di avvertimento sia per il parroco e un altro membro della congregazione ma ha insistito che non avevano incluso minacce di morte. "Sono stato chiamato per due volte nel 2012" ha detto Karaali alla corte. "Ma io non so chi è stato che mi ha chiamato. La seconda volta questa persona mi disse 'Tu parli molto ovunque da destra a sinistra. Saremo rompere la testa'". Karaali informato la polizia circa le chiamate che hanno portato alla sorveglianza telefonica che ha coinvolto tutti i sospetti coinvolti. Dodici dei sospetti arrestati hanno ormai testimoniato o inviati dichiarazioni ufficiali al tribunale Izmit che ha disposto che prima della prossima udienza fissata per il 21 ottobre una dichiarazione scritta presentata entro l'ultimo sospetto ora in carcere su un altro caso. Karaali aveva rifiutato un'offerta di protezione della polizia anche se si trasferisce la moglie ei due figli piccoli in un luogo più sicuro dopo il presunto complotto è stato esposto. Sotto interrogatorio del giudice Karaali ha detto che proveniva da un ambiente musulmano al cristianesimo 14 anni fa. Ora 35 ha pastore di Chiesa protestante di Izmit sotto l'ombrello giuridico della Chiesa protestante Istanbul Foundation dal 2009.

King Abd Allah Arabia Saudita Benjamin Netanyahu [ c'è chi crede che soltanto la sua civiltà è quella giusta quindi lui si prepara in modi diversi a fare il pensiero dominante! a fare il genocidio di tutti gli altri che non sono come lui! ] MA IO NON CREDO CHE QUESTA PERSONA POSSA DIMORARE NELLA GIUSTIZIA! ECCO PERCHé IO HO DECISO DI IMPOSTARE TUTTI I MIEI DISCORSI POLITICI COME RAZIONALMENTE FONDATI COME UN AGNOSTICO POTREBBE FARE. PERCHé IL DECALOGO IN CHIAVE RELIGIOSA è SEMPRE LA LEGGE NATURALE IN CHIAVE LAICA.. QUINDI ESSERE SECOLARE è come CAPITALISMO IL COMUNISMO! come LA FALSa TEORIA DELLA EVOLUZIONE queste sono SECOLARI! IL SECOLARISMO? NON CI RIGUARDA! [ Malaysia refuses Church right to appeal ban on use of 'Allah'. Published June 25 2014 by Matt George. Kuala Lumpur Malaysia. World Watch Monitor. Almost eight years after the Malaysian Catholic newspaper the Herald first sought to overthrow a government ban on it using the word 'Allah' for 'God' in its publication the judicial appeal process appears to have ended in failure. A federal court in Kuala Lumpur ruled on June 23 that it would not grant the Catholic church permission to appeal against the decision. The court decided in October 2013 that only Malay Muslims had an exclusive right to use the word 'Allah' even though the word precedes the birth of Islam. The government's order allowing only Muslims to use the word "Allah" is particularly frustrating to Christians in multiracial Malaysia a nation once tolerant of all creeds. The indigenous Sabah and Sarawak people who constitute 70% of the country's Christian population have been using the word in their theological vocabulary -- both in worship in the Malay language or in written form in the Malay Bible the Alkitab -- for more than 100 years. The church stands to defend its legitimate right to freedom of worship has over the years led to punitive arson attacks against churches threats to both burn and seize the Bible by the state's Islamic authorities amid other acts of provocation. The Christian Federation of Malaysia voiced its disappointment yesterday at the federal court's decision. It said "Simple justice would have mandated an appeal to rectify the many incorrect and inaccurate statements and observations of the Court of Appeal." Rev. Dr Hermen Shastri Secretary General of the Council of Churches described the decision of the highest court of the land.
He told World Watch Monitor that while there was little legal recourse left to the Catholic church it would probably take the extraordinary step of asking the federal court to review its own judgment so as to uphold constitutional guarantees of religious freedom.
Amnesty International responded with a statement that the "Allah" ban should be scrapped. "Malaysia's ban on Christians using the word 'Allah' to refer to God is an abuse against free speech…The idea that non-Muslims could face prosecution for using a particular word is deeply disturbing" said its Malaysia researcher Hazel Galang-Folli. "This ban... risks further inflaming religious tensions in Malaysia by denying its people the right to freedom of religion." The overwhelming public opinion of Christians in the country who took to social media to express their disappointment was that the federal court should have allowed the church leave to appeal especially since three of the judges on the seven-member Bench dissented against the decision. Immediately after the verdict the Malaysian Government declared that Christians who form about 10% of the mainly Malay-Muslim population of 30 million could still use the word Allah in church since the ban only applied to the Herald. A government statement said "Malaysia is a multi-faith country and it is important that differences are managed peacefully in accordance with the rule of law and through dialogue mutual respect and compromise." It added that the government remains committed to its negotiated 'ten-point solution'- first announced in 2011 - to resolve difference in views between Christians and Muslims. A key element of this declaration emphasises that Christians are allowed to print import and distribute Bibles in the Malay language. The official pronouncements have done little to appease Christian leaders such as Dr Shastri who fear this latest federal court ruling will only strengthen extremist voices of Malay-Muslim extremists whose militant actions have brought little censure from the Government or the forces of law. These show contempt for legal authority and the leadership of Prime Minister Najib Abdul Razak. Perdana Putra - government building housing the offices of Prime Minister. Kuala Lumpur Malaysia World Watch Monitor. Six months after the forced entry into (and seizure of more than 300 copies of the scripture from) the Bible Society of Malaysia the Islamic Religious Department of the state of Selangor and the Islamic Religious Council of the same state have refused to return the books despite being asked to do so by the Attorney General and the Prime Minister.
The Islamic authorities have instead hinted that the 321 Bibles will be destroyed.
The Bible Society said such an act would be abhorrent. Its President Bishop Ng Moon Hing in a statement said "Bibles are religious books of the Christian community. Under what civil law do (they) purport to have the authority to even suggest such an act?"
Dr Shastri said the Islamic authorities were demonstrating a dangerous disregard for the law and the federal court decision will further blur the demarcation between Islamic jurisdiction in public life and civil laws. He said the ruling did not address the key issues of constitutional rights religious freedom and whether the government had the power to regulate sacred books. Dr Shastri emphasised that the Bible had been translated into many languages just as Hindu scriptures and the Koran into English and other languages for the sake of humanity. "The State has no right to regulate or contain religious practices." The decision was welcomed by extreme nationalist Malay groups who warned the Catholic church to stop issuing statements or challenging the authority of the federal court. One group that propagates Islamic ties said the ruling confirmed its view that Malaysia was an Islamic state and not a secular one. The Muslim extremist groups also maintained this week that the Allah word should be expunged from all Malay-language Bibles. Religious provocation and persecution has become a constant feature of life in Malaysia. In recent weeks the country was gripped by a debate on hudud – the Islamic law that prescribes stoning to death and cutting off limbs for crimes – which the opposition Islamic Party PAS wants to introduce in the state of Kelantan. Extreme Islamist groups favour its enactment and significantly say that the law should also apply to non-Muslims. Earlier this month Islamic religious authorities suddenly interrupted a Chinese funeral and seized the body of a 38-year-old waitress. It was claimed that she had converted to Islam when she was a teenager and therefore she should not be buried in a Taoist ceremony. Her family contested this; four days later she was buried - as originally planned - on being declared to be in fact a non-Muslim. In May a civil court ruled that a Hindu convert to Islam should return his six-year-old son to the Hindu mother. To date he has not done so because it is claimed he obtained custody of the child from a Muslim Sharia court. Such inter-faith battles based on conflicting legal systems are polarising the nation as well as appearing to make a mockery of the country's legal systems. Some are concerned that the federal court's reluctance to test constitutional guarantees of religious freedom will encourage Malay-Muslim extremists to further push out the boundaries of Islam and shrink the space for other faith groups freedom to worship.

Re Abd Allah Arabia Saudita Benjamin Netanyahu [C'e chi Crede Che soltanto la SUA Civiltà è Quella Giusta quindi lui SI preparazione in modi diversificato una tariffa il pensiero dominante! una tariffa per il genocidio di Tutti Gli alti Che non Sono come lui! ] MA IO NON CREDO CHE QUESTA PERSONA POSSA DIMORARE NELLA GIUSTIZIA! [ ECCO PERCHE IO HO DECISO DI IMPOSTARE TUTTI I MIEI Discorsi politici in modo razionalmente Fondati come di essere un agnóstico soltanto POTREBBE FARE. Perche IL DECALOGO IN CHIAVE RELIGIOSA è SEMPRE LA LEGGE NATURALE IN CHIAVE LAICA.. QUINDI ESSERE secolare è essere Capitalismo nazi Comunismo! come essere LA FALSA TEORIA DELLA EVOLUZIONE queste Sono Secolari! IL SECOLARISMO? NON CI RIGUARDA! [Malaysia rifiuta Chiesa diritto di ricorso divieto di uso di 'Allah'. Pubblicato 25 giugno 2014 da Matt George. Kuala Lumpur Malesia. World Watch Monitor. Quasi otto anni dopo il giornale cattolico malese Herald primo ha cercato di rovesciare il divieto del governo su di esso utilizzando la parola 'Allah' per 'Dio' nella sua pubblicazione il processo di appello giudiziaria sembra essersi conclusa con un fallimento. Una corte federale di Kuala Lumpur ha stabilito il 23 giugno che non avrebbe concesso l'autorizzazione Chiesa cattolica di fare appello contro la decisione. Il tribunale ha deciso in ottobre 2013 che solo i malay musulmani hanno il diritto esclusivo di usare la parola 'Allah' anche se la parola precede la nascita dell'Islam. Ordine del governo permettendo solo ai musulmani di usare la parola "Allah" è particolarmente frustrante per i cristiani in Malaysia multirazziale una nazione una volta tollerante di tutte le fedi. Le Sabah e Sarawak indigeni che costituiscono il 70% della popolazione cristiana del paese hanno utilizzato la parola nel loro vocabolario teologico - sia nel culto nella lingua Malay o in forma scritta in Malay Bibbia il Alkitab - per più di 100 anni. La chiesa si trova a difendere il suo legittimo diritto alla libertà di culto ha nel corso degli anni ha portato ad attacchi incendiari punitive contro le chiese le minacce sia per bruciare e cogliere la Bibbia da parte delle autorità islamiche dello Stato tra altri atti di provocazione. La Federazione cristiana della Malaysia ha espresso la sua delusione per ieri la decisione del tribunale federale. Ha detto "La giustizia Simple avrebbe mandato un appello per rettificare le numerose dichiarazioni e le osservazioni della Corte d'Appello errate e imprecise". Rev. Dr. Hermen Shastri segretario generale del Consiglio delle Chiese ha descritto la decisione della più alta corte del paese. Ha detto World Watch Monitor che mentre c'era poco ricorso legale sinistra alla chiesa cattolica sarebbe probabilmente prendere il passo straordinario di chiedere al tribunale federale di rivedere il proprio giudizio in modo da mantenere le garanzie costituzionali di libertà religiosa.
Amnesty International ha risposto con una dichiarazione che il divieto di "Allah" dovrebbe essere scartato. "Divieto di Malesia cristiani usando la parola 'Allah' per riferirsi a Dio è un abuso contro la libertà di parola... L'idea che i non-musulmani potrebbero affrontare accusa per l'utilizzo di una particolare parola è profondamente inquietante" ha detto il suo ricercatore Malaysia Hazel Galang-Folli. "Questo divieto... rischi maggiori infiamma le tensioni religiose in Malaysia negando la sua gente il diritto alla libertà di religione." L'opinione pubblica schiacciante dei cristiani nel paese che ha preso per i social media per esprimere la loro delusione era che la corte federale avrebbe dovuto consentire il congedo chiesa di appello soprattutto perché tre dei giudici su sette membri Bench dissentito contro la decisione. Subito dopo il verdetto del governo malese ha dichiarato che i cristiani che costituiscono circa il 10% della popolazione prevalentemente malese-musulmana di 30 milioni potrebbe ancora utilizzare la parola Allah in chiesa dal momento che il divieto applicato solo l'Herald. Una dichiarazione del governo ha detto "La Malesia è un paese multiconfessionale ed è importante che le differenze vengono gestite pacificamente in conformità con lo stato di diritto e attraverso il dialogo il rispetto reciproco e il compromesso." Essa ha aggiunto che il governo continua ad impegnarsi per la sua negoziato 'dieci punti solution'-annunciato nel 2011 - per risolvere differenza di vedute tra cristiani e musulmani. Un elemento chiave di questa dichiarazione sottolinea che i cristiani sono autorizzati a stampare importare e distribuire Bibbie in lingua malay. Le dichiarazioni ufficiali hanno fatto poco per placare i leader cristiani come il dottor Shastri che temono questa ultima sentenza del tribunale federale non farà che rafforzare le voci estremiste di estremisti musulmani malay cui azioni militanti hanno portato poco censura da parte del governo o delle forze. Questi mostrano disprezzo per l'autorità legale e la leadership del primo ministro Najib Abdul Razak. Perdana Putra - edificio governativo che ospita gli uffici del primo ministro. Kuala Lumpur Malaysia World Watch Monitor. Sei mesi dopo l'entrata costretto (e sequestro di più di 300 copie della Scrittura dal) Bible Society of Malaysia il Dipartimento dello stato di Selangor e del Consiglio religioso islamico stesso stato Religiosa Islamica ha rifiutato di restituire i libri pur essendo invitato a farlo da parte del procuratore Generale e il Primo Ministro.
Le autorità islamiche hanno invece lasciato intendere che i 321 Bibbie saranno distrutti.
La Società Biblica ha detto che un simile atto sarebbe aberrante. Il suo presidente il vescovo Ng Luna Hing in una dichiarazione ha detto "Bibbie sono libri religiosi della comunità cristiana in quali diritto civile non (si) pretendono di avere l'autorità per suggerire anche un tale atto.?" Il Dott. Shastri ha detto che le autorità islamiche stavano dimostrando un disprezzo pericoloso per la legge e la decisione della corte federale confondere ulteriormente la demarcazione tra giurisdizione islamica nella vita pubblica e leggi civili. Ha detto che la sentenza non affrontare le questioni fondamentali dei diritti costituzionali la libertà religiosa e se il governo avesse il potere di regolamentare i libri sacri. Dr Shastri ha sottolineato che la Bibbia era stata tradotta in molte lingue così come scritture indù e il Corano in inglese e altre lingue per il bene dell'umanità. "Lo Stato non ha il diritto di regolamentare o contenere le pratiche religiose." La decisione è stata accolta da gruppi malesi nazionalisti estremi che avvertirono la chiesa cattolica di smettere di rilasciare dichiarazioni o sfidare l'autorità della corte federale. Un gruppo che si propaga legami islamici ha detto che la sentenza ha confermato la sua opinione che la Malaysia è uno Stato islamico e non un laico. I gruppi estremisti islamici anche mantenuto questa settimana che la parola Allah deve essere espunta da tutte le Malay-lingua Bibbie. Provocazione religiosa e la persecuzione è diventata una caratteristica costante della vita in Malesia. Nelle ultime settimane il paese è stato preso da un dibattito sul hudud - la legge islamica e prescrive la lapidazione a morte e tagliare gli arti per reati - quali l'opposizione PAS partito islamico vuole introdurre nello stato di Kelantan. Gruppi islamisti estremo favore la sua entrata in vigore e in modo significativo dicono che la legge deve applicarsi anche ai non musulmani. All'inizio di questo mese le autorità religiose islamiche improvvisamente interrotto un funerale cinese e sequestrato il corpo di una cameriera di 38 anni. Si è sostenuto che si era convertita all'Islam quando era un adolescente e quindi non dovrebbe essere sepolto in una cerimonia taoista. La sua famiglia ha contestato tale; quattro giorni dopo fu sepolta - come inizialmente previsto - per essere dichiarato di essere in realtà un non-musulmano. Nel mese di maggio un tribunale civile ha stabilito che un indù convertito all'Islam dovrebbe restituire il suo di sei anni figlio alla madre indù. Fino ad oggi non ha fatto perché si afferma ottenne la custodia del figlio da un giudice musulmano Sharia. Tali scontri interreligiosi basati su sistemi giuridici in conflitto polarizzare la nazione così come appare a fare una beffa dei sistemi giuridici del paese. Alcuni sono preoccupati che la riluttanza della corte federale di testare le garanzie costituzionali di libertà religiosa incoraggerà gli estremisti musulmani malay a spingere ulteriormente i confini dell'Islam e ridurre lo spazio per altri gruppi di fede la libertà di culto.

Re Abd Allah Arabia Saudita Benjamin Netanyahu [ è chiaro! tutte le diverse religioni per esempio in Arabia SAUDITA ecc.. ecc.. devono nascondere i propri simboli specifici non devono alterare il paesaggio e devono partecipare in onore del proprio Dio al digiuno del ramadan alle feste islamicheecc.. perché le radici religiose e culturali di un popolo non vanno sconvolte! in questo modo la libertà di coscienza e la libertà di religione non saranno offese quindi anche la moralità del popolo non subirà un danno!
Re Abd Allah Arabia Saudita, Benjamin Netanyahu, [ perché, voi scendete dalle nuvole, come, se, voi sentite da me, per la prima volta, questo insegnamento? ] io ho sempre detto ed espresso questo concetto, sono anni che, io dico questo!
Re Abd Allah Arabia Saudita, Benjamin Netanyahu, [ in realtà, il destino del mondo dipende dalle vostre scelte politiche, ma, è Israele, che, ha nelle sue mani l'ago della bilancia! SE, GLI ATTUALI ASSETTI DEL MONDO, NON VERRANNO CAMBIATI, MORIREMO TUTTI!